L’abbonamento internet è una spesa che, mese dopo mese, incide sul budget sommandosi alle utenze luce e gas e agli altri costi obbligati come la Rc auto. A torto o a ragione, la bolletta per la connessione internet viene percepita tra le più onerose dal consumatore e il suo indice di impopolarità è paragonabile a quello delle bollette della luce e del gas. Il costo del servizio ADSL-fibra, del resto, si traduce in un addebito ricorrente che – anche per modalità che semplificano il pagamento, come la domiciliazione bancaria – tende a risultare ‘indigesto’. A ciò si somma l’eventuale insoddisfazione circa la qualità del servizio: tipicamente, perché la velocità della connessione non soddisfa le aspettative iniziali.

Cambiare operatore è sinonimo di risparmio?

Questo atteggiamento si traduce in un alto livello di infedeltà del consumatore, facilmente indotto a migrare verso un altro operatore e, più in generale, a cercare soluzioni migliorative dal punto di vista economico. In questo senso, i portali di comparazione rappresentano un punto di riferimento quasi obbligato per chi vuole risparmiare denaro e tempo. Strumenti come comparasemplice.it/adsl consentono di ottenere in pochi secondi un confronto dettagliato delle tariffe e delle condizioni proposte dai vari operatori e di vagliare con facilità le promozioni più interessanti.

Quali sono le ragioni che inducono i consumatori a cambiare operatore? La motivazione numero uno è il costo, spesso considerato eccessivo e sproporzionato rispetto al servizio offerto. Complice la molteplicità di offerte presenti sul mercato, l’attenzione al risparmio è molto alta e così il ricorso ai siti di comparazione delle tariffe per cercare la soluzione più economica. Altro motivo di insoddisfazione è la velocità di navigazione e la ricerca di soluzioni più performanti per rispondere alle proprie esigenze. Infine, un aspetto non secondario è la trasparenza dell’offerta: come nel caso della telefonia mobile, le promo fibra e ASDL spesso non indicano in modo chiaro l’insieme dei costi da sostenere e le condizioni contrattuali.

Verificare la propria copertura

La trasparenza riguarda anche le performance: per attivare un’offerta internet ultraveloce, infatti, è necessario verificare la copertura della fibra ottica e la velocità della linea internet della propria casa. Anche se le linee ASDL rappresentano la tipologia più comune, sempre più diffuse sono le connessioni FTTH e FTTC, tecnologie che garantiscono una migliore navigazione. I comparatori online consentono di verificare facilmente qual è la tecnologia più evoluta presente nella propria zona, per valutare quale offerta conviene effettivamente attivare.

Per giudicare la bontà della tariffa, naturalmente, bisogna considerare tutti gli addebiti previsti dal contratto: dall’attivazione alla fornitura del modem senza tralasciare i costi di disattivazione (per cessazione della linea o migrazione verso altro operatore) e di recesso. Attenzione anche all’effettiva validità della promo in questione: la tariffa mensile può risultare molto allettante in un primo momento e diventare più penalizzante poi. Determinante è anche poter accedere a un servizio di assistenza efficiente per configurare i dispositivi o risolvere eventuali problemi. Da non sottovalutare, infine, gli sconti previsti per chi dispone di particolari servizi gas e luce o altri abbonamenti che consentono di accedere a speciali promozioni.





Potrebbe interessarti

Il diritto finanziario: di cosa si tratta?

Per diritto finanziario si intende la disciplina giuridica che studia e regola tutta quella serie di attività necessarie a trovare le risorse utilizzabili nella soddisfazione del bisogno pubblico.

Leggi tutto...

Validità passaporto: costi e scadenze del documento per chi viaggia

Il passaporto è un documento necessario per viaggiare e, più nello specifico, per varcare le frontiere di tutti quei Paesi non Europei riconosciuti dalla Repubblica Italiana. Va richiesto ed è poi rilasciato dalla Questura cui facciamo riferimento.

Leggi tutto...

Marche da bollo per il passaporto: concessione governativa per l’espatrio

Il passaporto è un documento richiedibile da tutti i cittadini italiani che consente di attraversare i confini degli Stati riconosciuti dalla nostra Repubblica. Il passaporto viene rilasciato essenzialmente dalle questure, quando non da uffici particolari investiti di tale abilità, in seguito alla consegna di tutta una documentazione particolare nella quale è compreso un versamento al Ministero dell’Economia e delle Finanze e l’apposizione di una apposita marca da bollo.

Leggi tutto...

Legge Bersani telefonia

Con l’avvento della Legge Bersani, sono state introdotte delle misure favorevoli ai consumatori, relativamente alle tariffe telefoniche.

Leggi tutto...

Area edificabile: ecco le caratteristiche estrinseche

Le caratteristiche che rendono un'area edificabile sono di tre tipi: estrinseche, intrinseche e giuridiche.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Modello F23 editabile, cos’è e quando si deve utilizzare

Rispetto ad altri Paesi europei, in Italia purtroppo si è costretti a pagare annualmente diverse tipologie di tasse. Per rendere meno complicato e pesante il loro pagamento, almeno dal punto di vista pratico, negli ultimi anni l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione dei contribuenti, sul proprio sito internet, alcuni utili strumenti che permettono di poter compilare e stampare dei moduli, utilizzabili appunto per il versamento di alcune imposte.

Leggi tutto...

Buoni ordinari del tesoro: come funzionano?

I BOT, ovvero i buoni ordinari del tesoro, sono dei titoli a breve scadenza emessi dallo stato, da molti considerati come titoli con un rischio pari allo zero. Sono un titolo senza cedola, della durata massima di 12 mesi, che vengono emessi dallo Stato Italiano per finanziare il debito pubblico.

Leggi tutto...

Istruzioni CUD: cos'è, a cosa serve e come si compila

A partire dal 1998, nell'ambito della burocrazia e della documentazione fiscale relativa alla dichiarazione dei redditi, è entrato in vigore il certificato unico dipendente, meglio noto come CUD: cos'è di preciso?

Leggi tutto...

Codice accisa: la carta d’identità dei prodotti

Il cosiddetto “codice di accisa” è composto da una sequenza alfanumerica composta sempre da tredici caratteri ed è attribuito dalla Agenzia delle Dogane a ciascuni dei suoi operatori abilitati, siano essi un Deposito Fiscale come un Destinatario o uno Speditore Autorizzato.

Leggi tutto...

Le imposte indirette nel diritto tributario

Nell'ambito del diritto tributario italiano, esiste una distinzione principale per quanto riguarda le imposte. Infatti, si parla di norma di due tipi di imposte: le imposte dirette e le imposte indirette.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Le cooperative di consumo (Coop)

Nell'ambito delle società cooperative ha un ruolo rilevante la cooperativa di consumo, un tipo di società che ha come obiettivo quello di acquistare e rivendere beni di qualità a prezzi vantaggiosi ai propri soci, che hanno anche il ruolo di consumatori.

Leggi tutto...

Leggi anche...

La prescrizione per le multe: vediamo come funziona

Quando va in prescrizione una multa? E' necessario chiarire questo aspetto in quanto bisogna fare attenzione alle varie norme del codice della strada che nel corso degli anni possono aver ingenerato confusione negli utenti della strada. I termini di prescrizione di una multa sono specificati nell'art. 209. del codice della strada, secondo il quale:

Leggi tutto...
Go to Top