Rispetto ad altri Paesi europei, in Italia purtroppo si è costretti a pagare annualmente diverse tipologie di tasse. Per rendere meno complicato e pesante il loro pagamento, almeno dal punto di vista pratico, negli ultimi anni l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione dei contribuenti, sul proprio sito internet, alcuni utili strumenti che permettono di poter compilare e stampare dei moduli, utilizzabili appunto per il versamento di alcune imposte.

Tra i vari moduli a disposizione, uno dei più usati è il modello F23 editabile. Il considerevole vantaggio offerto dalla tecnologia e da internet, in questo caso, è quello non solo di poter stampare questo modello F23 editabile, ma addirittura di poterlo compilare direttamente al computer, inserendo, all’interno dei suoi singoli campi, dati ed informazioni, evitando così di farlo manualmente e di commettere eventuali errori di scrittura. Ma a cosa serve in particolare questo modello F23 editabile e quando si deve utilizzare?

Un modulo per diverse imposte

Il modello F23 editabile rappresenta un modulo, messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, attraverso cui un contribuente può pagare varie tipologie di imposte, tasse, sanzioni amministrative e contravvenzioni. Il versamento relativo a tale modulo può essere effettuato presso gli sportelli postali o bancari o qualsiasi concessionario autorizzato alla riscossione. Tuttavia, ed è bene ricordarlo, questo modello F23 editabile, a differenza di quello F24, non permette la compensazione tra crediti e debiti.
La compilazione di tale modulo, delle volte, deve essere effettuata dallo stesso contribuente nell’ipotesi in cui dovesse eseguire un pagamento in “autoliquidazione” o spontaneo, mentre in altri casi è la stessa Agenzia delle Entrate o qualsiasi altro ente finanziario ad inviare alla persona destinataria un modello F23 editabile già precompilato, accompagnato da una lettera in cui si spiegano le ragioni della richiesta di pagamento.

Abbiamo visto che con questo modello F23 editabile è possibile effettuare varie tipologie di pagamenti ed in particolare quelli dovuti a:

  • Registrazione di atti, sia pubblici che privati, e di quelli giudiziari;
  • Pagamenti connessi ad attività del Demanio o delle Dogane;
  • Certificazione, formalità o ispezione ipotecaria;
  • Tributi autoliquidati connessi alla successione;
  • Depositi per rilascio di certificati;
  • Somme accertate Conservatorie;
  • Altre tasse e imposte indirette e penalità relative;

Un esempio pratico di tali pagamenti possono essere le imposte di registro, catastale ed ipotecaria oppure dei canoni per delle concessioni demaniali o, ancora, sanzioni emanate da autorità amministrative o giudiziarie, come multe o contravvenzioni di vario genere.

Com’è strutturato 

Il modello F23 editabile è suddiviso in varie sezioni, da compilare in tutto o in parte in base al tipo di versamento od operazione da effettuare. Nella parte superiore troviamo delle informazioni anagrafiche relative a due soggetti. E proprio a seconda del genere di versamento da fare, si compileranno uno o entrambi i campi. Ad esempio, per un’imposta di registro di un atto pubblico o privato autenticato si inseriranno solo i dati del notaio, mentre per altri tipi di atti sono necessari gli estremi della persona richiedente e di una delle controparti. La sezione successiva, invece, riporta dei dati generali inerenti ufficio o ente responsabile, causale, estremi dell’atto con anno e numero ed altro ancora. Questo campo, per la maggior parte delle volte, è riempito dallo stesso ente finanziario creditore oppure, più raramente, è da compilare a cura del contribuente, ma seguendo attentamente delle istruzioni specifiche fornite.
Continuando, si troverà invece una sezione, composta da righe e colonne, in cui si dovranno inserire il codice del tributo da pagare e l’importo pecuniario ad esso relativo. Tali codici, sotto forma di numeri e lettere, sono unici per ogni singolo tributo o imposta da versare. Naturalmente, la compilazione di questa sezione dovrà essere effettuata dal contribuente, in base al tipo di versamento da effettuare.

Un modulo compilabile ed editabile

immagine per Modello F23 editabile

Come abbiamo già accennato, su internet è possibile trovare facilmente un modello F23 editabile (in versione Pdf) sia sul sito dell’Agenzia delle Entrate che su altri. Non soltanto si può stampare vuoto e successivamente compilarlo a mano, ma addirittura compilarlo direttamente online e stamparlo in seguito. Per coloro che utilizzino il sito dell’ente statale, il rischio di errore nella compilazione è ridotto, in quanto la stessa applicazione effettua una verifica dei dati immessi e avverte in caso di eventuali anomalie.


Potrebbe interessarti

Questura centrale di Roma

La questura rappresenta un ufficio della Polizia di Stato in possesso di diverse competenza provinciali. Il compito principale della questura centrale di Roma è garantire il mantenimento dell'ordine e della sicurezza pubblica. Per il conseguimento di questo scopo viene effettuata una costante attività di prevenzione e repressione dei reati.

Ferie per paternità: quali sono i diritti dei neo-papà

ferie per paternità

E’ vero che si ha diritto a 3 giorni di paternità dal lavoro, pagati (che si aggiungono alle normali ferie)? Molti si interrogano su questo aspetto importante. C’è un po’ di confusione infatti sul fatto se effettivamente, dal giorno del parto e per i 2 giorni seguenti, si ha diritto a percepire un congedo dal lavoro pagato.

Il comodato oneroso: come funziona in diritto?

Nel diritto ci troviamo di fronte al comodato quando abbiamo un contratto attraverso cui un soggetto definito comodante, consegna ad un secondo soggetto detto comodatario, un bene mobile o immobile, con lo scopo di servirsene per un periodo determinato, avendo l'obbligo di restituire il bene al termine del suo utilizzo: è dunque ciò che normalmente chiamiamo come prestito, ma a volte può essere considerato anche il comodato oneroso

Validità del passaporto: costi e scadenze del documento per chi viaggia

validità del passaporto

Il passaporto è un documento necessario per viaggiare e, più nello specifico, per varcare le frontiere di tutti quei Paesi non Europei riconosciuti dalla Repubblica Italiana. Va richiesto ed è poi rilasciato dalla Questura cui facciamo riferimento.

Commissione UE: metodologia di giudizio della legge di bilancio

Commissione UE

Ogni anno, il Governo approva la Legge di Bilancio con le previsioni di spesa per l’attuazione di una serie di misure intese a favorire lo sviluppo economico del Paese. In quanto Stato Membro dell’UE, l’Italia – come tutti gli altri paese membri – è tenuta a presentare la bozza della Legge di Bilancio in sede di Commissione UE ai fini di un’approvazione, in quanto un bilancio troppo discostato dalle linee guida europee potrebbe rappresentare un potenziale rischio di instabilità per tutta l’Area Euro.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Rendita catastale per l'IMU: cosa bisogna sapere esattamente?

 Rendita catastale IMU

Cosa si intende per rendita catastale per l'IMU? Si tratta in pratica di un valore a cui andiamo ad applicare una aliquota, in modo da calcolare il valore effettivo delle imposte da pagare. Nel caso di imposte dirette, la base imponibile va ad essere calcolata per una sua applicazione al reddito delle deduzioni e riduzioni fiscale.

Quattordicesima mensilità: scopri come funziona e come calcolarla

immagine per quattordicesima mensilità

La quattordicesima mensilità è un istituto di origine non legale (ha natura contrattuale). La disciplina della quattordicesima fa riferimento alla determinazione delle parti sociali. Abbiamo dunque pensato possa essere utile determinare quali siano gli aspetti più importanti della quattordicesima, rimandandovi eventualmente ai concetti generali sul diritto finanziario. 

Redditi diversi: sai come comportarti per non infrangere la legge?

Immagine presente nell'articolo Redditi diversi: sai come comportarti per non infrangere la legge?

l reddito si può definire sinteticamente come l'entrata netta che un determinato soggetto realizza in un determinato periodo di tempo, ed espressa secondo l'unità di misura monetaria.

Leggi anche...

Assegno Trasferibile: ecco quello che c'è da sapere

L'assegno trasferibile è uno strumento che permette al titolare di un conto corrente, il pagamento di una somma ad un altro soggetto. L’assegno bancario è valido quando esiste una reale somma di denaro all'interno del conto.

Leggi anche...

Sequestro probatorio: che cos’è e quando si applica?

immagine per sequestro probatorio

Facciamo chiarezza su uno degli argomenti di cui più si discute in Italia in questo ultimo periodo. Il codice di procedura penale comprende tra i mezzi di ricerca della prova il sequestro probatorio (uno strumento utilizzato per lo più da Pubblici Ministeri e Polizia Giudiziaria). Il sequestro probatorio è collegato alla perquisizione (rappresentando in pratica una sua conseguenza).

Go to Top