“Le Smart drugs” o “Smart nutrients” fanno parte di un fenomeno nuovo, in vasta crescita in Europa, che hanno l'obiettivo di simulare l’effetto di droghe illegali pur essendo legali, poiché sono composte essenzialmente da elementi di origine naturale.

Origine delle droghe legali

Il loro nome chimico è “nootropi” la cui etimologia deriva dal greco “noos” che vuol dire “mente” e “tropein” che vuol dire “sorvegliare” e sta ad indicare, appunto, quella categoria di sostanze che attivano il rilascio di neurotrasmettitori,enzimi ed ormoni,che favoriscono l’apporto di ossigeno al cervello, stimolandone così la crescita nervosa.

La definizione di “Smart drugs” è in continuo cambiamento da un punto di vista concettuale e culturale, perché, di volta in volta, all’elenco delle sostanze già conosciute e classificate, se ne aggiungono sempre di nuove.

Classificazione delle smart drugs

Tra le famiglie di droghe legali più popolari troviamo :

  • Le piperazine rappresentate dal mCCP e dalle BZP (1-benzilpiperazine) entrambi stimolanti del sistema nervoso centrale.
  • I cannabinoidi sintetici con funzioni simili al THC, il principio attivo della cannabis con effetti allucinogeni, sedativi e depressivi (spice drugs: miscele a base di erbe da fumare).

Tra di esse troviamo:

  • Amanita Muscaria: un fungo velenoso usato nei rituali degli sciamani per il suo potere allucinogeno
  • Muiria Puama e la Turnera Aphrodisiaca usate per le loro proprietà stimolantiprincipalmente a livello sessuale
  • L’Ephedra sinica conosciuta in campo erboristico col nome di Ma Huang usato dalla medicina popolare cinese come decotto decongestionante e antiasmatico.Quest’ultima contiene Efedrina, considerata in Italia come sostanza dopante e quindi illegale.

La nascita del fenomeno in Italia

Ma da quand’è che in Italia si comincia a fare la conoscenza del “fenomeno Smart drugs”? Dal 1997 gli studenti universitari cominciano ad usare queste sostanze provenienti dagli USA, per preparare meglio gli esami e per alleviare la stanchezza che derivava dal surplus di stress mentale. Negli stessi anni, a queste sostanze per “uso universitario”, si aggiungono una serie di integratori, contenenti essenzialmente vitamine e minerali , da assumere dopo l’uso di sostanze chimiche per attutire il senso di astinenza provato nei giorni successivi.

Attualmente c’è una grande confusione nell’ambito della famiglia delle “Smart drugs” poiché si parla allo stesso tempo di droghe vegetali, droghe etniche, droghe etnobotaniche, droghe naturali, biodroghe e dunque; il pericolo maggiore è rappresentato dal sottovalutare il potenziale nocivo di queste sostanze nel momento in cui vengono assunte in dosi massicce e contro ogni regola, col fine di superare la fatica di una giornata stressante oppure per rendere più piacevole e più sciolta una serata in discoteca.

Le smart drugs più comuni: alcune di esse le usiamo quotidianamente, scopriamo quali sono!

I nootropi sono tantissimi e la loro classificazione è in costante aggiornamento. Alcuni, come già visto, sono ritenuti legali e comunemente assunti nella quotidianità dalla maggior parte delle persone. Alla base di queste sostanze, infatti, ci sono elementi naturali che hanno proprietà tali da stimolare le funzioni celebrali, ma che comportano una serie di effetti collaterali da considerare.

Alcuni di questi componenti a base vegetale, sono presenti in diverse bevande che vengono comunemente consumate nella vita di tutti i giorni, come il the o il caffè per citare i due più noti. La caffeina è sicuramente la smart drugs più consumata vista la sua presenza, non solo nel caffè che tutti beviamo, ma anche nel the, in alcuni cibi o farmaci. Ha effetto stimolante e “accelerante” sul nostro cervello e sulla circolazione, aiuta a migliorare il livello di attenzione e crea una sorta di “dipendenza”. Anche la teina, sostanza alla base del the, ha tra le varie proprietà quella di mantenere attiva la mente ed in particolare lo stato di attenzione, nonchè di aumentare la resistenza alla sensazione di affaticamento.

Combinazioni di nootropici: cosa sono gli stack

Una menzione particolare va fatta anche per quel che riguarda le bevande energetiche, sempre più consumate dai giovani negli ultimi anni, che hanno alla base un mix di nootropici legali combinati tra di loro per aumentare le proprietà energizzanti, noti con il nome di stack e reperibili nei comuni supermercati. Gli elementi che le compongono sono generalmente: teina e caffeina (oppure teina, caffeina e taurina) per ottenere maggiore lucidità, calma e buonumore.

Ovviamente anche in questo caso si può incorrere in effetti indesiderati, che vanno valutati conoscendo a fondo i vari neutropi e le loro influenze sull’organismo, cercando inoltre di non abbinare al quotidiano ed eccessivo consumo di queste sostanze, con l’assunzione di stack. I principali effetti nocivi, variabili da persona a persona, sono i disturbi del sonno, il nervosismo, problemi legati all’apparato gastrointestinale, insorgere di tachicardia.





Potrebbe interessarti

L’Annullamento del matrimonio religioso

Occorre stabilire un’importante differenza tra il matrimonio civile e quello religioso. È ovvio che tali differenza prendono maggior forma nel momento in cui si parla di Divorzio e di annullamento del matrimonio. Vanno considerati i fattori che determinano la persistenza e dunque l’annullabilità dei vari tipi di matrimonio. Vediamo dunque quali sono queste differenze, analizzando in particolare la situazione per quel che riguarda il rito religioso.

Leggi tutto...

Privacy Twitter: ecco come funziona davvero

Uno degli ultimi nati fra i servizi di social network è Twitter, noto anche come il microblogging più diffuso e veloce del mondo. Twitter infatti offre agli utenti una pagina personale aggiornabile con brevi messaggi di testo della lunghezza massima di 140 caratteri.

Leggi tutto...

Cos’è il Copyzero? Come si interpreta?

Ne sentiamo parlare in continuazione ma cosa vorrà mai dire? E soprattutto come si interpretano le sue limitazioni? Chiariamo attraverso questa mini guida il valore del Copyzero, un meccanismo di tutela delle opere dell'ingegno che sfrutta la firma elettronica qualificata e la marca temporale.

Leggi tutto...

La Pratica Forense per la Professione di Avvocato è retribuita?

Con il termine avvocato si intende un professionista, laureato in materie giuridiche, che si occupa di rappresentare assistendo o difendendo una parte processuale.
Per esercitare la professione di avvocato, è necessario essere iscritti all'albo

Leggi tutto...

Come è regolata la legge sul Daspo? Vediamolo insiem

Negli ultimi anni il Daspo è una misura restrittiva che balza sovente agli onori della cronaca, sia per quanto riguarda le manifestazioni sportive che, negli ultimi giorni, per quanto concerte il diritto di manifestazione tout court. Con il termine si intende il Divieto di accedere alle manifestazioni sportive.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

La mediazione commerciale: di cosa si tratta?

Il diritto commerciale è un ramo del diritto privato che regola le attività imprenditoriali; è anche definito come diritto privato delle imprese. Il diritto commerciale è una materia molto vasta e articolata; questa guida vi aiuterà a saperne di più.

Leggi tutto...

Come compilare una cambiale in maniera corretta? Scopriamolo

Quando si ha a che fare con un documento così importante come la Cambiale, è bene conoscerne i dettagli su come compilarla, così da evitare noie legali in un momento successivo. E' importante sapere che si hanno 3 anni a disposizione per provvedere ad eventuali parti omesse.

Leggi tutto...

Come amministrare un condominio: spese condominiali e altro

Se vivete in un condominio è d'obbligo conoscere temi quali quelli connessi alle spese condominiali. La ripartizione di questi costi avviene in base agli artt. 1123, 1124, 1125 e 1126 c.c. Oltre a tutto ciò è importante trattare argomenti come quelli che riguardano i costi per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle parti comuni.

Leggi tutto...

AltroConsumo Finanza: scopri che cos'è con un approfondimento sul caso

immagine per AltroConsumo Finanza

Il servizio di consulenza che viene messo a disposizione da AltroConsumo Finanza consente a chiunque ne usufruisca di investire in condizioni di massima sicurezza e senza rischi.

Leggi tutto...

CAF UIL di Roma: vediamo a chi rivolgersi

I CAF, o centri di Assistenza Fiscale, sono delle organizzazioni importantissimi per chi ha bisogno di una mano dal punto di vista della materia fiscale. Per quanto riguarda gli iscritti alla UIL di Roma, è possibili usufruire dei servizi di centri particolari, rivolti esclusivamente a questo tipo di profili.

Leggi tutto...

Leggi anche...

CAF a Firenze e provincia: ecco a chi rivolgersi per la Burocrazia!

Immagine usata nell'articolo CAF a Firenze e provincia: ecco a chi rivolgersi per la Burocrazia!

CAF, o centri di Assistenza Fiscale di Firenze, sono delle organizzazioni che si costituiscono in generale come società per azioni e consentono attraverso i loro servizi di avere una consulenza di tipo fiscale per i contribuenti fiorentini. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Libertà condizionale

Chi commette un reato, di media, piccola o grave intensità viene rinchiuso in carcere per un periodo che varia in base alla gravità della pena.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Quand’è che si parla di Crimine informatico?

Un crimine informatico si caratterizza nell’abuso della tecnologia informatica. Tutti questi reati hanno in comune:

Leggi tutto...
Go to Top