La polizza di Responsabilità Civile Professionale è obbligatoria per legge dal 13 agosto 2013 per tutti i professionisti che hanno l’obbligo di iscrizione ad un Ordine o un Albo professionale.

È un’assicurazione che protegge il patrimonio del professionista dai rischi professionali legati allo svolgimento della propria attività. Pagando un premio annuo di polizza assicurativa, la compagnia assicurativa garantisce al professionista dalle richieste di risarcimento presentate da terze parti che potrebbero essere state danneggiate dall’operato dell’assicurato per errori, imperizia, imprudenza, negligenze o omissioni durante l’esercizio della sua attività.

Il costo di un'assicurazione RC professionale annuale varia a seconda dei fattori che concorrono alla definizione del rischio e della copertura. È fondamentale, infatti, che si valutino con attenzione le condizioni proposte, prima della convenienza del preventivo. Secondo l'Art. 5 del dpr 137/2012 (Riforma delle Professioni), i consigli nazionali e gli enti previdenziali dei professionisti possono negoziare convenzioni collettive, tuttavia nulla vieta al professionista di valutare autonomamente altre proposte di assicurazione idonee alla copertura per la Responsabilità Civile nell'ambito dello svolgimento della professione.

A chi si rivolge la polizza di Responsabilità Civile Professionale

A partire dal 15 agosto 2013, tutti i professionisti con obbligo d'iscrizione a un Albo o a un Ordine (professioni regolamentate) devono stipulare un'assicurazione RC Professionale.

È importante precisare che gli estremi della polizza (e le sue eventuali variazioni) devono essere comunicati al cliente e all'Ordine di riferimento. Infatti, il professionista non può assumere l'incarico nei confronti del cliente se prima non è stata attivata la copertura assicurativa.

Possiamo racchiudere i destinatari di questa tipologia di polizza in tre macro aree.

L’area tecnica, l’area medico sanitaria e l’area economica giuridica:

Cosa copre?

L’obbligo di stipulare questa polizza nasce dall’esigenza di assicurare la capacità di risarcimento del professionista nel caso l’attività venga svolta con negligenza, imprudenza o imperizia o nel caso in cui il professionista sia inadempiente. L’RC copre anche i danni nel caso in cui avvenga il danneggiamento, smarrimento o distruzione dei documenti o somme di denaro dei clienti.

La copertura è assicurata sia nel caso di colpa lieve, sia nel caso di colpa grave.

Cosa non copre un’assicurazione RC per i professionisti? Il danno dovuto a dolo è fuori dalla copertura di ogni tipo di assicurazione.

Cosa sapere prima di stipulare una polizza

La polizza RC per i professionisti deve adattarsi perfettamente al tipo di attività svolta, per evitare la copertura di rischi improbabili o la mancata tutela in condizioni con alta probabilità di verificarsi. Le specifiche di ogni tipologia di polizza sono, pertanto, molto dettagliate e articolare e vanno studiare attentamente. Per questo, il confronto tra i vari preventivi deve essere effettuato comparando offerte simili, evitando di orientare la propria scelta solo al risparmio.

È importante, infatti, tenere conto di alcuni elementi fondamentali che rendono la polizza più efficace e sicura. Si tratta di specifiche che andrebbero valutare con attenzione al fine di fare le scelta più adeguata in relazione alla tipologia di attività che il professionista svolge.

Ecco alcuni degli elementi da considerare attentamente:

  • Colpa grave: si tratta di una fattispecie giuridica in cui la colpa vede un aggravamento dovuto a negligenza o imperizia. È uno degli elementi che può far verificare un rifiuto della liquidazione del sinistro da parte della compagnia.
  • Franchigia: una parte del danno da rimborsare a carico dell’assicurato. Si tratta di una cifra fissa e predefinita.
  • Massimale: è la parte più importante da considerare. Può essere stabilito un massimale minimo per legge o arbitrario: esso sarà commisurato all’effettivo rischio economico legato al tipo di professione svolta.
  • Garanzia retroattiva e postuma: le richieste di risarcimento per danno possono essere avanzate dopo anni dalla data della prestazione professionale. Il professionista, quindi, deve valutare il periodo di copertura dell’assicurazione RC professionale.




Potrebbe interessarti

Copyright web: come si applica rispetto al diritto d'autore

Scrivere contenuti per i siti internet può essere molto soddisfacente, in quanto è un modo completamente gratuito per esprimere le proprie idee ad un pubblico vasto e spesso sconosciuto.

Leggi tutto...

Registro delle opposizioni: iscrizione per il tuo numero

Per tutelare la privacy e gli interessi commerciali dei cittadini, è nato un nuovo servizio, il Registro Pubblico delle Opposizioni. Si tratta di un servizio rivolto ai cittadini il cui numero telefonico è presente nei vari elenchi telefonici pubblici, i quali non desiderano più ricevere telefonate indesiderate collegate a ricerche di mercato o per scopi commerciali.

Leggi tutto...

Tipi di referendum: li conosci tutti?

Il referendum (dal gerundivo latino REFERO), può essere una pratica democratica di frequente utilizzo, a differenza dal plebiscito.

Leggi tutto...

Il comodato oneroso: come funziona in diritto?

Nel diritto ci troviamo di fronte al comodato quando abbiamo un contratto attraverso cui un soggetto definito comodante, consegna ad un secondo soggetto detto comodatario, un bene mobile o immobile, con lo scopo di servirsene per un periodo determinato, avendo l'obbligo di restituire il bene al termine del suo utilizzo: è dunque ciò che normalmente chiamiamo come prestito, ma a volte può essere considerato anche il comodato oneroso

Leggi tutto...

Modulo disdetta Mediaset Premium

Molte sono oggi le persone che si interessano al mondo dell’intrattenimento telematico e si fanno intestatarie di un abbonamento a Mediaset Premium, uno dei più grandi servizi di intrattenimento TV maggiormente getttonati ad oggi, Mediaset Premium offre una vasta scelta di servizi, da sempre propone il meglio del calcio, i film più recenti e più acclamati, serie tv seguite in tutto il mondo e ancora tanto intrattenimento per bambini con tantissimi cartoni animati e documentari sugli animali e sulla natura.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Cessione del quinto dello stipendio: come funziona?

Nel corso della vita può capitare di aver bisogno di una somma di denaro per effettuare un acquisto, come ad esempio quello di un immobile, oppure per un urgente ed importante lavoro di ristrutturazione dello stesso. 

Leggi tutto...

La legge Bersani sui mutui: ecco cosa dice

La legge Bersani è nota appunto come legge sulle liberalizzazioni, e contiene una serie di misure che hanno l'obiettivo di tutelare innanzitutto i consumatori, e di rendere più flessibile il mercato.

Leggi tutto...

Come amministrare un condominio: spese condominiali e altro

Se vivete in un condominio è d'obbligo conoscere temi quali quelli connessi alle spese condominiali. La ripartizione di questi costi avviene in base agli artt. 1123, 1124, 1125 e 1126 c.c. Oltre a tutto ciò è importante trattare argomenti come quelli che riguardano i costi per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle parti comuni.

Leggi tutto...

Preventivo notaio: quanto costano le spese notarili?

Nel calcolo delle spese notarili, valutabili già nel preventivo del notaio, è necessario tenere presenti diversi fattori, che naturalmente variano a seconda dell’atto che stiamo facendo, sia per quanto riguarda l’onorario del notaio sia ad esempio per quanto riguarda tasse e imposte che saremo chiamati a versare a questo professionista in qualità di sostituto d’imposta

Leggi tutto...

Rendita catastale IMU: cosa bisogna sapere?

Cosa si intende per rendita catastale come base imponibile per l'IMU? Si tratta in pratica di un valore a cui andiamo ad applicare una aliquota, in modo da calcolare il valore effettivo delle imposte da pagare. Nel caso di imposte dirette, la base imponibile va ad essere calcolata per una sua applicazione al reddito delle deduzioni e riduzioni fiscale.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Notaio per l’acquisto della prima casa: consulenza e preventivo

Se ti stai apprestando a comprare casa, tra le spese che dovrai senza dubbio considerare c’è quella del notaio: una voce che capita di considerare solo all’ultimo – specie se è la prima volta che ci apprestiamo ad acquistare un’abitazione. Tra le buone notizie c’è che per l’acquisto della prima casa sono previste delle agevolazioni: vediamo però come muoverci tra il preventivo del notaio e la preziosa consulenza che questo professionista può offrirci.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Quand’è che si parla di Crimine informatico?

Un crimine informatico si caratterizza nell’abuso della tecnologia informatica. Tutti questi reati hanno in comune:

Leggi tutto...
Go to Top