Secondo la convenzione del 22 gennaio 2015 firmata con l’INPS nella persone del commissario straordinario Tiziano Treu, saranno bloccati per sei mesi i compensi per i CAF che in questo periodo collaboreranno con l’Istituto di Previdenza per la trasmissione delle dichiarazioni ISEE (acronimo di Indicatore della Situazione Economica Equivalente). Questo indicatore serve per permettere ad alcune famiglie particolari agevolazioni per quanto riguarda l’ambito della scuola, del sociale e della sanità. Nel luglio del 2015, tali compensi saranno nuovamente rivisti e forse adeguati.

La firma della convenzione

In questo modo, grazie alla firma della convenzione, i CAF possono riprendere la loro attività di supporto ai cittadini, visto che quest’ultimi, in difficoltà nel compilare la DSU (acronimo di Dichiarazione Sostitutiva Unica, primo step per la richiesta dell’Isee), si erano sentiti rispondere che bisognava aspettare del tempo, ossia che l’INPS firmasse questa convenzione con i Centri.


In base a questa convenzione, sono stati dunque riconfermati i compensi che erano stato definiti tre anni fa, nel 2012:

  • 8 euro per dichiarazione ISEE di una sola persona;
  • 10.80 euro per famiglie fino a cinque persone;
  • 13.20 euro per famiglie oltre le cinque persone.

Tuttavia, è stato fissato un limite, da parte dell’INPS, per la retribuzione di questi compensi, fermi alla soglia di 76 milioni di euro per il 2015. Se tale cifra dovesse aumentare, si dovranno di nuovo definire i parametri e le valutazioni.
Per quanto riguarda infine le penali, esse vanno da 5 euro fino a 300 euro ed interessano una serie di aspetti: ritardo nell’invio all’Istituto di Previdenza delle DSU ottenute dai CAF, parziale o mancato invio di ulteriore documentazione richiesta dalla stessa INPS e richiesta di contributi agli utenti. Quest’ultimo punto ha lasciato un po’ scettici gli operatori dei Centri vista la complessità delle domande da dover compilare e tutti i passaggi delicati da seguire per la compilazione stessa della dichiarazione ISEE.

Per quanto riguarda il fronte della compilazione della domanda del 730, sono stati ridefiniti i compensi per l’attività svolta per questa materia. Secondo le ultime novità legislative pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale, il vecchio compenso dei 14 euro non esiste più, sostituite dalle seguenti fasce: 13,60 euro nel 2015 per ogni dichiarazione, 15,40 per il 2016 e 16,90 euro dal 2017.

Lista

SEDE CAF UIL PROVINCIALE GENOVA

(id: 100207) info

via: PIAZZA COLOMBO, 4/7
cap: 16121
tel. 010585865
fax 0105959572
scrivi una mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SEDE CAF UIL BUSALLA Sportello
(id: 100208) info

via: VIA FRANCONALTO, 2
cap: 16012
tel. 010.976.12.28
fax
scrivi una mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SEDE CAF UIL CHIAVARI Sede Operativa
(id: 100209) info

via: PIAZZA ROMA, 50/2
cap: 16043
tel. 0185.37.08.01
fax 0185.35.48.61
scrivi una mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SEDE CAF UIL SESTRI PONENTE Sportello
(id: 100210) info

via: VICO SCHIAFFINO 1/1A
cap: 16154
tel. 010.653.14.92
fax 010.653.12.22
scrivi una mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SEDE CAF UIL VALBISAGNO Sportello
(id: 100212) info

via: VIA PIACENZA, 15/3C
cap: 16138
tel. 010.835.64.12
fax 010.835.64.12
scrivi una mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SEDE CAF UIL VOLTRI Sportello
(id: 336860) info

ia: VIA CAMOZZINI 10/2
cap: 16157
tel. 010691443
fax
scrivi una mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SEDE CAF UIL STRUPPA Sportello
(id: 336889) info

via: VIA STRUPPA 174
cap: 16165
tel. 010.830.09.24
fax
scrivi una mail caafuil.ge0@flashnet.i

SEDE CAF UIL SANDPIERDARENA Sportello
(id: 100214)

via: VIA CARZINO 2
cap: 16149
tel. 010.646.68.48
fax
scrivi una mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.





Potrebbe interessarti

Bambini immigrati in mensa: cosa prevede la legge

L’Italia è un paese che vanta da sempre grandi capacità di accoglienza sia in termini di solidarietà che di efficienza ricettiva, così come è noto che l’Italia è un paese crocevia del Mediterraneo, paese di transito, di emigrazione e di immigrazione

Leggi tutto...

Il referendum del 1946: sai cosa ha significato?

Con il termine referendum, si intende quel particolare strumento democratico grazie al quale gli elettori sono consultati in maniera diretta su determinati temi di rilevo. Essendo una grande conquista nell'epoca della democrazia diretta, il referendum permette agli elettori di fornire il proprio voto su un tema particolare, senza l'intermediazione del Parlamento.

Leggi tutto...

Marche da bollo per il passaporto: concessione governativa per l’espatrio

Il passaporto è un documento richiedibile da tutti i cittadini italiani che consente di attraversare i confini degli Stati riconosciuti dalla nostra Repubblica. Il passaporto viene rilasciato essenzialmente dalle questure, quando non da uffici particolari investiti di tale abilità, in seguito alla consegna di tutta una documentazione particolare nella quale è compreso un versamento al Ministero dell’Economia e delle Finanze e l’apposizione di una apposita marca da bollo.

Leggi tutto...

Separazione dei beni: ecco i passi che devi compiere

Sposarsi è una decisione importantissima per molti e un desiderio di tanti, soprattutto delle donne che sognano il proprio matrimonio sin da bambine. Il matrimonio non prevede però soltanto la cerimonia e il ricevimento di nozze; non è inoltre unicamente un'unione spirituale di due persone.

Leggi tutto...

Perché stipulare una polizza vita

La vita è come una scatola di cioccolatini: non si sa mai cosa ci può riservare. Per questo una polizza sulla vita può essere davvero conveniente, specialmente se consideriamo che, in caso di bisogno, essa può diventare un validissimo aiuto finanziario, sia come fondo per i familiari, sia come rendita aggiuntiva una volta in pensione.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Coefficiente rivalutazione TFR 2017: a cosa serve?

Il trattamento di fine rapporto consiste in una parziale retribuzione del lavoratore subordinato, effettuata dal datore di lavoro e differita alla cessazione del rapporto di lavoro. Al 31 dicembre di ogni anno entra in gioco il calcolo del coefficiente rivalutazione TFR. Bisogna infatti in quella data rivalutare la somma complessivamente accantonata al 31 dicembre dell'anno precedente.

Leggi tutto...

Quando il preventivo dell’avvocato è troppo alto

 

Il preventivo legale ti sembra troppo alto? E’ possibile contestare la parcella dell’avvocato anche se era stato accettato il preventivo per la consulenza prima?

Leggi tutto...

Preventivo notaio: quanto costano le spese notarili?

Nel calcolo delle spese notarili, valutabili già nel preventivo del notaio, è necessario tenere presenti diversi fattori, che naturalmente variano a seconda dell’atto che stiamo facendo, sia per quanto riguarda l’onorario del notaio sia ad esempio per quanto riguarda tasse e imposte che saremo chiamati a versare a questo professionista in qualità di sostituto d’imposta

Leggi tutto...

Imposte: proporzionali, progressive, regressive

La tipologia di imposta che ogni Stato decide di immettere in relazione alla ricchezza dei propri cittadini, può essere distinta in imposta fissa, imposta proporzionaleimposta progressiva regressiva.

Leggi tutto...

Come compilare una cambiale in maniera corretta? Scopriamolo

Quando si ha a che fare con un documento così importante come la Cambiale, è bene conoscerne i dettagli su come compilarla, così da evitare noie legali in un momento successivo. E' importante sapere che si hanno 3 anni a disposizione per provvedere ad eventuali parti omesse.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Assegno Trasferibile: ecco quello che c'è da sapere

L'assegno trasferibile è uno strumento che permette al titolare di un conto corrente, il pagamento di una somma ad un altro soggetto. L’assegno bancario è valido quando esiste una reale somma di denaro all'interno del conto.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Patteggiamento della pena: quando e come?

Il patteggiamento sulla pena rappresenta un istituto del diritto processuale penale disciplinato dal punto 4 dell'art.2 della legge delega dl 1987 e dall'art. 444 c.p.p. come modificato dalla legge 12 giugno 2003 n.134. Il patteggiamento è dunqueil procedimento caratterizzato dalla richiesta rivolta al Giudice dall'imputato di una sanzione sostitutiva diminuita fino a un terzo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Multe per eccesso di velocità: ecco una guida imperdibile

Le sanzioni e le relativo multe per eccesso di velocità, in seguito alle modifiche portate al codice della strada nell'estate del 2010, vanno a farsi più severe.

Leggi tutto...
Go to Top