Abbiamo creato questa sezione al fine di riportare alcuni link utili a coloro i quali abbiano bisogno di una consulenza da parte di un commercialista a Torino: il capoluogo offre, sotto questo punto di vista, moltissimi studi.

Studi commercialisti di Torino 

Aaron & Milton
Quest’agenzia di commercialisti di Torino risolverà le tue controversie in 60 giorni e con costi a partire da 100 euro più IVA. Oggi è possibile farlo anche via Internet grazie ai servizi della Camera Arbitrale Aaron & Milton.

105, c. Vittorio Emanuele II
tel: 800 090276
fax:011 19791896

CAF MCL
Dal 1997 il CAF MCL fornisce ai lavoratori e pensionati assistenza e consulenza qualificata nel campo fiscale e pensionistico. Il CAF svolge il servizio di assistenza fiscale per la compilazione dei modelli 730.
9, p. Solferino
tel: 011 5069444
fax:011 5068652

B.L. Consulting S.C.

21, c. Inghilterra
tel: 011 4344018
fax:011 4339812

Marco Savio & Associati sas
La struttura è costituita da una società di servizi e da uno studio professionale associato. Il gruppo è integrato da uno studio di professionisti iscritti agli ordini dei consulenti del lavoro, dottori e ragionieri commercialisti, revisori dei conti, consulenti tecnici del giudice, avvocati.
11, v. Montevecchio
tel: 011 5582411
fax:011 5188202

Studio Crozza Commercialista
Attivo da diversi anni nel settore della consulenza fiscale, aziendale e societaria. Lo studio Crozza si occupa di consulenza fiscale, societaria, amministrativa e contabile, revisione contabile e certificazione bilanci.

10126 Torino (TO)
43, v. Millefonti
tel: 011 6632440
fax:011 6636122

Studio Correnti
Nato dall’esperienza del dott. Correnti, questo studio studia tutti i casi in ambito amministrativo, tributario, fiscale e di consulenza d’impresa. Completa il quadro la collaborazione con famosi legali e professionisti per offrire al cliente un’assistenza a 360 gradi.
10128 Torino
Corso Re Umberto, 95, Torino
tel: 011 764 0900
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Studio Andreone Casserotto
Questo studio di commercialisti offre assistenza sia a privati che ad aziende, contemplando anche liberi professionisti per prestazioni e consulenze di vario tipo.
10141 - Torino (TO)
Via Viberti 4
tel: 011 3852636
Fax: 011 3852812
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Studio Boidi & Partners
Da oltre cinquanta anni, lo Studio Boidi lavora in questo campo, contando oltre ai soci fondatori anche dieci collaboratori professionisti e altri due Of Counsel, tutti iscritti regolarmente all’Albo.
10123 Torino
via Andrea Doria 15
tel: 011 81 26 767
fax: 011 81 22 300
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Una professione in calo

In passato questa professione era ben considerata all’interno della società civile, sia per la sua importanza in ordine di consulenza fiscale che tributaria sia per lo stipendio ricevuto, che lo issava in una buona condizione economica. Ora la situazione è cambiata totalmente e a farne le spese sono i giovani che vedono l’accesso alla professione sempre più complicato e difficile. Secondo le indagine condotte dallo studio Irdec, solo una persona su mille è abilitata alla professione di commercialista all’età di ventisei anni. Gli oltre 100mila iscritti all’Albo hanno un’età più avanzata e questo fa capire la difficile situazione odierna, con giovani magari costretti a tirocini infiniti senza mai trovar la luce o iniziare una strada propria.

Oltre il 70% dei commercialisti ha più di 40 anni e da qui si capisce come ci sia un buco generazionale assolutamente non coperto e tutelato magari dalle persone più grandi che non vedono di buon occhio l’accesso alla professione di nuove leve. E i risultati a catena vanno ad influenzare chi sceglie a monte questo lavoro, visto che negli ultimi cinque anni sono calati i tirocinanti di quasi il 30%, segno che questa professione non è più desiderata come prima dagli italiani.

Le storie che si sentono sono sempre le stesse: stipendi miseri se non addirittura assenti, tirocini non pagati, il tutto sfruttando la passione dei ragazzi e non avendo nessuna considerazione del fatto che si stia violando la legge. Solo in Italia purtroppo accadono casi di stage non pagati oppure compensi minimi per i tirocinanti. Una situazione che accomuna anche altre professioni, in primis giornalisti ed avvocati legali.

 


Potrebbe interessarti

Separazione legale: scopriamo che validità ha questa pratica

 

La separazione legale si ha quando si verifica la cessazione della convivenza da parte dei coniugi, che non abitano più insieme. I coniugi hanno deciso di interrompere la convivenza senza formalità, ognuno si occupa del proprio destino non interessandosi dell’altro. I coniugi hanno deciso “di fatto” di non procedere con la convivenza senza però procedere ad atti legali.

Busta confidenziale? Ecco come spedire documentazione in modo sicuro

Immagine presente nell'articolo Busta confidenziale? Ecco come spedire documentazione in modo sicuro

Oggi come oggi abbiamo un metodo che ci pare infallibile per evitare di utilizzare della carta per la nostra documentazione: internet ci corre in soccorso molte volte, questo è senza dubbio innegabile. Ma vi sono alcuni documenti, generalmente i più importanti, che necessitano ancora di essere stampati e consegnati per posta ordinaria, proprio in virtù della loro importanza. Pensiamo a degli atti notarili, a degli attestati, a delle lettere inviate al nostro avvocato e molte altre situazioni che richiedono l'utilizzo di carta, magari intestata, e di buste commerciali. 

Iter Legislativo: come si approvano le leggi in Italia?

Immagine presente nell'articolo Iter Legislativo: come si approvano le leggi in Italia?

Con il termine Iter Legislativo, intendiamo il procedimento legislativo, ovvero il processo formale che porta una legge dalla sua creazione alla successiva approvazione da parte delle camere del Parlamento.

Diritto di Credito: tutte le informazioni di cui hai bisogno

Diritto di Credito

Il Diritto di Credito rappresenta la modulistica che ruota attorno al rapporto di scambio tra due parti, che può concretizzarsi nel trasferimento di potere d’acquisto o di disponibilità contro il pagamento di un interesse. Il credito è dunque lo strumento essenziale per il trasferimento di risorse da chi le detiene a chi non ne ha (ma può impiegarle ottenendo un utile superiore all’interesse pagato). Il cedente diventa così creditore, mentre il cessionario debitore.

Il referendum costituzionale del 1946: sai cosa ha significato?

Con il termine referendum, si intende quel particolare strumento democratico grazie al quale gli elettori sono consultati in maniera diretta su determinati temi di rilevo. Essendo una grande conquista nell'epoca della democrazia diretta, il referendum permette agli elettori di fornire il proprio voto su un tema particolare, senza l'intermediazione del Parlamento.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

La legge Bersani sui mutui: ecco cosa dice

La legge Bersani è nota appunto come legge sulle liberalizzazioni, e contiene una serie di misure che hanno l'obiettivo di tutelare innanzitutto i consumatori, e di rendere più flessibile il mercato.

Offerta pubblica di acquisto: di cosa stiamo parlando?

Immagine usata nell'articolo Offerta pubblica di acquisto: di cosa stiamo parlando?

In ambito bancario si parla di OPA, ovvero di offerta pubblica di acquisto, quando si procede ad una negoziazione di valori mobiliari mediante cui un soggetto si rivolge senza alcuna mediazione ai portatori di titoli di una società quotata in borsa, detta società bersaglio, per effettuare un'offerta di acquisto di azioni o obbligazioni, oppure per la sottoscrizione di nuovi titoli.

Spese notarili: a quanto ammontano e in cosa consistono?

spese notarili

Nel calcolo delle spese notarili, valutabili già nel preventivo del notaio, è necessario tenere presenti diversi fattori, che naturalmente variano a seconda dell’atto che stiamo facendo, sia per quanto riguarda l’onorario del notaio sia ad esempio per quanto riguarda tasse e imposte che saremo chiamati a versare a questo professionista in qualità di sostituto d’imposta

Leggi anche...

Redditi da lavoro dipendente

Il reddito, detta in soldoni, rappresenta l'entrata netta che un determinato contribuente italiano realizza in uno specifico lasso temporale, ed espressa secondo l'unità di misura della moneta di riferimento in quel paese. 

Leggi anche...

Cos'è l'usufrutto: non perderti quest'approfondimento

Cos'è l'usufrutto

Nell'ambito del diritto, un termine assai ricorrente è quello di usufrutto. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e cosa implica la sua presenza.

Leggi anche...

Multa per il passaggio con il rosso: la sanzione più saltata?

multa passaggio con rosso

La multa per il passaggio con il rosso è sicuramente la più dura da digerire per un'automobilista, sia perchè vengono tolti punti patente, sia perchè spesso non ci si accorge o non si ricorda dell'infrazione effettuata.

Go to Top