Con il termine avvocato si intende un professionista, laureato in materie giuridiche, che si occupa di rappresentare assistendo o difendendo una parte processuale.

Questo professionista deve essere iscritto ad un ordine professionale, ovvero ad un albo degli avvocati: in questo modo è autorizzato a rappresentare un cliente, dietro pagamento di onorario, durante una controversia giudiziale o extragiudiziale.

I requisiti per diventare avvocato

La professione non è aperta a tutti, in quanto l’interessato deve soddisfare determinati requisiti, ovvero:

  • l’essere cittadino italiano o di uno dei paesi dell’Unione Europea;
  • godere pienamente dei diritti civili;
  • avere conseguito la laurea in giurisprudenza, o la laurea magistrale del nuovo ordinamento;
  • aver svolto almeno 18 mesi di praticantato presso un avvocato iscritto all’albo, partecipando ad almeno 20 udienze nei tribunali nel suddetto periodo;
  • possedere il certificato di compiuta pratica (viene rilasciato dal Consiglio dell’Ordine di appartenenza);
  • aver superato l’esame di abilitazione;
  • aver prestato giuramento;
  • aver pagato la quota di iscrizione all’Ordine.

L’iscrizione all’albo degli avvocati

Per poter essere iscritto all'Albo degli avvocati, un cittadino italiano deve attestare il superamento dell'esame specifico: a questo punto il Consiglio dell'Ordine competente relativamente al circondario in cui viene designato il domicilio professionale, provvederà all'iscrizione.

Il Consiglio deve inoltre deliberare favorevolmente in merito all'iscrizione in seguito alla verifica dei requisiti di legge e all'insussistenza delle presunte incompatibilità di iscrizione, secondo quanto previsto dall'art. 3 Regio Decreto 27 novembre 1933 n. 1578.

Il giuramento

Successivamente all'iscrizione all'Albo, il soggetto deve proferire un giuramento in pubblica udienza davanti alla corte d'appello. Dopo tale giuramento, il soggetto potrà utilizzare il titolo di avvocato e dunque procedere al normale esercizio delle funzioni ad esso collegato.

Funzioni

Una volta iscritto, il soggetto potrà patrocinare avanti tutte le giurisdizioni nel territorio della Repubblica Italiana mentre, per patrocinare avanti alcune corti quali quella Costituzionale, quella Suprema di Cassazione, il Consiglio di Stato, e il Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche, sarà necessario essere iscritto in un elenco particolare avanti le giurisdizioni superiori.

Presentiamo di seguito una serie di studi di Avvocati a Bologna. Professionisti di tutti i tipi al servizio del cittadino per le cause legali e altri servizi importanti.

Studi avvocati bolognesi

Sinacta è un'associazione di avvocati di Bologna nata dall’unione di esperienze professionali consolidate in trent'anni di attività. Sul sito molte informazioni aggiuntive.

40134 (BO)
228, v. A. Costa
tel: 051 6176711
fax:051 6176777

Studio Legale Canova

Questo studio è stato fondato nel 1968. Dal 1997 è attiva un'unità locale in Sasso Marconi. Si occupa di consulenza e assistenza in materia di diritto civile, penale, lavoro.

40122 (BO)
8, v. Morgagni
tel: 051 230571
fax:051 264538

Caterina Murgo

Questo studio legale di Bologna offre una vasta gamma di prestazioni legali in ambito giudiziale e stragiudiziale, assistenza sul diritto civile, commerciale e, in particolare, diritto di famiglia per separazioni.

40126 (BO)
11, v. Goito
tel: 051 2750267
fax:051 263099

Mazzoni Avvocato Gianluigi

Lo studio Mazzoni nasce nel 1986. L'avvocato iniziava la propria attività quale libero professionista nel 1976, dapprima quale collaboratore presso un primario studio bolognese, in seguito quale titolare di una struttura autonoma.

40125 (BO)
4, v. Rizzoli
tel: 051 221374
fax:051 271034

Consulenze Tecniche Legali

Consulenza tecnica e legale, depositi per ottenere la protezione nazionale e internazionale di invenzioni, marchi, modelli, opere dell'ingegno e software.

40139 (BO)
8, v. Portazza
tel: 051 464264, 051 467644
fax:051 467644

Studio Legale Avv.Guerra

Questo studio legale è esperto nell’accogliere le richieste dei cittadini nei casi di pagamento ingiustificato di tasse e sanzioni.
Via Padre Francesco Maria Grimaldi 6 - 40122
tel: 051 0567968

Studio legale Pennazzi

Consulenza preventiva e consultazione sono i due assi portanti di questo studio legale, che propone soluzioni ideali per il cittadino nel mezzo del groviglio delle leggi odierne della società italiana.
Via Isonzo, 14 - 40033 Casalecchio di Reno (BO)
tel: 051591400

Studio legale avv.Laguardia

Questo studio legale è specializzato in tutto il settore dei contratti commerciali, oltre che esperto di diritto Civile e Penale.
Via Padre Francesco Maria Grimaldi, 6 - 40122
tel: 0510567968

La professione dei legali in Italia

Da anni considerata come una professione nobile, negli ultimi anni si è assistito ad un vero e proprio boom di questa figura professionale in Italia, tanto che al giorno d’oggi si contano quasi 250mila legali, con l’ingresso di 14mila avvocati ogni anno. Chiaro che questa situazione porta poi ad un sovraffollamento dell’offerta e soprattutto ad un peggioramento delle condizioni lavorative, laddove parecchie persone, soprattutto giovani, non riescono a costruirsi una strada propria ma sono costretti a rimanere in studi associati con stipendi molto bassi e condizioni di lavoro pessime.

Le cifre di guadagno spiegano più di ogni altra parola lo scenario appena descritto: gli under 30 guadagnano 14mila euro, gli under 35 hanno un reddito che non supera i 20mila euro mentre i colleghi anziani più esperti, come gli over 60, superano addirittura i 90mila euro. Una situazione troppo sproporzionata e paradossale, con gli anziani che custodiscono gelosamente le proprie posizioni, non dando alcun modo di entrare nel mondo dell’avvocatura ai tanti giovani desiderosi di diventare avvocati a tutti gli effetti. Una forbice troppo ampia che di anno in anno non diminuisce il divario tra le due categorie. Tuttavia, c’è da aggiungere che il numero di legali in Italia sta crescendo in misura abnorme, visto che il Bel Paese conta il doppio di professionisti rispetto alla confinante Francia. Ma un punto d’equilibrio deve essere trovato, per non veder morire l’attività forense.


Potrebbe interessarti

Legge Bersani telefonia

Con l’avvento della Legge Bersani, sono state introdotte delle misure favorevoli ai consumatori, relativamente alle tariffe telefoniche.

Significato di Oblazione: cos'è esattamente? Quando è usata?

Significato di Oblazione

Il termine oblazione deriva dal latino offrire. Nel diritto penale indica una causa di estinzione del reato consistente nel pagamento volontario di una somma. È importante chiarire che l'oblazione penale è limitata alle contravvenzioni (è prevista dagli articoli 162 e 162bis del codice penale). In principio poteva essere utilizzata solo per le contravvenzioni punite con la pena dell'ammenda mentre con il tempo è stata prevista un’ulteriore ipotesi che riguarda le contravvenzioni punite con la pena alternativa dell'arresto e dell'ammenda. 

Referendum Nucleare: ecco un approfondimento completo

A seguito del tragico incidente di Cernobyl avvenuto nel 1986, in Italia fu promosso un referendum sul nucleare, anzi per la precisione si trattò di tre referendum nazionali relativi al settore nucleare.

Banda larga in Italia: approfondimento tematico sulla legge a riguardo

Immagine utilizzata nell'articolo La legge sulla banda larga in Italia: ecco come ci si regola nel nostro Paese

Qualcosa si muove nel settore della rete a banda larga in Italia. Infatti, in quella che possiamo considerare l'agenda del digitale in Italia, veniamo a sapere dal Sole 24 ore che è tonata alla ribalta il cosiddetto piano di sviluppo in materia.

Congedo di paternità: astensione obbligatoria e facoltativa

congedo di paternità

Dopo il sì del Parlamento Europeo al congedo di paternità dell’ottobre 2010 il Decreto Legislativo n119 del 18 Luglio 2011 riordina e ridefinisce i presupposti e le modalità con cui fare richiesta in merito a congedi, aspettative e permessi. Differenza sostanziale rispetto al passato è la possibilità del padre di ottenere il permesso anche nel caso in cui la madre non ne abbia diritto (essendo ad esempio disoccupata) mentre in passato era richiesto che la genitrice avesse un lavoro.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Il codice tributo 4726 e gli studi di settore in materia di adeguamento

L’art. 10 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201 (commi da 9 a 13), convertito con modificazioni, nella legge 22 dicembre 2011, n. 214 (Decreto Monti), ha apportato importanti modifiche alla disciplina relativa agli studi di settore, anche in materia di adeguamento.

Cessione del quinto dello stipendio: come funziona?

Nel corso della vita può capitare di aver bisogno di una somma di denaro per effettuare un acquisto, come ad esempio quello di un immobile, oppure per un urgente ed importante lavoro di ristrutturazione dello stesso. 

Come amministrare un condominio: spese condominiali e altro

Se vivete in un condominio è d'obbligo conoscere temi quali quelli connessi alle spese condominiali. La ripartizione di questi costi avviene in base agli artt. 1123, 1124, 1125 e 1126 c.c. Oltre a tutto ciò è importante trattare argomenti come quelli che riguardano i costi per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle parti comuni.

Leggi anche...

Costo del documento di valutazione dei rischi: di cosa parliamo?

carriere online lavoro in remoto

Con l’acronimo DVR si fa riferimento al Documento di Valutazione Rischi, un documento ufficiale richiesto dalla legge di cui probabilmente avrai sentito parlare se possiedi un’azienda. Vediamo qui di seguito di che cosa si tratta, quando è obbligatorio per un’azienda avere un DVR e che prezzo va sostenuto per ottenerne uno, oltre ai benefici che ne derivano per una realtà aziendale. 

Leggi anche...

Notifica della multa: come avviene e come regolarsi?

Immagine riferita all'articolo La notifica della multa: come avviene e come regolarsi?

Con oltre 10 milioni di multe l’anno, ben 26.000 contravvenzioni quotidiane, gli italiani versano nelle casse dello Stato un miliardo di euro; non stupisce quindi che gli automobilisti nostrani abbiano a cuore la legge n.125/2010 che in particolare ha ridotto il termine di notifica della multa da 150 a 90 giorni, il cui superamento da parte delle autorità rende il verbale viziato e quindi non più valido.

Go to Top