Quando si decide di aprire una attività o un lavoro in proprio, è necessario innanzitutto stabilire la forma giuridica da assumere, secondo quanto stabilisce il diritto commerciale; le alternative sono fra la scelta di lavorare in proprio o costituire una società. Praticamente si tratta di scegliere se diventare un Imprenditore in privato oppure entrare in società.

La Ditta Individuale rappresenta la forma giuridica più semplice in quanto richiede pochi adempimenti. Per aprire una ditta individuale bisogna pensare che essa si costituisce nel momento in cui una persona fisica decide di iniziare una attività economica con l'obiettivo di produrre uno scambio di beni o servizi; per questo scopo si premura di organizzare e cordinare i necessari fattori produttivi (lavoro e capitale), assumendosi il rischio d'impresa dell'attività in questione.

 

Aprire una ditta individuale fa si che colui che è intestatario e responsabile dell'attività deve rispondere ai vari adempimenti in materia giuridica:

innanzitutto è necessaria l'apertura di una posizione assicurativa presso l'INAIL entro un periodo di massimo 5 giorni precedenti l'inizio dell'attività.

Cosa dichiarare all'INAIL

  • la tipologia dell'attività che si ha intenzione di svolgere
  • in caso di ditta con dipendenti, il personale che si intende impiegare (in questo caso, bisogna comunicare entro la stessa data anche il codice fiscale dei lavoratori nel momento in cui si decida di procedere con assunzioni o licenziamenti
  • la retribuzione prevista da corrispondere nell'anno presente e successivo
  • i macchinari e impianti che si intende utilizzare nel corso dell'attività
  • varie ed eventuali

Quali documenti servono

  • libro matricola della ditta
  • registro presenze
  • cedolini paga

Tutti questi documenti vanno quindi vidimati e numerati.

Tipologie di ditte individuali

La ditta individuale oltre ad essere la forma più semplice di società può anche essere svolta nella forma di impresa familiare o addirittura di impresa coniugale. Vale a dire che il titolare della ditta si avvale dell’aiuto dei suoi familiari.

Impresa familiare

Nella forma di impresa familiare infatti, possono partecipare anche il coniuge, i vari parenti fino al terzo grado di parentela e i parenti acquisiti fino al secondo grado. Secondo l’articolo 230 BIS del Codice CivileImpresa coniugale

Per quanto riguarda l’impresa di tipo coniugale, bisogna che vengano rispettate alcune condizione:
essa deve essere costituita dopo il matrimonio, i coniugi al momento del matrimonio devono aver optato per il regime di comunione legale dei beni e tutti e due, marito e moglie, devono gestire l’impresa in parità e senza vincoli di subordinazione. Infatti, sempre secondo l’art 230 BIS c.c. “il lavoro della donna è considerato equivalente a quello dell’uomo”.
I creditori di questo tipo di forma particolare di impresa, possono rivalersi su tutti i beni in comunione tra i coniugi, anche se alieni all’azienda.





Potrebbe interessarti

Diritto di difesa: come usufruirne

Analizziamo oggi in questo articolo un concetto molto importante per la persona. Il Diritto di difesa è infatti uno dei principali diritti riconosciuti all'imputato nell’ambito del diritto processuale penale. Il diritto di difesa è tecnico e sostanziale. Si ha la prima accezione nel momento in cui si ha il diritto e dovere di avere un difensore che guida la parte nel processo tramite consigli tecnici; la seconda con la titolarità dell'imputato stesso che sceglie la tesi sulla quale dibattere la propria posizione.

Leggi tutto...

Come è regolata la legge sul Daspo? Vediamolo insiem

Negli ultimi anni il Daspo è una misura restrittiva che balza sovente agli onori della cronaca, sia per quanto riguarda le manifestazioni sportive che, negli ultimi giorni, per quanto concerte il diritto di manifestazione tout court. Con il termine si intende il Divieto di accedere alle manifestazioni sportive.

Leggi tutto...

La riforma del divorzio breve: ecco in cosa consiste

Non sempre l'unione tra due coniugi va a buon fine. Capita spesso infatti che per motivi di varia natura e legati a diverse incomprensioni tra marito e moglie si prenda la decisione, anche in presenza di figli, di separarsi.

Leggi tutto...

Rilascio passaporto a Milano: dove richiedere il passaporto elettronico

Il passaporto ordinario è un documento che consente l’opportunità di viaggiare soggiornando in tutti gli Stati riconosciuti dalla Repubblica Italiana: il rilascio del passaporto a Milano è consentito a tutti i cittadini italiani ed è, in Italia, una procedura di competenza delle questure.

Leggi tutto...

Cos’è l’Attività istruttoria

Entriamo nel dettaglio di una delle attività più importanti del processo amministrativo. L'attività istruttoria è infatti un’attività volta ad individuare la realtà dei fatti. Ovviamente precede l'attività di trattazione (che viene inserita per l'individuazione della disciplina giuridica applicabile). 

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Accisa benzina: tutti i rincari del carburante

Il 2012 e il primo trimestre del 2013 hanno registrato ulteriori nuovi aumenti sul prezzo del carburante, per far fronte agli obblighi del Patto di Stabilità e sanare i conti danneggiati dalla crisi finanziaria internazionale.

Leggi tutto...

Comitato creditori: di cosa si occupa? Ecco come funziona

Immagine presente nell'articolo Comitato creditori: di cosa si occupa? Ecco come funziona

Per quanto riguarda la procedura di fallimento, esistono diverse figure ad esso preposte denominate Organi del fallimento, secondo le norme del diritto commerciale, artt. 23-41 della Legge Fallimentare.

Leggi tutto...

Buoni ordinari del tesoro: come funzionano?

I BOT, ovvero i buoni ordinari del tesoro, sono dei titoli a breve scadenza emessi dallo stato, da molti considerati come titoli con un rischio pari allo zero. Sono un titolo senza cedola, della durata massima di 12 mesi, che vengono emessi dallo Stato Italiano per finanziare il debito pubblico.

Leggi tutto...

Cos’è l’Anatocismo? Come si calcola?

La parola anatocismo sta a significare la capitalizzazione degli interessi su un capitale, in modo che siano produttivi di altri interessi (questi interessi vengono poi dichiarati composti). La legge italiana autorizza il pagamento degli interessi legali sulle quote di debito, che non sono state saldate a scadenza. 

Leggi tutto...

Modello F23 editabile, cos’è e quando si deve utilizzare

Rispetto ad altri Paesi europei, in Italia purtroppo si è costretti a pagare annualmente diverse tipologie di tasse. Per rendere meno complicato e pesante il loro pagamento, almeno dal punto di vista pratico, negli ultimi anni l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione dei contribuenti, sul proprio sito internet, alcuni utili strumenti che permettono di poter compilare e stampare dei moduli, utilizzabili appunto per il versamento di alcune imposte.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Notaio per l’acquisto della prima casa: consulenza e preventivo

Se ti stai apprestando a comprare casa, tra le spese che dovrai senza dubbio considerare c’è quella del notaio: una voce che capita di considerare solo all’ultimo – specie se è la prima volta che ci apprestiamo ad acquistare un’abitazione. Tra le buone notizie c’è che per l’acquisto della prima casa sono previste delle agevolazioni: vediamo però come muoverci tra il preventivo del notaio e la preziosa consulenza che questo professionista può offrirci.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Decurtazione da 6 a 10 punti patente, occhio al semaforo rosso!

A partire dal 2003, in Italia è stata introdotta la norma che prevede l'assegnazione di punti al momento del conseguimento della patente. Ogni volta che si commette un illecito particolare, è prevista la decurtazione di punti, fino ad arrivare a 0 punti e conseguenti provvedimenti disciplinari nei confronti del guidatore.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Importo multe: sei sicuro della correttezza del documento che ti è arrivato?

Il dramma di ricevere una multa è collegato non tanto al fatto di aver infranto il codice della strada, quanto al pagamento e alla somma da esborsare per poter sistemare la propria situazione di infrazione.

Leggi tutto...
Go to Top