Il pignoramento esattoriale si esegue nel caso non venga pagata una cartella esattoriale entro il sessantesimo giorno dalla sua notifica. Esso viene eseguito dall'agente adibito alla riscossione, il quale è responsabile della messa in atto di tutte le procedure esecutive ritenute opportune per riscuoterlo.

Le conseguenze di questo tipo di pignoramento sono diverse: dal fermo amministrativo dell'automobile, all'ipoteca sulla casa, per arrivare anche al pignoramento e vendita coatta dei beni, mobili e immobili, del debitore.

Regole per il pignoramento esattoriale

Le regole per effettuare un pignoramento esattoriale sono le stesse di un normale procedimento simile, integrate da norme più specifiche previste negli articoli dal 49 al 76 del d.p.r.602/73.

Quello che cambia in questo caso è una parte della procedura.

Infatti non può essere messo in atto sui beni immobiliari se la somma complessiva dei debiti supera gli 8000 euro; nel caso invece che le somme iscritte a ruolo sono inferiori al 5% del valore dell’immobile, prima di procedere a pignorare, l'agente deve iscrivere un'ipoteca e potrà procedere al pignoramento solamente dopo sei mesi.

Questo necessita di una notifica di preavviso, che includa l'intimazione a pagare entro 5 giorni, qualora decorra un anno dalla notifica della cartella esattoriale. Se il pignoramento non avviene entro 180 giorni dalla sua notifica (o se trascorrono 120 senza che sia stata fatta la prima vendita forzata all'asta), esso perde di efficacia.

In caso di pignoramento presso terzi, vi sono delle differenze di procedura, disciplinate dal codice civile.

Equitalia e il pignoramento degli immobili

L’agenzia Equitalia ha cambiato i documenti per quanto riguarda l’invio delle dichiarazioni sulle cartelle esattoriali. L’agenzia ha puntato a rendere più chiari e intuitivi i dati attraverso una nuova compilazione della documentazione, costituita da tre pagine con un prospetto riassuntivo inserito sul frontespizio con la descrizione dei dati della morosità dei contribuenti. Tante polemiche sono scattate in questi anni ad Equitalia, definita come l’incubo degli italiani per via delle tante cartelle esattoriali giunte negli anni post crisi economica. L’agenzia aveva scatenato le forti polemiche dei cittadini che, costretti a convivere con aziende sull’orlo del fallimento, vedevano in Equitalia un Ente dal cuore di pietra ed insensibile a quella che era la situazione italiana, con una crisi mai vista prima.

Ecco quindi che l’Ente ha rivisto i propri piani, proponendo rateizzazioni dei debiti fino a dieci anni con anche la sospensione del pagamento nei casi di crisi economica molto grave del contribuente. E una certa risposta c’è stata, visto che oltre due milioni di italiani hanno chiesto la rateizzazione del debito per un controvalore di oltre 20 miliardi di euro. Il piano originario infatti prevede una rateizzazione del debito entro 72 rate, che possono diventare 120 se non si riescono a saldare i debiti entro l’arco di tempo prefisso di sei anni.

L’apertura dell’agenzia si riscontra anche in un maggior allentamento dei vincoli della decadenza del piano qualora non si riescano a pagare le rate del debito: prima erano appena due, ora sono diventate otto prima che scatti l’allarme di Equitalia. Un’altra apertura riguarda la prima casa: se questo immobile risulta essere l’unica proprietà del contribuente moroso, Equitalia non può procedere a pignorarlo. Una sorta di apertura per andare incontro alla crisi economica che ha tagliato le gambe a molte aziende e cittadini, che almeno non devono rischiare addirittura di perdere casa e ritrovarsi in mezzo a una strada dall’oggi al domani. Equitalia può pignorare i beni immobiliari solo se il debito supera i 120 mila euro e non prima di 180 giorni dall’iscrizione dell’ipoteca.



Potrebbe interessarti

Commissione UE: metodologia di giudizio della legge di bilancio

Commissione UE

Ogni anno, il Governo approva la Legge di Bilancio con le previsioni di spesa per l’attuazione di una serie di misure intese a favorire lo sviluppo economico del Paese. In quanto Stato Membro dell’UE, l’Italia – come tutti gli altri paese membri – è tenuta a presentare la bozza della Legge di Bilancio in sede di Commissione UE ai fini di un’approvazione, in quanto un bilancio troppo discostato dalle linee guida europee potrebbe rappresentare un potenziale rischio di instabilità per tutta l’Area Euro.

Contratto di spedizione: differenze con il contratto di trasporto

contratto di spedizione

Vediamo ora nel diritto commerciale come sono regolati i cosiddetti contratti di spedizione.

Tipi di referendum: se non li conosci tutti, scopriamo quanti ce ne sono

Il referendum (dal gerundivo latino REFERO), può essere una pratica democratica di frequente utilizzo, a differenza dal plebiscito.

Magistratura italiana: ecco alcune delle sue funzioni

magistratura italiana

In Italia, la magistratura è un organo costituzionale con funzioni giurisdizionali, che opera in maniera autonoma e indipendente dagli altri poteri.

Pubblico ministero: come diventare PM

Il rispetto della legge è uno dei principali doveri di una società e di una Nazione, che intende vivere tranquillamente e vuole distinguersi dalle altre, favorendo dei meccanismi di civiltà e di serenità per i cittadini che la abitano.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Come si compila una cambiale in maniera corretta? Scopriamolo

Come si compila una cambiale

Quando si ha a che fare con un documento così importante come la Cambiale, è bene conoscerne i dettagli su come compilarla, così da evitare noie legali in un momento successivo. E' importante sapere che si hanno 3 anni a disposizione per provvedere ad eventuali parti omesse.

Domanda aggregata: ti spieghiamo noi come funziona

immagine di Domanda aggregata

La Domanda aggregata rappresenta la spesa compiuta dai soggetti di un determinato sistema economico. I Consumi da parte delle famiglie, la spesa per Investimenti da parte delle imprese e la spesa in beni e servizi del settore pubblico: tutte componenti fondamentali di questo documento.

AltroConsumo Finanza: scopri che cos'è con un approfondimento sul caso

immagine per AltroConsumo Finanza

Il servizio di consulenza che viene messo a disposizione da AltroConsumo Finanza consente a chiunque ne usufruisca di investire in condizioni di massima sicurezza e senza rischi.

Leggi anche...

Avvocati di Bologna: contatti e indirizzi pronti all'uso

Con il termine avvocato si intende un professionista, laureato in materie giuridiche, che si occupa di rappresentare assistendo o difendendo una parte processuale.

Leggi anche...

Notifica della multa: come avviene e come regolarsi?

Immagine riferita all'articolo La notifica della multa: come avviene e come regolarsi?

Con oltre 10 milioni di multe l’anno, ben 26.000 contravvenzioni quotidiane, gli italiani versano nelle casse dello Stato un miliardo di euro; non stupisce quindi che gli automobilisti nostrani abbiano a cuore la legge n.125/2010 che in particolare ha ridotto il termine di notifica della multa da 150 a 90 giorni, il cui superamento da parte delle autorità rende il verbale viziato e quindi non più valido.

Go to Top