I CAF, o centri di Assistenza Fiscale di Reggio Emilia, sono delle organizzazioni che hanno ottenuto dal Ministero delle Finanze l'autorizzazione ad iscriversi all'albo nazionale e possono contribuire alla corretta presentazione, da parte dei contribuenti, di determinati moduli presso le Agenzie Entrate, e della corretta compilazione di modelli come il 730 e altre dichiarazioni, anche per commercianti.


Altre funzioni sono legate alla trasmissione telematica di determinati modelli tramite ENTRATEL.

Vediamo ora i principali CAF generici di Reggio Emilia e provincia.

Centri assistenza fiscale a Reggio Emilia

Caf Cna

Vicolo Scaletta 1, 42100
tel 0522437744

C.A.F. Nazionale Del Lavoro Aser

Via Sessi 4, 42100
tel 0522453847

Caf Ugl

Via Dell'Abbadessa 2, 42100
tel 0522438937

Caf Cna

Via Goffredo Mameli 15, 42100
tel 0522285190

C.A.F. C.I.A.

Viale Trento Trieste 14, 42100
tel 0522514532

Caf Cna

Via John Fitzgerald Kennedy 15, 42124
tel 0522308541

CAF
Caf Imprese Confcommercio

Via Gianna Giglioli Valle 10, 42124
tel 0522708511

Caf Cna

Via Della Previdenza Sociale 7, 42124
tel 0522514715

Sede Caf Uil Provinciale Reggio Nell'Emilia

Via Gramsci 34, 42124
tel 0522920698

C.A.F. Cna

Via Maiella 4, 42100
tel 05223561

Caf Cna

Via Giacomo Brodolini 12, 42025 - Cavriago (RE)
tel 0522576043

CAF CIA

Via Gonzaga , 42011 - Bagnolo in Piano (RE)
tel 0522953822

CAF CIA

Via Matteotti , 42023 - Cadelbosco di Sopra (RE)
tel 0522919069

Acli Service Reggio Emilia

Via Rivasi , 42025 - Cavriago (RE)
tel 0522577948

Caf Italia

Via Racchetta 14 -42121 Reggio Emilia
Tel 0522-43.94.46

Ma che cosa è un CAF?

Come già detto, la parola CAF significa Centro di Assistenza Fiscale. I Caf sono nati dall’esigenza di aiutare le persone a compilare moduli, fare pratiche che da sole non avrebbero potuto fare, come centro informazioni sulle nuove leggi e eventuali nuove tasse. Insomma i Caf sono dei centri tutto fare gratuiti. Infatti le pratiche come ad esempio i modelli ISEE sono completamente gratuiti.

Quali pratiche si possono fare in un centro di assistenza fiscale?

Fondamentalmente il caf si occupa di pratiche che riguardano il proprio reddito quindi per esempio ISEE (Indice della Situazione Economica Equivalente); la dichiarazione dei redditi 730 individuale, congiunta o precompilata; la dichiarazione dei redditi per imprenditori, piccole società o persone fisiche Modello UNICO; dichiarazione dei redditi per pensionati Modello RED; le agevolazioni in base al reddito su gas, luce e telefono, e via dicendo.

Il più delle volte al Caf viene associato anche il Patronato che invece si occupa per lo più di aiutare le persone ad ottenere particolari agevolazioni tramite delle richieste più specifiche come per esempio la richiesta per inoltrare la pratica per l’invalidità, la richiesta di assegni familiari, la richiesta per la disoccupazione ASPI o Mini ASPI a seconda dei casi, la richiesta per assegni sociali o pensioni. Insomma se si ha bisogno di un centro che comprende più servizi, senza doversi spostare conviene cercare un CAF che con se porti anche il Patronato.

Non solo, infatti spesso nei Caf è presente la possibilità di prendere appuntamenti con specialisti del settore per pratiche più complesse. In genere sono presenti: avvocati, medici legali, commercialisti, consulenti del lavoro che con la loro esperienza e la loro preparazione sono in grado di consigliare al meglio i propri clienti senza pretendere più di una percentuale di compenso.

Quindi possiamo dire che questi centri ci possono aiutare in tutto e per tutto per ciò che concerne il nostro lavoro, la nostra famiglia con diverse agevolazioni.





Potrebbe interessarti


I Presidenti della Repubblica Italiana

La Repubblica Italiana ha avuto, al 2011, 11 presidenti della Repubblica.

Leggi tutto...

Cosa indica il termine Proscioglimento?

Nel corso del tempo, nel nostro Paese, vi sono stati diversi processi celebri e che hanno destato l'attenzione dell'intera opinione pubblica nazionale: da quelli eclatanti relativi a gravi episodi di cronaca nera a quelli che hanno visto coinvolti, in alcuni casi, eminenti politici, come ad esempio negli anni '90 il procedimento giudiziario scaturito dalla celebre inchiesta "Mani Pulite". Di conseguenza, spesso si è raggiunta una certa conoscenza e familiarità con alcune definizioni di natura giuridica.

Leggi tutto...

Autonomia legislativa: come funziona per le Regioni?

Le Regioni a statuto speciale vedono il proprio fondamento nei rispettivi statuti mentre quelle a statuto ordinario fanno riferimento dall’articolo 117 della Costituzione.

Leggi tutto...

Referendum Nucleare: lo sapevi che...?

A seguito del tragico incidente di Cernobyl avvenuto nel 1986, in Italia fu promosso un referendum sul nucleare, anzi per la precisione si trattò di tre referendum nazionali relativi al settore nucleare.

Leggi tutto...

Modulo disdetta Mediaset Premium

Molte sono oggi le persone che si interessano al mondo dell’intrattenimento telematico e si fanno intestatarie di un abbonamento a Mediaset Premium, uno dei più grandi servizi di intrattenimento TV maggiormente getttonati ad oggi, Mediaset Premium offre una vasta scelta di servizi, da sempre propone il meglio del calcio, i film più recenti e più acclamati, serie tv seguite in tutto il mondo e ancora tanto intrattenimento per bambini con tantissimi cartoni animati e documentari sugli animali e sulla natura.

Leggi tutto...

I più condivisi


Società in nome collettivo: ecco le caratteristiche

La società in nome collettivo, detta anche S.n.c. è un tipo di impresa rientra nell'ambito delle società di persone ed è disciplinata dagli articoli 2291-2312 del codice civile; la caratteristica principale è che tutti i soci rispondono in maniera solidale e illimitata in merito ai debiti corrisposti dalla stessa.

Leggi tutto...

Società in accomandita per azioni

All'interno della descrizione giuridica delle società, espressa nel codice civile, viene denominata Società per azioni (S.p.A.) un'impresa di capitali nella quale le quote di partecipazione dei vari soci vengono determinate ed espresse in azioni.

Leggi tutto...

Le imposte indirette nel diritto tributario

Nell'ambito del diritto tributario italiano, esiste una distinzione principale per quanto riguarda le imposte. Infatti, si parla di norma di due tipi di imposte: le imposte dirette e le imposte indirette.

Leggi tutto...

Rendita catastale IMU: cosa bisogna sapere?

Cosa si intende per rendita catastale come base imponibile per l'IMU? Si tratta in pratica di un valore a cui andiamo ad applicare una aliquota, in modo da calcolare il valore effettivo delle imposte da pagare. Nel caso di imposte dirette, la base imponibile va ad essere calcolata per una sua applicazione al reddito delle deduzioni e riduzioni fiscale.

Leggi tutto...

Capacità contributiva: gli indici e altre informazioni

Uno dei problemi di cui gli Italiani tendono a lamentarsi spesso, soprattutto negli ultimi anni, è l'eccessivo livello di tasse che sono chiamati a pagare annualmente e che tende a ridurre il reddito che hanno a disposizione mensilmente per sé e la propria famiglia.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Notai a Bologna: indirizzi e informazioni

Questa figura professionale è al centro di una riforma sulla libera concorrenza che il Governo Renzi vorrebbe attuare. Oltre ai notai, sono interessati anche avvocati e la possibilità di vendere i farmaci di fascia C anche nei supermercati e nelle parafarmacie (quest’ultimo tema già in passato era stato in mano ai precedenti esecutivi senza giungere a nulla di concreto). Per quanto riguarda la professione notarile, l’intenzione è quella di ridurre l’obbligo di recarsi dal notaio per tutta una serie di atti, come atti societari o anche piccole proprietà.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Regolamento Ufficiale per il trasporto dei bambini in auto

Ecco alcune regole importanti da seguire quando si vogliono trasportare i bambini in automobile.

Leggi tutto...

Leggi anche...


La notifica della multa: come regolarsi?

Con oltre 10 milioni di multe l’anno, ben 26.000 contravvenzioni quotidiane, gli italiani versano nelle casse dello Stato un miliardo di euro; non stupisce quindi che gli automobilisti nostrani abbiano a cuore la legge n.125/2010 che in particolare ha ridotto il termine di notifica della multa da 150 a 90 giorni, il cui superamento da parte delle autorità rende il verbale viziato e quindi non più valido.

Leggi tutto...
Go to Top