Abbiamo creato questa sezione al fine di riportare alcuni link utili a coloro i quali abbiano bisogno di una consulenza da parte di un commercialista a Torino: il capoluogo offre, sotto questo punto di vista, moltissimi studi.

Studi commercialisti di Torino 

Aaron & Milton
Quest’agenzia di commercialisti di Torino risolverà le tue controversie in 60 giorni e con costi a partire da 100 euro più IVA. Oggi è possibile farlo anche via Internet grazie ai servizi della Camera Arbitrale Aaron & Milton.

105, c. Vittorio Emanuele II
tel: 800 090276
fax:011 19791896

CAF MCL
Dal 1997 il CAF MCL fornisce ai lavoratori e pensionati assistenza e consulenza qualificata nel campo fiscale e pensionistico. Il CAF svolge il servizio di assistenza fiscale per la compilazione dei modelli 730.
9, p. Solferino
tel: 011 5069444
fax:011 5068652

B.L. Consulting S.C.

21, c. Inghilterra
tel: 011 4344018
fax:011 4339812

Marco Savio & Associati sas
La struttura è costituita da una società di servizi e da uno studio professionale associato. Il gruppo è integrato da uno studio di professionisti iscritti agli ordini dei consulenti del lavoro, dottori e ragionieri commercialisti, revisori dei conti, consulenti tecnici del giudice, avvocati.
11, v. Montevecchio
tel: 011 5582411
fax:011 5188202

Studio Crozza Commercialista
Attivo da diversi anni nel settore della consulenza fiscale, aziendale e societaria. Lo studio Crozza si occupa di consulenza fiscale, societaria, amministrativa e contabile, revisione contabile e certificazione bilanci.

10126 Torino (TO)
43, v. Millefonti
tel: 011 6632440
fax:011 6636122

Studio Correnti
Nato dall’esperienza del dott. Correnti, questo studio studia tutti i casi in ambito amministrativo, tributario, fiscale e di consulenza d’impresa. Completa il quadro la collaborazione con famosi legali e professionisti per offrire al cliente un’assistenza a 360 gradi.
10128 Torino
Corso Re Umberto, 95, Torino
tel: 011 764 0900
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Studio Andreone Casserotto
Questo studio di commercialisti offre assistenza sia a privati che ad aziende, contemplando anche liberi professionisti per prestazioni e consulenze di vario tipo.
10141 - Torino (TO)
Via Viberti 4
tel: 011 3852636
Fax: 011 3852812
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Studio Boidi & Partners
Da oltre cinquanta anni, lo Studio Boidi lavora in questo campo, contando oltre ai soci fondatori anche dieci collaboratori professionisti e altri due Of Counsel, tutti iscritti regolarmente all’Albo.
10123 Torino
via Andrea Doria 15
tel: 011 81 26 767
fax: 011 81 22 300
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Una professione in calo

In passato questa professione era ben considerata all’interno della società civile, sia per la sua importanza in ordine di consulenza fiscale che tributaria sia per lo stipendio ricevuto, che lo issava in una buona condizione economica. Ora la situazione è cambiata totalmente e a farne le spese sono i giovani che vedono l’accesso alla professione sempre più complicato e difficile. Secondo le indagine condotte dallo studio Irdec, solo una persona su mille è abilitata alla professione di commercialista all’età di ventisei anni. Gli oltre 100mila iscritti all’Albo hanno un’età più avanzata e questo fa capire la difficile situazione odierna, con giovani magari costretti a tirocini infiniti senza mai trovar la luce o iniziare una strada propria.

Oltre il 70% dei commercialisti ha più di 40 anni e da qui si capisce come ci sia un buco generazionale assolutamente non coperto e tutelato magari dalle persone più grandi che non vedono di buon occhio l’accesso alla professione di nuove leve. E i risultati a catena vanno ad influenzare chi sceglie a monte questo lavoro, visto che negli ultimi cinque anni sono calati i tirocinanti di quasi il 30%, segno che questa professione non è più desiderata come prima dagli italiani.

Le storie che si sentono sono sempre le stesse: stipendi miseri se non addirittura assenti, tirocini non pagati, il tutto sfruttando la passione dei ragazzi e non avendo nessuna considerazione del fatto che si stia violando la legge. Solo in Italia purtroppo accadono casi di stage non pagati oppure compensi minimi per i tirocinanti. Una situazione che accomuna anche altre professioni, in primis giornalisti ed avvocati legali.

 


Potrebbe interessarti

Legge Bersani telefonia

Con l’avvento della Legge Bersani, sono state introdotte delle misure favorevoli ai consumatori, relativamente alle tariffe telefoniche.

Significato di Oblazione: cos'è esattamente? Quando è usata?

Significato di Oblazione

Il termine oblazione deriva dal latino offrire. Nel diritto penale indica una causa di estinzione del reato consistente nel pagamento volontario di una somma. È importante chiarire che l'oblazione penale è limitata alle contravvenzioni (è prevista dagli articoli 162 e 162bis del codice penale). In principio poteva essere utilizzata solo per le contravvenzioni punite con la pena dell'ammenda mentre con il tempo è stata prevista un’ulteriore ipotesi che riguarda le contravvenzioni punite con la pena alternativa dell'arresto e dell'ammenda. 

Referendum Nucleare: ecco un approfondimento completo

A seguito del tragico incidente di Cernobyl avvenuto nel 1986, in Italia fu promosso un referendum sul nucleare, anzi per la precisione si trattò di tre referendum nazionali relativi al settore nucleare.

Banda larga in Italia: approfondimento tematico sulla legge a riguardo

Immagine utilizzata nell'articolo La legge sulla banda larga in Italia: ecco come ci si regola nel nostro Paese

Qualcosa si muove nel settore della rete a banda larga in Italia. Infatti, in quella che possiamo considerare l'agenda del digitale in Italia, veniamo a sapere dal Sole 24 ore che è tonata alla ribalta il cosiddetto piano di sviluppo in materia.

Congedo di paternità: astensione obbligatoria e facoltativa

congedo di paternità

Dopo il sì del Parlamento Europeo al congedo di paternità dell’ottobre 2010 il Decreto Legislativo n119 del 18 Luglio 2011 riordina e ridefinisce i presupposti e le modalità con cui fare richiesta in merito a congedi, aspettative e permessi. Differenza sostanziale rispetto al passato è la possibilità del padre di ottenere il permesso anche nel caso in cui la madre non ne abbia diritto (essendo ad esempio disoccupata) mentre in passato era richiesto che la genitrice avesse un lavoro.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Il codice tributo 4726 e gli studi di settore in materia di adeguamento

L’art. 10 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201 (commi da 9 a 13), convertito con modificazioni, nella legge 22 dicembre 2011, n. 214 (Decreto Monti), ha apportato importanti modifiche alla disciplina relativa agli studi di settore, anche in materia di adeguamento.

Cessione del quinto dello stipendio: come funziona?

Nel corso della vita può capitare di aver bisogno di una somma di denaro per effettuare un acquisto, come ad esempio quello di un immobile, oppure per un urgente ed importante lavoro di ristrutturazione dello stesso. 

Come amministrare un condominio: spese condominiali e altro

Se vivete in un condominio è d'obbligo conoscere temi quali quelli connessi alle spese condominiali. La ripartizione di questi costi avviene in base agli artt. 1123, 1124, 1125 e 1126 c.c. Oltre a tutto ciò è importante trattare argomenti come quelli che riguardano i costi per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle parti comuni.

Leggi anche...

Costo del documento di valutazione dei rischi: di cosa parliamo?

carriere online lavoro in remoto

Con l’acronimo DVR si fa riferimento al Documento di Valutazione Rischi, un documento ufficiale richiesto dalla legge di cui probabilmente avrai sentito parlare se possiedi un’azienda. Vediamo qui di seguito di che cosa si tratta, quando è obbligatorio per un’azienda avere un DVR e che prezzo va sostenuto per ottenerne uno, oltre ai benefici che ne derivano per una realtà aziendale. 

Leggi anche...

Notifica della multa: come avviene e come regolarsi?

Immagine riferita all'articolo La notifica della multa: come avviene e come regolarsi?

Con oltre 10 milioni di multe l’anno, ben 26.000 contravvenzioni quotidiane, gli italiani versano nelle casse dello Stato un miliardo di euro; non stupisce quindi che gli automobilisti nostrani abbiano a cuore la legge n.125/2010 che in particolare ha ridotto il termine di notifica della multa da 150 a 90 giorni, il cui superamento da parte delle autorità rende il verbale viziato e quindi non più valido.

Go to Top