La quattordicesima mensilità è un istituto di origine non legale (ha natura contrattuale). La disciplina della quattordicesima fa riferimento alla determinazione delle parti sociali. Abbiamo dunque pensato possa essere utile determinare quali siano gli aspetti più importanti della quattordicesima, rimandandovi eventualmente ai concetti generali sul diritto finanziario.

Viene distribuita una volta all'anno prima dell’estate (nel periodo tra giugno e fine luglio). La maturazione riguarda i 12 mesi precedenti l'erogazione.

Il calcolo della quattordicesima mensilità avviene prendendo in considerazione una mensilità dello stipendio normale nel caso di retribuzione mensile fissa qualora il rapporto di lavoro sia di durata di 12 mesi a copertura del periodo di maturazione. Nel momento in cui il lavoratore non abbia però lavorato l'intero anno, l'ammontare sarà riproporzionato.

Nel caso in cui si tratti di lavoratori retribuiti con provvigioni, il calcolo viene effettuato sulla base della media degli elementi fissi e variabili della retribuzione percepita nei 12 mesi precedenti. Per quel che concerne alcuni fattori previdenziali possiamo dire che si tratta di un'erogazione che concorre alla formazione dell'imponibile previdenziale per il calcolo dei contributi di assistenza e di previdenza.

La quattordicesima mensilità viene percepita dai dipendenti come un'entrata ulteriore rispetto alle normali mensilità e alla Tredicesima mensilità, solitamente erogata alla fine dell'anno solare. Nel caso di lavoratori come i collaboratori domestici, è sicuramente prevista la tredicesima mentre per la mensilità successiva bisogna verificare attentamente con i professionisti del settore.

Le tasse

A livello fiscale l'importo concorre alla formazione della base imponibile a norma dell'art. 51 del D.P.R. n. 917/1986. Gli importi relativi alla quattordicesima mensilità concorrono a formare reddito da lavoro dipendente. In sede di conguaglio di fine anno o di fine rapporto le mensilità aggiuntive sono aggregate con le altre normali retribuzioni.

Se appartieni al mondo Pubblico ti indirizziamo con piacere verso una Guida che ti spiega nel dettaglio come consultare le informazioni che ti riguardano sugli Stipendi PA.

Assenze dal lavoro 

Molto spesso ci si chiede se assentandosi da lavoro sia comunque possibile maturare la quota (o parte di essa) di quattordicesima.
Vogliamo rassicurarvi dicendovi che vi sono occasioni in cui ciò accade e sono ad esempio:

  • Malattia;
  • Maternità;
  • Infortunio sul lavoro;
  • Ferie e permessi ordinari;
  • Festività;
  • Donazione sangue 

In linea con questo dubbio ne sorge probabilmente un altro e riguarda l’assunzione o la cessazione in corso d’anno: in questo caso è possibile o non è possibile maturare la quota?
Se il dipendente viene assunto o interrompe il rapporto in corso d’anno, egli maturerà una quattordicesima mensilità pari a quanti sono stati i mesi interi di lavoro.
Per esempio, se un dipendente dovesse essere assunto qualche giorno prima del 15 gennaio 2020 con retribuzione lorda pari a 1.560 euro, nel periodo 1 luglio 2019-30 giugno 2020 allora maturerà sei ratei di quattordicesima mensilità pari a 780 euro lordi.

Ma nel caso in cui dovesse essere assunto, ad esempio, il 25 gennaio 2020, allora avrebbe maturato cinque ratei anziché sei.
Le stesse regole valgono per le cessazioni in corso d’anno, ma vi è una differenza, in questi casi infatti la quattordicesima mensilità viene corrisposta in linea con la retribuzione dell’ultimo mese di contratto, insieme a tutte le altre competenze di fine rapporto, escluso il TFR.

Anche in questo caso il dipendente maturerà i ratei in relazione al giorno in cui cessa il contratto o smette di lavorare: se prima del quindici ne avrà calcolata una in meno, se dopo una in più.
Infine un posto tra queste informazioni lo meritano sicuramente i dipendenti part-time, ormai sempre più diffusi, si tratta di tutti coloro che svolgono un orario ridotto ma che non per questo non hanno diritto alla stessa retribuzione dei dipendenti a tempo pieno, quattordicesima mensilità compresa.

Questa però, come è giusto che sia, va proporzionata in ragione del part-time.
Per esempio, un dipendente part-time al 50% a 20 ore settimanali (quindi il tempo pieno corrisponde a 40 ore settimanali).
Se la retribuzione lorda di un dipendente a tempo pieno è di 1.600 lordi, allora quella del dipendente part-time sarà la metà e quindi 800 euro.
Qualora il soggetto dovesse maturare l’intera quota di quattordicesima mensilità questa corrisponderebbe proprio ad 800 euro, salvo avvenimenti di qualche tipo che ne determinano ricalcoli di qualche tipo.
Insomma, si tratta sicuramente di qualcosa che è importante conoscere anche prima di iniziare a lavorare perché si tratta comunque di un’ulteriore entrata che può risultare comoda per i motivi più disparati.

Pensionati e ai disagiati

immagine per quattordicesima mensilità

Come ogni anno, l’ente lo annuncia con la circolare n. 30 del 2 luglio 2015. E ci sono riconoscimenti anche per i pensionati ex Inpdap, ed ex Enpals, enti che sono confluiti nell’Inps.

Si tratta delle seguenti cifre:

  • -336 euro spettano ai pensionati ex lavoratori dipendenti
  • -420 euro spettano ai pensionati ex lavoratori dipendenti che hanno da 15 anni e fino a 25 anni di contribuzione (da 781 a 1.300 contributi settimanali). Ed ai pensionati ex lavoratori autonomi che hanno da 18 anni a 28 anni di contributi versati (da 937 a 1.456 contributi settimanali);
  • -504 euro spettano ai lavoratori dipendenti e autonomi che hanno rispettivamente più di 25 anni (oltre 1.301 contributi settimanali) e 28 anni di contributi versati (oltre 1.457 contributi settimanali).




Potrebbe interessarti

Codice civile italiano: vi diamo tutte le indicazioni

immagine per Codice civile italiano

Il diritto di famiglia è un argomento molto presente nel codice civile italiano. Il codice civile italiano infatti rivolge alla famiglia il primo libro, dal titolo "Delle persone e della famiglia".

Leggi tutto...

Il diritto penale e le sue fonti

Il diritto penale è un ramo del diritto pubblico interno. Lo Stato vieta alcune condotte per mezzo di una sanzione che si pone a tutela dei valori fondamentali. Il diritto penale è la pena che distingue il reato, ovvero l’illecito penale, dall’illecito civile e dall’illecito amministrativo.

Leggi tutto...

La Pratica Forense per la Professione di Avvocato è retribuita?

Con il termine avvocato si intende un professionista, laureato in materie giuridiche, che si occupa di rappresentare assistendo o difendendo una parte processuale.
Per esercitare la professione di avvocato, è necessario essere iscritti all'albo

Leggi tutto...

Che cos’è l’Oblazione penale? Quando è usata?

Il termine oblazione deriva dal latino offrire. Nel diritto penale indica una causa di estinzione del reato consistente nel pagamento volontario di una somma. È importante chiarire che l'oblazione penale è limitata alle contravvenzioni (è prevista dagli articoli 162 e 162bis del codice penale). In principio poteva essere utilizzata solo per le contravvenzioni punite con la pena dell'ammenda mentre con il tempo è stata prevista un’ulteriore ipotesi che riguarda le contravvenzioni punite con la pena alternativa dell'arresto e dell'ammenda. 

Leggi tutto...

Cos'è il diritto amministrativo? Proviamo a scoprirlo

Cos'è di preciso il Diritto amministrativo, e quali competenze lo riguardano? Innanzitutto diciamo che si tratta di un ramo del diritto pubblico, e disciplina le attività di perseguimento degli interessi pubblici della pubblica amministrazione e i rapporti tra questa e i cittadini.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Scadenza della cambiale: come comportarsi?

Una cambiale è un titolo di credito all'ordine: questo significa che chi ne è in possesso, ha il diritto senza condizioni di farsi pagare la somma indicata entro la data di scadenza riportata sul titolo. Prima di vedere cosa succede quando non si rispettano i tempi di scadenza della cambiale, diamo qualche altra informazione generale.

Leggi tutto...

Le commissioni tributarie: qual è il loro ruolo?

Nell'ambito dell'ordinamento italiano, esistono particolari organi giurisdizionali denominati Commissioni tributarie. Queste sono dei giudici particolari che si esprimono in materia tributaria.

Leggi tutto...

Domanda aggregata: ti spieghiamo noi come funziona

immagine di Domanda aggregata

La Domanda aggregata rappresenta la spesa compiuta dai soggetti di un determinato sistema economico. I Consumi da parte delle famiglie, la spesa per Investimenti da parte delle imprese e la spesa in beni e servizi del settore pubblico: tutte componenti fondamentali di questo documento.

Leggi tutto...

Il codice tributo 4726 e gli studi di settore in materia di adeguamento

L’art. 10 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201 (commi da 9 a 13), convertito con modificazioni, nella legge 22 dicembre 2011, n. 214 (Decreto Monti), ha apportato importanti modifiche alla disciplina relativa agli studi di settore, anche in materia di adeguamento.

Leggi tutto...

8 x 1000: la lista dei beneficiari

Al momento della dichiarazione dei redditi, esistono due voci di cui si sente molto parlare e che fanno assai discutere: si tratta della destinazione dell'otto per mille e del cinque per mille. Vediamo nel dettaglio la prima di queste due destinazioni.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Notai a Bologna: indirizzi e informazioni

Questa figura professionale è al centro di una riforma sulla libera concorrenza che il Governo Renzi vorrebbe attuare. Oltre ai notai, sono interessati anche avvocati e la possibilità di vendere i farmaci di fascia C anche nei supermercati e nelle parafarmacie (quest’ultimo tema già in passato era stato in mano ai precedenti esecutivi senza giungere a nulla di concreto). Per quanto riguarda la professione notarile, l’intenzione è quella di ridurre l’obbligo di recarsi dal notaio per tutta una serie di atti, come atti societari o anche piccole proprietà.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Patente a punti: sai davvero come funziona dopo la riforma?

immagine per Patente a punti

Con la riforma del sistema delle patenti in Italia, avvenuta nel 2003, il codice della strada ha stabilito che ogni titolare di patente o patentino CIG abbia in dotazione, al momento del conseguimento della patente a punti, un totale di 20 punti.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Contestare una multa: ti spieghiamo le procedure da fare

immagine per contestare una multa

Per poter contestare una multa è possibile rivolgersi presso due autorità prestabilite: il prefetto oppure il giudice di pace.

Leggi tutto...
Go to Top