Il trattamento di fine rapporto consiste in una parziale retribuzione del lavoratore subordinato, effettuata dal datore di lavoro e differita alla cessazione del rapporto di lavoro. Al 31 dicembre di ogni anno entra in gioco il calcolo del coefficiente rivalutazione TFR. Bisogna infatti in quella data rivalutare la somma complessivamente accantonata al 31 dicembre dell'anno precedente.

Normativa legata al trattamento

Il calcolo del coefficiente rivalutazione TFR è previsto dal codice civile, al comma 4 articolo 2120 ed è calcolato mediante un meccanismo di indicizzazione a base composta. Le due componenti del calcolo sono un tasso a misura fissa dell'1,5% ed uno a misura variabile, che corrisponde al 75% dell'aumento dell'indice dei prezzi al consumo, per le famiglie dei lavoratori dipendenti, secondo quanto previsto dall'ISTAT.

Cos’è l’ISTAT

L’ISTAT, che sta per Istituto Nazionale di Statistica, è un ente pubblico che gestisce le rivelazioni e le indagini statistiche in molti settori. Questo ente, nacque nel lontano 1926. Inizialmente il suo nome era Istituto Centrale di Statistica e serviva per raccogliere, organizzare e gestire le informazioni nazionali.

Dopo un decreto legislativo del 6 Settembre 1989, nascerà il SISTAN, ossia il Sistema Statistico Nazionale, che fu un ente che accolse con sè, tantissimi enti pubblici. Proprio nel 1989, l’Istituto Centrale di Statistica, prese il nome di ISTAT che detiene tuttora, subendo molte variazioni riguardo i compiti, le attività e l’organizzazione dell’istituto.

Questo istituto è diventato sempre più importante e con la sua sede a Roma, ha un’estensione capillare che arriva in ogni parte del territorio nazionale italiano. I ruoli svolti dall’ISTAT sono davvero molti. L’istituto li svolge a livello nazionale e tra le statistiche di cui si occupano, ci sono censimenti della popolazione, indagini sul campionamento delle famiglie, quindi lo stile di vita, il lavoro, la salute, il tempo libero e molte altre cose che fanno parte di una normale famiglia, le indagini economiche di tutta la nazione, quindi l’andamento del mercato, la crisi economica e tante altre statistiche di fondamentale importanza.

Regolarmente e costantemente, vengono raccolti dei dati che rappresentano un patrimonio conoscitivo molto ricco per categorie di persone, molti settori e per ordini professionali diversi tra loro. Ogni dato che viene raccolto è pubblico e può essere raccolto e pubblicizzato attraverso banche dati, tavole di dati, comunicati stampa, pubblicazioni scientifiche e cataloghi. I dati possono essere consultati presso la biblioteca dell’istituto per quanto riguarda i dati raccolti prima dell’anno 2000, mentre per quelli raccolti successivamente all’anno 2000, possono essere consultati online.

L’unica differenza, oltre all’anno delle statistiche, è che i dati consultabili online, sono gratuiti e di libero accesso a tutti, mentre i dati che vengono personalizzati su richiesta o i dati richiesti su supporti informatici non lo sono. Ogni dato che viene raccolto dall’ISTAT è nel rispetto della privacy e sono costantemente posti a valutazione e calcolo statistico.

Indici dell'erogazione dei TFR (valido anche per le colf, badanti e domestici)

Se un dipendente viene liquidato o dimesso, l'erogazione viene calcolata in corso d'anno, ed il coefficiente di rivalutazione viene considerato relativo al mese precedente se tale liquidazione precede il 14 del mese, o al mese successivo se la liquidazione è successiva al 14 del mese.

Ogni nuovo anno la rivalutazione monetaria collegata non prende in considerazione le quote maturate nell'ultimo anno, per cui gli effetti inflazionistici di quest'ultimo entrano in gioco a partire dall'anno successivo alla maturazione.

Cos'è il trattamento di fine rapporto? Si gestisce su base annuale? C'è qualcuno che ne è esente? 

Il TFR o trattamento di fine rapporto è ciò che identifica nel contratto di lavoro la cosiddetta liquidazione e determina ciò che è stabilito nel Codice civile in merito al diritto di percepire ai lavoratori subordinati il pagamento di una somma calcolata in base a parametri standard. In genere equivale a una quota pari e comunque non superiore all'importo della retribuzione dovuta per l'anno stesso divisa per 13,5. La quota è proporzionalmente ridotta per le frazioni di anno, computandosi come mese intero le frazioni di mese uguali o superiori a 15 giorni.

Si tratta di una esigenza dovuta al lavoratore, in caso di licenziamento o dimissioni, in quanto si tratta di un compenso necessario per superare le difficoltà economiche conseguenti alla cessazione del rapporto di lavoro.vIn caso di fallimento dell'azienda presso cui lavora, al soggetto è comunque garantito il TFR grazie all'intervento da parte dell'INPS.

In generale, la disciplina prevede tre punti: la garanzia del trattamento di fine rapporto, la rivalutazione del trattamento fine rapporto e l'anticipazione del trattamento fine rapporto.

Con la riforma avvenuta nel novembre 2005, in seguito alla legge di Riforma della Previdenza complementare, è stata regolata la destinazione di questo emolumento ai fondi pensioni complementari attraverso l'introduzione del tacito assenso. A partire dal 2007, ogni lavoratore dipendente può dunque scegliere a chi destinarlo, ovvero se mantenerlo nella forma attuale oppure destinarlo alla costruzione di una pensione integrativa attraverso i fondi pensione.





Potrebbe interessarti

Cos'è e cosa fa la medicina legale?

La medicina legale è un ramo della medicina che si congiunge al diritto, ed è nata per conoscere e applicare le conoscenze mediche al diritto.

Leggi tutto...

Magistratura italiana: ecco alcune delle sue funzioni

In Italia, la magistratura è un organo costituzionale con funzioni giurisdizionali, che opera in maniera autonoma e indipendente dagli altri poteri.

Leggi tutto...

La validità di una Separazione legale

 

La separazione di fatto si ha quando si verifica la cessazione della convivenza da parte dei coniugi, che non abitano più insieme. I coniugi hanno deciso di interrompere la convivenza senza formalità, ognuno si occupa del proprio destino non interessandosi dell’altro. I coniugi hanno deciso “di fatto” di non procedere con la convivenza senza però procedere ad atti legali.

Leggi tutto...

Punti invalidità: un approfondimento completo

Ogni singolo cittadino italiano possiede determinati diritti imprescindibili e altrettanti doveri da rispettare. Una società civile intesa come tale deve infatti garantire a tutti gli individui di una data nazione diritti importantissimi come il diritto al lavoro e il diritto alla salute.

Leggi tutto...

Adozione per single: quando sarà possibile in Italia?

 

Secondo quanto previsto dalla Convenzione di Strasburgo sui fanciulli del 1967, l'adozione da parte di un genitore single non sarebbe un tabù. Infatti, tale Convenzione, che in pratica contiene le linee guida relative all'adozione di minori, non conterrebbe nulla in contrario.

Leggi tutto...

I più condivisi

Capacità contributiva: gli indici e altre informazioni

Uno dei problemi di cui gli Italiani tendono a lamentarsi spesso, soprattutto negli ultimi anni, è l'eccessivo livello di tasse che sono chiamati a pagare annualmente e che tende a ridurre il reddito che hanno a disposizione mensilmente per sé e la propria famiglia.

Leggi tutto...

Buoni ordinari del tesoro: come funzionano?

I BOT, ovvero i buoni ordinari del tesoro, sono dei titoli a breve scadenza emessi dallo stato, da molti considerati come titoli con un rischio pari allo zero. Sono un titolo senza cedola, della durata massima di 12 mesi, che vengono emessi dallo Stato Italiano per finanziare il debito pubblico.

Leggi tutto...

Il ricorso cartelle di equitalia e l’annullamento del debito: come fare?

 

Equitalia S.p.A. è una società italiana a totale controllo pubblico, incaricata della riscossione dei tributi su tutto il territorio, ad eccezione della Sicilia. È partecipata al 51% dall'Agenzia delle Entrate, ed al 49% dall'INPS.

Leggi tutto...

Il codice tributo 4726 e gli studi di settore in materia di adeguamento

L’art. 10 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201 (commi da 9 a 13), convertito con modificazioni, nella legge 22 dicembre 2011, n. 214 (Decreto Monti), ha apportato importanti modifiche alla disciplina relativa agli studi di settore, anche in materia di adeguamento.

Leggi tutto...

Esempio di calcolo IMU: strumenti e simulazioni

Per quanto riguarda esempi di calcolo dell'IMU, si parla di un valore pari a circa il triplo della vecchia ICI.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Caf Reggio Emilia: contatti e informazioni

CAF, o centri di Assistenza Fiscale di Reggio Emilia, sono delle organizzazioni che hanno ottenuto dal Ministero delle Finanze l'autorizzazione ad iscriversi all'albo nazionale e possono contribuire alla corretta presentazione, da parte dei contribuenti, di determinati moduli presso le Agenzie Entrate, e della corretta compilazione di modelli come il 730 e altre dichiarazioni, anche per commercianti.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Multe per eccesso di velocità: ecco una guida imperdibile

Le sanzioni e le relativo multe per eccesso di velocità, in seguito alle modifiche portate al codice della strada nell'estate del 2010, vanno a farsi più severe.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Regolamento Ufficiale per il trasporto dei bambini in auto

Ecco alcune regole importanti da seguire quando si vogliono trasportare i bambini in automobile.

Leggi tutto...
Go to Top