Secondo la convenzione del 22 gennaio 2015 firmata con l’INPS nella persone del commissario straordinario Tiziano Treu, saranno bloccati per sei mesi i compensi per i CAF che in questo periodo collaboreranno con l’Istituto di Previdenza per la trasmissione delle dichiarazioni ISEE (acronimo di Indicatore della Situazione Economica Equivalente). Questo indicatore serve per permettere ad alcune famiglie particolari agevolazioni per quanto riguarda l’ambito della scuola, del sociale e della sanità. Nel luglio del 2015, tali compensi saranno nuovamente rivisti e forse adeguati.

La firma della convenzione

In questo modo, grazie alla firma della convenzione, i CAF possono riprendere la loro attività di supporto ai cittadini, visto che quest’ultimi, in difficoltà nel compilare la DSU (acronimo di Dichiarazione Sostitutiva Unica, primo step per la richiesta dell’Isee), si erano sentiti rispondere che bisognava aspettare del tempo, ossia che l’INPS firmasse questa convenzione con i Centri.


In base a questa convenzione, sono stati dunque riconfermati i compensi che erano stato definiti tre anni fa, nel 2012:

  • 8 euro per dichiarazione ISEE di una sola persona;
  • 10.80 euro per famiglie fino a cinque persone;
  • 13.20 euro per famiglie oltre le cinque persone.

Tuttavia, è stato fissato un limite, da parte dell’INPS, per la retribuzione di questi compensi, fermi alla soglia di 76 milioni di euro per il 2015. Se tale cifra dovesse aumentare, si dovranno di nuovo definire i parametri e le valutazioni.
Per quanto riguarda infine le penali, esse vanno da 5 euro fino a 300 euro ed interessano una serie di aspetti: ritardo nell’invio all’Istituto di Previdenza delle DSU ottenute dai CAF, parziale o mancato invio di ulteriore documentazione richiesta dalla stessa INPS e richiesta di contributi agli utenti. Quest’ultimo punto ha lasciato un po’ scettici gli operatori dei Centri vista la complessità delle domande da dover compilare e tutti i passaggi delicati da seguire per la compilazione stessa della dichiarazione ISEE.

Per quanto riguarda il fronte della compilazione della domanda del 730, sono stati ridefiniti i compensi per l’attività svolta per questa materia. Secondo le ultime novità legislative pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale, il vecchio compenso dei 14 euro non esiste più, sostituite dalle seguenti fasce: 13,60 euro nel 2015 per ogni dichiarazione, 15,40 per il 2016 e 16,90 euro dal 2017.

Lista

SEDE CAF UIL PROVINCIALE GENOVA

(id: 100207) info

via: PIAZZA COLOMBO, 4/7
cap: 16121
tel. 010585865
fax 0105959572
scrivi una mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SEDE CAF UIL BUSALLA Sportello
(id: 100208) info

via: VIA FRANCONALTO, 2
cap: 16012
tel. 010.976.12.28
fax
scrivi una mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SEDE CAF UIL CHIAVARI Sede Operativa
(id: 100209) info

via: PIAZZA ROMA, 50/2
cap: 16043
tel. 0185.37.08.01
fax 0185.35.48.61
scrivi una mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SEDE CAF UIL SESTRI PONENTE Sportello
(id: 100210) info

via: VICO SCHIAFFINO 1/1A
cap: 16154
tel. 010.653.14.92
fax 010.653.12.22
scrivi una mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SEDE CAF UIL VALBISAGNO Sportello
(id: 100212) info

via: VIA PIACENZA, 15/3C
cap: 16138
tel. 010.835.64.12
fax 010.835.64.12
scrivi una mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SEDE CAF UIL VOLTRI Sportello
(id: 336860) info

ia: VIA CAMOZZINI 10/2
cap: 16157
tel. 010691443
fax
scrivi una mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SEDE CAF UIL STRUPPA Sportello
(id: 336889) info

via: VIA STRUPPA 174
cap: 16165
tel. 010.830.09.24
fax
scrivi una mail caafuil.ge0@flashnet.i

SEDE CAF UIL SANDPIERDARENA Sportello
(id: 100214)

via: VIA CARZINO 2
cap: 16149
tel. 010.646.68.48
fax
scrivi una mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.





Potrebbe interessarti


Le droghe legali ed il fenomeno delle smart drug

“Le Smart drugs” o “Smart nutrients” fanno parte di un fenomeno nuovo, in vasta crescita in Europa, che hanno l'obiettivo di simulare l’effetto di droghe illegali pur essendo legali, poiché sono composte essenzialmente da elementi di origine naturale.

Leggi tutto...

Denunciare la Malasanità all'URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico)

Con malasanità si intende in generale un episodio in cui si verifica una carenza della prestazione dei servizi professionali rispetto alle loro capacità che causa un danno al soggetto beneficiario della prestazione.

Leggi tutto...

I Presidenti della Repubblica Italiana

La Repubblica Italiana ha avuto, al 2011, 11 presidenti della Repubblica.

Leggi tutto...

Tribunale ordinario: conosciamolo meglio!

Il tribunale ordinario rappresenta, nell'ordinamento italiano, l'organo giurisdizionale cui competono cause civili e penali, in primo grado, le quali non siano di competenza di altri giudici. In appello, il tribunale ordinario si occupa di cause su cui si è già pronunciato il giudice di pace.

Leggi tutto...

Cos'è e cosa fa la medicina legale?

La medicina legale è un ramo della medicina che si congiunge al diritto, ed è nata per conoscere e applicare le conoscenze mediche al diritto.

Leggi tutto...

I più condivisi


Il calcolo della quattordicesima mensilità

La quattordicesima mensilità è un istituto di origine non legale (ha natura contrattuale). La disciplina della quattordicesima fa riferimento alla determinazione delle parti sociali. Abbiamo dunque pensato possa essere utile determinare quali siano gli aspetti più importanti della quattordicesima, rimandandovi eventualmente ai concetti generali sul diritto finanziario. 

Leggi tutto...

Esempio di calcolo IMU: strumenti e simulazioni

Per quanto riguarda esempi di calcolo dell'IMU, si parla di un valore pari a circa il triplo della vecchia ICI.

Leggi tutto...

Tariffa igiene ambientale: ecco in cosa consiste!

Nei prossimi anni, a seguito del decreto Rochi, la TARSU lascerà il posto alla TIA, o tariffa di Igiene ambientale, il cui scopo è quello di riuscire a far spendere al contribuente la somma reale, relativa all'effettivo utilizzo del servizio in questione.

Leggi tutto...

Cos'è la permuta? Scopriamo questo contratto

Con il termine permuta s'intende lo scambio tra due persone, di oggetti e servizi di varia natura. Neglratica, veloce e soprattutto economica per procurarsi oggetti o servizi che altrimenti ni ultimi anni sono sempre più numerose le persone che usano questa forma di scambio pon potrebbero comprare.

Leggi tutto...

Preventivo notaio: quanto costano le spese notarili?

Nel calcolo delle spese notarili, valutabili già nel preventivo del notaio, è necessario tenere presenti diversi fattori, che naturalmente variano a seconda dell’atto che stiamo facendo, sia per quanto riguarda l’onorario del notaio sia ad esempio per quanto riguarda tasse e imposte che saremo chiamati a versare a questo professionista in qualità di sostituto d’imposta

Leggi tutto...

Leggi anche...


Avvocati di Milano: vediamo a chi rivolgersi!

La sezione Professionisti di Portal Diritto si amplia con gli avvocati di Milano. Di seguito gli studi che sono presenti anche sul web grazie ai propri siti internet.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Tariffe multe (non solo divieto di sosta): confronta gli importi

Poche volte consideriamo gli importi delle multe una somma ragionevole rispetto all'infrazione effettuata. Sarebbe bene conoscere quali sono gli importi delle multe per evitare di riceve spiacevoli avvisi da parte delle forze di Polizia.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Cartella esattoriale Equitalia: scopri come fare per la cancellazione dell'ipoteca!

Aprendo la cassetta della posta, possiamo rischiare l'infarto trovandoci di fronte una cartella esattoriale Equitalia. Riprendiamo il fiato, perchè a quanto pare, una cartella inviata per posta può considerarsi tranquillamente nulla: infatti la Sent. CTP di Milano, 75/26/11 della Commissione Tributaria Provinciale di Milano ha stabilito la nullità di una cartella Equitalia inviata per posta raccomandata, in quanto tali atti devono essere notificati da figure giuridicamente preposte a tale incarico.

Leggi tutto...
Go to Top