Società consortile

Nel diritto commerciale, si parla di società consortile quando abbiamo una società (non società semplice) che si caratterizza per lo svolgimento di una attività determinata con fini consortili.

La società consortile è così definita nel codice civile, a norma dell’art. 2615-ter_ “le società previste nei Capi III e seguenti del Titolo V possono assumere come oggetto sociale gli scopi indicati nell'art. 2602”.

Norme

Relativamente alle società consortili, esistono delle specifiche disposizioni normative atte a disciplinarle. In parte sono le stesse relative alle società commerciali, presenti negli artt. 2291 e seguenti del codice civile.

Altre norme che regolamentano la società consortile sono quelle che vanno anche a regolamentare il consorzio, inteso come l'organizzazione di imprenditori di attività fra loro connesse.

Giurisprudenza

Approfondiamo ulteriormente la normativa applicabile alle varie società consortile. La giurisprudenza rinvia a norme specificamente disciplinanti il tipo societario di volta in volta prescelto

Nel corso degli anni le sentenze di alcuni tribunali hanno specificato le seguenti norme:

  • la società consortile può costituirsi anche in assenza del perseguimento dello scopo di lucro; in tal caso, infatti, ai sensi dell'art. 2602, la causa giuridica del contratto è quella del consorzio



Ultimi aggiornamenti

Contatti

Per contattare la redazione del sito Portaldiritto scrivere all'indirizzo email enr.mainero@gmail.com

 

Iscrizione newsletter

Abbonati ai FEED


Guida società





 
www.portaldiritto.com di Enrico Mainero - email enr.mainero@gmail.com - Roma -


policy privacy cookie