Molte sono oggi le persone che si interessano al mondo dell’intrattenimento telematico e si fanno intestatarie di un abbonamento a Mediaset Premium, uno dei più grandi servizi di intrattenimento TV maggiormente gettonati ad oggi, Mediaset Premium offre una vasta scelta di servizi, da sempre propone il meglio del calcio, i film più recenti e più acclamati, serie tv seguite in tutto il mondo e ancora tanto intrattenimento per bambini con tantissimi cartoni animati e documentari sugli animali e sulla natura. A volte, però, tocca anche compilare un modulo per la disdetta di Mediaset Premium.

Nel mondo dell’intrattenimento visivo si ha ormai una grande scelta di servizi volti a soddisfare le più disparate esigenze da parte del cliente. Sempre più persone, in Italia, sottoscrivono abbonamenti a servizi come Mediaset Premium e Sky.

I gestori di questi servizi sono sempre alla ricerca della trovata pubblicitaria migliore, e dell’offerta a pacchetto che più potrebbe fare gola al maggior numero possibile di potenziali clienti.

Ma non è sempre oro tutto quello luccica. Infatti spesso e volentieri moltissime delle persone che sottoscrivono un abbonamento a questi servizi lo fanno in abbinata ad altri servizi o per via di una speciale offerta vantaggiosa della durata di qualche mese. Quando poi però arriva la prima bolletta con l’importo intero, fuori dalla promozione, molte persone decidono di compilare il modulo per la disdetta di Mediaset Premium.

Effettuare una disdetta non è cosa molto semplice. Spesso e volentieri dopo ripetute richieste il servizio risulta essere ancora attivo e continuano ad arrivare bollette da parte del gestore del servizio.

Nonostante il malcontento che si viene a creare, questo succede per via di richieste e moduli compilati male. E’ fondamentale infatti inviare una richiesta ben fatta e completa di tutte le informazioni necessarie, in quanto dall’altra parte ci sarà un controllo della lettera molto meticoloso, alla ricerca, più o meno onestamente, della mancanza che permetterà al gestore di ignorare la vostra richiesta.

Per questo mettiamo a disposizione di chiunque ne abbia bisogno, un modulo per la disdetta di Mediaset Premium standard che può essere compilato ed utilizzato senza incorrere in alcun genere di errore.

Il contratto

Il contrattoMediaset Premium dura in genere dodici mesi, a partire dalla data di sottoscrizione, e si rinnova con tacito assenso per un periodo di altri 12 mesi.

Per poter disdireMediaset Premium è necessario inoltrare una domanda entro 30 giorni dalla data di scadenza, allegando il modulo per la disdetta di Mediaset Premium tramite raccomandata con ricevuta di ritorno da inviare a

RTI S.p.A., Casella Postale 101, 20052 Monza (MI)

oppure via fax al n. 02/91971398

Portaldiritto mette a disposizione un modulo per la disdetta di Mediaset Premium che possa essere utilizzata sia per non rinnovare il contratto, sia per rescinderlo anticipatamente.

Ecco la domanda per il modulo per la disdetta di Mediaset Premium

immagine per modulo disdetta mediaset premium

Oggetto: Modulo per la Disdetta di Mediaset Premium

Il/La sottoscritto/a ……………………………………. nato/a …………………………..…………….. il …/…/…………

e residente in …………………………………….. via/c.so/p.zza ………………………………….……………………….

Tel. ……………………..…………… E-mail ………………….……….… C.F. ………………….…………………………

Codice cliente …………………………………..

 

Considerato che in data …/…/………… ha sottoscritto un contratto di adesione ai Servizi Mediaset Premium con identificativo tessera n° ………………………… con scadenza ………………………………..;
Comunica la decisione di non voler più usufruire di tali servizi e pertanto chiede la rescissione del contratto stipulato con questa società, con effetto immediato e comunque entro e non oltre trenta giorni dalla data odierna.

Inoltre si richiede l'annullamento, tramite il modulo per la disdetta di Mediaset Premium di ogni autorizzazione all’addebito di pagamenti sulle carte di credito o sui conti correnti intestati al/alla sottoscritto/a.

Cordiali saluti.

Luogo

Data

Firma

___________________________


Potrebbe interessarti

Iter Legislativo: come si approvano le leggi in Italia?

Iter Legislativo

Con il termine Iter Legislativo, intendiamo il procedimento legislativo, ovvero il processo formale che porta una legge dalla sua creazione alla successiva approvazione da parte delle camere del Parlamento.

Congedo di paternità: astensione obbligatoria e facoltativa

congedo di paternità

Dopo il sì del Parlamento Europeo al congedo di paternità dell’ottobre 2010 il Decreto Legislativo n119 del 18 Luglio 2011 riordina e ridefinisce i presupposti e le modalità con cui fare richiesta in merito a congedi, aspettative e permessi. Differenza sostanziale rispetto al passato è la possibilità del padre di ottenere il permesso anche nel caso in cui la madre non ne abbia diritto (essendo ad esempio disoccupata) mentre in passato era richiesto che la genitrice avesse un lavoro.

Il comodato oneroso: come funziona in diritto?

Nel diritto ci troviamo di fronte al comodato quando abbiamo un contratto attraverso cui un soggetto definito comodante, consegna ad un secondo soggetto detto comodatario, un bene mobile o immobile, con lo scopo di servirsene per un periodo determinato, avendo l'obbligo di restituire il bene al termine del suo utilizzo: è dunque ciò che normalmente chiamiamo come prestito, ma a volte può essere considerato anche il comodato oneroso

Separati in casa: ecco come funziona per la legge italiana

separati in casa

Non sempre l'unione matrimoniale tra due persona va a buon fine. Spesso nascono incomprensioni, divergenze caratteriali, vari cambiamenti negativi all'interno della coppia che possono condurre alla fine del matrimonio. 

Principio di legalità: ti sveliamo le indicazioni fondamentali!

principio di legalità

Il principio di legalità è uno dei punti di forza del Diritto Penale: vediamo di cosa stiamo parlando e in che termini questo argomento è collegato ai principi base della Costituzione.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Capacità contributiva: scopri gli indici e altre informazioni

Immagine per capacità contributiva

Nell'ambito del diritto tributario italiano, uno dei principi fondamentali vigenti in Italia, relativamente alla cosiddetta capacità contributiva, è sancito dall'art. 53 della Costituzione. Uno dei problemi di cui gli Italiani tendono a lamentarsi spesso, soprattutto negli ultimi anni, è l'eccessivo livello di tasse che sono chiamati a pagare annualmente e che tende a ridurre il reddito che hanno a disposizione mensilmente per sé e la propria famiglia.

Cos'è lo Spread? Vediamo tutte le variabili

In materia di diritto e soprattutto di diritto commerciale, è necessario conoscere a fondo determinate dinamiche e indici utili a regolare l'andamento economico stesso personale o di una intera Nazione. Cos'è lo Spread, e conoscere argomenti come Bot, Euribor, Irs ecc. è importante: questi concetti vanno dunque compresi anche e soprattutto per evitare passi falsi e investimenti che potrebbero rivelarsi rovinosi.

Come con carta Hype è possibile gestire le risorse dei minorenni

carta-hype.jpg

Con il passare del tempo sono sempre di più le persone, tra cui tantissimi minorenni, che decidono di affidarsi ai servizi offerti dalla cartaHYPE. Secondo delle recenti analisi di mercato, questo sarebbe molto utile al fine di infondereresponsabilità nei più giovani, che trovandosi ad essere titolari di un conto, riescono a gestire in maniera più coscienziosa i propri risparmi.

Leggi anche...

Società semplice: come si amministra?

Nell'ambito giuridico delle imprese italiane, viene definita come società semplice quella più elementare. Non può essere utilizzata per esercitare una attività commerciale, e a partire dal 2001 va comunque iscritta presso la sezione speciale del registro delle imprese per le seguenti ragioni: come funzione dichiarativa, per finalità di pubblicità legale.

Leggi anche...

Sequestro probatorio: che cos’è e quando si applica?

immagine per sequestro probatorio

Facciamo chiarezza su uno degli argomenti di cui più si discute in Italia in questo ultimo periodo. Il codice di procedura penale comprende tra i mezzi di ricerca della prova il sequestro probatorio (uno strumento utilizzato per lo più da Pubblici Ministeri e Polizia Giudiziaria). Il sequestro probatorio è collegato alla perquisizione (rappresentando in pratica una sua conseguenza).

Go to Top