Il sapere giuridico rappresenta senza ombra di dubbio uno dei settori più gettonati, e una delle strade preferite da chi valuta l’iscrizione all’università.

Non c’è alcun dubbio sul fatto che, in termini di appeal, la facoltà di giurisprudenza possa contare su una storica tradizione in Italia. Anche se si tratta di un percorso di studi lungo e complesso, se portato a compimento con successo può regalare enormi soddisfazioni. Sono infatti numerosi gli sbocchi occupazionali e le opportunità concesse dal mondo del lavoro, anche alla luce delle novità in termini di digitale e di GDPR.

Fra le altre cose, chi desidera ottenere questa laurea può sfruttare anche il grande potenziale delle università telematiche, che approfondiremo proprio oggi.

La laurea in giurisprudenza online e le sue opportunità

Innanzitutto è bene sottolineare un fatto: se è riconosciuta dal MIUR, l’università telematica offre le stesse opportunità di un qualsiasi altro ateneo. Chiaramente si tratta di una regola che può e deve essere applicata anche ad una laurea in giurisprudenza online, che può essere conseguita studiando da casa. Il vantaggio principale di questa opzione è proprio il seguente: lo studente ha infatti la possibilità di seguire le lezioni registrate in video, in remoto e dunque senza la necessità di dover frequentare di persona.

Quali sono gli altri benefici di un corso di laurea in giurisprudenza frequentato per via telematica? Il risparmio economico, legato al fatto che si evita di pagare l’affitto per frequentare da fuori sede in altre città o regioni. Allo stesso tempo, la qualità dell’offerta formativa resta tale e quale, dunque non sussistono differenze fra gli atenei online e le facoltà di giurisprudenza classiche. In altre parole (a patto che l’ateneo sia riconosciuto dal MIUR), il laureato avrà le stesse “armi” dei colleghi quando affronterà il mondo del lavoro.

Giurisprudenza online: sbocchi classici e alternativi

Come detto, non vi sono differenze fra una laurea in giurisprudenza conseguita online e un titolo di studio tradizionale. Ciò vuol dire che gli sbocchi lavorativi sono esattamente gli stessi, ma con una piccola premessa da fare: chi si è laureato tramite strumenti telematici potrebbe avere addirittura più opportunità. Questo per via del fatto che, oggi, la conoscenza di tools e piattaforme informatiche rappresenta una skill spesso primaria anche nel settore in questione. Di riflesso, facendo pratica con il tipico sistema della DAD, il laureato potrebbe collezionare competenze extra preziose.

Chiaramente il primo sbocco occupazionale per un laureato in giurisprudenza è l’avvocatura, che resta ancora oggi una delle prospettive più attraenti. Non mancano le alternative, come le professioni di notaio e di magistrato, insieme ad altre figure del calibro dell’esperto legale per le aziende e del pubblico ministero.

Abbiamo già accennato alla questione GDPR, ma merita un approfondimento, dato che al momento rappresenta uno degli argomenti più di tendenza. Il rispetto della privacy da parte delle aziende, infatti, è un tema che spesso può cogliere alla sprovvista, causando errori e multe da centinaia di migliaia di euro. Ed è qui che entra in gioco il cosiddetto “data protection officer” (DPO), ovvero il consulente in materia di GDPR e di trattamento di dati personali e privati.

In realtà una laurea in giurisprudenza, sia essa online o meno, può aprire le porte ad altre occupazioni per così dire alternative. Fra queste si trova ad esempio il lavoro di diplomatico, insieme all’insegnante di giurisprudenza e al consulente del lavoro. Concludendo, chi sceglie questo settore può contare su molte opzioni, in grado di abbracciare un mondo di professioni e di sviluppi, con importanti prospettive di carriera.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Diritto di Credito: tutte le informazioni di cui hai bisogno

Diritto di Credito

Il Diritto di Credito rappresenta la modulistica che ruota attorno al rapporto di scambio tra due parti, che può concretizzarsi nel trasferimento di potere d’acquisto o di disponibilità contro il pagamento di un interesse. Il credito è dunque lo strumento essenziale per il trasferimento di risorse da chi le detiene a chi non ne ha (ma può impiegarle ottenendo un utile superiore all’interesse pagato). Il cedente diventa così creditore, mentre il cessionario debitore.

Visto per l'Australia: come ottenerlo se si hanno precedenti penali

visto australia

Per poter andare in Australia, anche se per un periodo massimo di tre mesi, è necessario ottenere un visto per l'Australia con una procedura che può ormai essere tranquillamente realizzata on-line. Più complessa è la situazione nel caso in cui il soggetto richiedente abbia dei precedenti penali

Come disdire l'abbonamento Sky grazie al decreto Bersani

In materia di liberalizzazioni, uno dei capisaldi degli ultimi anni è senza dubbio il decreto bersani, convertito in Legge Bersani n. 248 del 4 agosto 2006. La legge Bersani è nota appunto come legge sulle liberalizzazioni, e contiene una serie di misure che hanno l'obiettivo di tutelare innanzitutto i consumatori, e di rendere più flessibile il mercato.

Banda larga in Italia: approfondimento tematico sulla legge a riguardo

Immagine utilizzata nell'articolo La legge sulla banda larga in Italia: ecco come ci si regola nel nostro Paese

Qualcosa si muove nel settore della rete a banda larga in Italia. Infatti, in quella che possiamo considerare l'agenda del digitale in Italia, veniamo a sapere dal Sole 24 ore che è tonata alla ribalta il cosiddetto piano di sviluppo in materia.

Questura centrale di Roma: ecco l'indirizzo e i contatti

La questura rappresenta un ufficio della Polizia di Stato in possesso di diverse competenza provinciali. Il compito principale della questura centrale di Roma è garantire il mantenimento dell'ordine e della sicurezza pubblica. Per il conseguimento di questo scopo viene effettuata una costante attività di prevenzione e repressione dei reati.

I più condivisi

Dove mettere i propri risparmi al sicuro?

buoni-posta.jpg

In determinati momenti della vita è possibile che ci sia l’opportunità di fare dei piccoli o mediinvestimenti, volti a migliorare la condizioneeconomica familiare oppure a consolidare i capitali accumulati nel tempo. Non si tratta necessariamente di operazioni a bassa quota, ovviamente. Gli investimenti dei risparmi possono riguardare anche cifre importanti e perseguono tutti la stessa logica: trovare la formula migliore per massimizzare l’investimento e minimizzare il rischio.

Società in nome collettivo: ecco le caratteristiche

La società in nome collettivo, detta anche S.n.c. è un tipo di impresa rientra nell'ambito delle società di persone ed è disciplinata dagli articoli 2291-2312 del codice civile; la caratteristica principale è che tutti i soci rispondono in maniera solidale e illimitata in merito ai debiti corrisposti dalla stessa.

Cos’è un’assicurazione RC Professionale?

La polizza di Responsabilità Civile Professionale è obbligatoria per legge dal 13 agosto 2013 per tutti i professionisti che hanno l’obbligo di iscrizione ad un Ordine o un Albo professionale.

Leggi anche...

Redditi da lavoro dipendente

Il reddito, detta in soldoni, rappresenta l'entrata netta che un determinato contribuente italiano realizza in uno specifico lasso temporale, ed espressa secondo l'unità di misura della moneta di riferimento in quel paese. 

Leggi anche...

Patente a punti: sai davvero come funziona dopo la riforma?

immagine per Patente a punti

Con la riforma del sistema delle patenti in Italia, avvenuta nel 2003, il codice della strada ha stabilito che ogni titolare di patente o patentino CIG abbia in dotazione, al momento del conseguimento della patente a punti, un totale di 20 punti.

Go to Top