ISEE è una sigla che sta per Indicatore Situazione Economica Equivalente. Tale indicatore è uno strumento necessario ad individuare la condizione economica di una famiglia. Calcolare l'ISEE online è importante nel momento in cui una famiglia vuole richiedere delle prestazioni agevolate, ed è un indicatore necessario in tutta una serie di interventi che hanno a che fare con la Famiglia e codice civile

Quando serve il calcolo ISEE on line

Le prestazioni agevolate in cui è necesario presentare la dichiarazione sono ad esempio quelle di natura sanitaria, come l'esenzione per handicap, o sociale: è opportuno il calcolo ISEE on line per la mensa scolastica, per gli imprenditori agricoli, per l'esenzione o la riduzione delle tasse universitarie, e per tutta un'altra serie di prestazioni di questo tipo.

Il calcolo dell'indicatore di una famiglia viene effettuato ed attestato dai centri di assistenza fiscale (CAF) in modo completamente gratuito. Non è un indicatore univoco, ma può variare di regione in regione. Per questo motivo è opportuno verificare prima di prendere un appuntamento presso questi centri, lo stato economico della famiglia attraverso il calcolo ISEE on line.

ISEE su internet

E' possibile farsi un'idea del valore attraverso dei calcolatori on-line che dopo l'immissione di alcuni parametri indicatori (reddito della famiglia, valore ICI dell'abitazione di proprietà, presenza di soggetti con handicap in famiglia, mutuo residuo, canone d'affitto, ecc...) restituiscono una simulazione del certificato in modo da potersi fare un'idea della possibiltà di esenzione e riduzione di determinati costi legati al servizio che vogliamo richiedere.

Per effettuare tale operaziione sul web è bene ricordare che il reddito di riferimento da inserire deve essere quello dell'anno precedente alla dichiarazione attuale, ovvero se vogliamo calcolare l'ISEE per il 2009-2010, abbiamo bisogno dei valori dei redditi, ici, mutuo, ecc. relativi all'anno 2008.

Dal 1° Gennaio 2015 è entrato in vigore un nuovo ISEE, non è più quello a cui eravamo tanto abituati. Adesso è leggermente più complesso e sono stati introdotti nuovi parametri. Con questo nuovo modello ci sarà una maggiore equità, ma anche più complessità, infatti è stato riformato proprio per eliminare l’area dell’autocertificazione in quanto molti hanno ottenuto servizi che non spettavano presentando autocertificazioni false.

Proprio per questo motivo è necessario fornire altri documenti. Di seguito vi proponiamo un elenco per conoscere i documenti necessari per poter avere il vostro nuovo ISEE 2015:

  • carta d’identità e tessere sanitarie di tutti i componenti del nucleo familiare;
  • dichiarazione dei redditi, quindi 730 o modello UNICO, relativo all’anno 2013;
  • redditi percepiti all’esterno sempre nel 2013;
  • visure catastali o atti di compravendita di fabbricati e terreni posseduti al 31 Dicembre 2013;
  • il saldo di conti correnti postali e/o bancari, anche libretti di risparmio;
  • documentazione che attesti gli importi percepiti sempre nel 2013 per borse e/o assegni di studio;
  • documentazione che attesti la possessione relativa a titoli, obbligazioni, certificati di deposito e buoni azionari;
  • numero delle polizze e ammontare dei premi versati, ma non di assicurazioni auto;
  • eventuali riscatti delle assicurazioni vita;
  • capitale del mutuo residuo al 31 Dicembre 2014 per l’acquisto o costruzione delle abitazioni in possesso;
  • il contratto di affitto con relativi estremi di registrazione e canone annuo;
  • è necessario fornire anche la targa di autoveicoli, moto navi e imbarcazioni da diporto;
  • trattamenti erogati dall’INPS;
  • donazioni di immobili effettuate;
  • verbale attestante invalidità con data di rilascio e percentuale.

È importante, per le situazioni familiari più complesse, recarsi dal proprio Centro di Assistenza Fiscale di fiducia per poter avere chiarimenti, aiuti e delucidazioni riguardo questo nuovo ISEE.

È importante anche notare che il periodo d’imposta di riferimento non è più l’anno precedente, bensì due anni prima, quindi il periodo d’imposta da presentare nel 2015 è 2013; tranne però per quanto riguarda i mutui, quello rimane sempre il 2014. 





Potrebbe interessarti

Funzioni del Parlamento

Le funzioni svolte dal Parlamento Italiano sono principalmente tre, ovvero la funzione legislativa, la funzione di controllo sul governo e le funzioni di indirizzo politico.

Leggi tutto...

Cos’è l’Attività istruttoria

Entriamo nel dettaglio di una delle attività più importanti del processo amministrativo. L'attività istruttoria è infatti un’attività volta ad individuare la realtà dei fatti. Ovviamente precede l'attività di trattazione (che viene inserita per l'individuazione della disciplina giuridica applicabile). 

Leggi tutto...

L’Annullamento del matrimonio religioso

Occorre stabilire un’importante differenza tra il matrimonio civile e quello religioso. È ovvio che tali differenza prendono maggior forma nel momento in cui si parla di Divorzio e di annullamento del matrimonio. Vanno considerati i fattori che determinano la persistenza e dunque l’annullabilità dei vari tipi di matrimonio. Vediamo dunque quali sono queste differenze, analizzando in particolare la situazione per quel che riguarda il rito religioso.

Leggi tutto...

Come è regolata la legge sul Daspo? Vediamolo insiem

Negli ultimi anni il Daspo è una misura restrittiva che balza sovente agli onori della cronaca, sia per quanto riguarda le manifestazioni sportive che, negli ultimi giorni, per quanto concerte il diritto di manifestazione tout court. Con il termine si intende il Divieto di accedere alle manifestazioni sportive.

Leggi tutto...

Governo Tecnico: quando entra in funzione?

La forma di governo del nostro Paese è di tipo parlamentare, cioè nella quale, in pratica, il Parlamento (eletto direttamente dai cittadini) rappresenta l'organo principale attraverso cui si elegge a sua volta un Governo ed un Presidente della Repubblica. Poi, per guidare il Paese, solitamente a seguito di elezioni politiche, i principali partiti vincitori si alleano per formare un governo. 

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Comitato creditori: di cosa si occupa? Ecco come funziona

Immagine presente nell'articolo Comitato creditori: di cosa si occupa? Ecco come funziona

Per quanto riguarda la procedura di fallimento, esistono diverse figure ad esso preposte denominate Organi del fallimento, secondo le norme del diritto commerciale, artt. 23-41 della Legge Fallimentare.

Leggi tutto...

Il cuneo fiscale: ecco perché ti riguarda da vicino?

Molti economisti sono fermamente convinti che sia impossibile determinare una quantità di cuneo fiscale ideale, perché in ogni paese la sua cifra varia in base al bilancio statale, alla sua condizione economico-contabile ecc. 

Leggi tutto...

Tasso fisso e variabile: i trucchi per scegliere bene il mutuo

I mutui si distinguono dal fatto di avere un tasso fisso e un tasso variabile. Con i mutui del primo tipo, il cliente versa sempre lo stesso interesse per tutta la durata del mutuo, mentre nel secondo, pagherà in base all'andamento dei tassi di interesse.

Leggi tutto...

Capacità contributiva: gli indici e altre informazioni

Uno dei problemi di cui gli Italiani tendono a lamentarsi spesso, soprattutto negli ultimi anni, è l'eccessivo livello di tasse che sono chiamati a pagare annualmente e che tende a ridurre il reddito che hanno a disposizione mensilmente per sé e la propria famiglia.

Leggi tutto...

8 x 1000: la lista dei beneficiari

Al momento della dichiarazione dei redditi, esistono due voci di cui si sente molto parlare e che fanno assai discutere: si tratta della destinazione dell'otto per mille e del cinque per mille. Vediamo nel dettaglio la prima di queste due destinazioni.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Il contratto di lavoro parasubordinato: per chi è indicato?

Il contratto di lavoro parasubordinato è un tipo di rapporto molto vicino al lavoro subordinato e a quello autonomo. E’ una forma di collaborazione svolta in maniera continuativa, collegata con la struttura organizzativa del datore di lavoro. Sono considerati lavoratori parasubordinati: i lavoratori a progetto e i collaboratori occasionali. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Multe semaforo rosso

Le multe per il passaggio al semaforo rosso sono sicuramente le più dure da digerire per un'automobilista, sia perchè vengono tolti punti patente, sia perchè spesso non ci si accorge o non si ricorda dell'infrazione effettuata.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Il pignoramento esattoriale, in cosa consiste?

Il pignoramento esattoriale si esegue nel caso non venga pagata una cartella esattoriale entro il sessantesimo giorno dalla sua notifica. Esso viene eseguito dall'agente adibito alla riscossione, il quale è responsabile della messa in atto di tutte le procedure esecutive ritenute opportune per riscuoterlo.

Leggi tutto...
Go to Top