La perquisizione personale rappresenta un mezzo di ricerca della prova, disciplinato agli art. 247 e seguenti del codice di procedura penale. È un’attività che cerca di individuare il corpo del reato o prove pertinenti al reato. Spesso se ne sente parlare in televisione oppure si vede effettuata in qualche film poliziesco, tuttavia la perquisizione è un'azione particolare svolta dai rappresentanti delle forze dell'ordine (dietro mandato delle autorità giudiziarie naturalmente) e che coinvolge la sfera personale di un soggetto. Infatti, ad essere coinvolte risultano la propria libertà personale appunto ed anche, in altri casi, la propria abitazione e quindi un domicilio privato. Ma in cosa consiste questo atto ed in quali casi risulta essere necessaria? Cerchiamo di scoprirlo.

La perquisizione personale rappresenta un mezzo di ricerca della prova, disciplinato agli art. 247 e seguenti del codice di procedura penale. È un’attività che cerca di individuare il corpo del reato o prove pertinenti al reato. Quest’attività tende a limitare alcune libertà costituzionali come quelle legate alla persona e al domicilio; per questa ragione la legge prevede delle garanzie sostanziali per limitare il meno possibile queste libertà. 

  • L'art. 247 di cui sopra prevede che la perquisizione personale può essere disposta dall'autorità giudiziaria nel momento in cui ricorra il motivo che qualcuno occulti sulla persona il corpo del reato al reato, ovvero quando ricorre il fondato motivo che queste cose si trovino in un luogo determinato. L'atto che dispone la perquisizione è un decreto motivato come specificato dall'articolo 125 del codice di procedura penale.
  • L'art.248 prevede invece la possibilità per l'autorità di chiedere la res petita al fine di evitare la perquisizione: in caso di rifiuto si deve procedere oltre. Risoluzione è spesso il sequestro probatorio del corpo del reato e delle cose ad esso pertinenti.
  • L'art. 352 prevede d’altro canto che la perquisizione personale venga fatta in caso di flagranza del reato o nel caso di evasione ad opera degli ufficiali di polizia giudiziaria. In caso di urgenza, quando il ritardo potrebbe pregiudicarne l'esito, può essere praticata la perquisizione domiciliare.

Ispezione arbitraria

La perquisizione arbitraria rappresenta il delitto previsto dall'art. 609 del Codice Penale (Il pubblico ufficiale, che, abusando dei poteri inerenti alle sue funzioni, esegue una perquisizione o un'ispezione personale, è punito con la reclusione fino ad un anno). 

  • Perquisizione personale arbitraria: azione che consiste nel sottoporre una persona a investigazione sul corpo onde accertare se vi si nascondano oggetti ed impossessarsene.
  • Ispezione personale arbitraria: azione condotta su una persona per verificarne alcune caratteristiche. 

Il reato viene inserito nei delitti che offendono la libertà morale della persona, in quanto costringono un dato soggetto a subire determinare azioni nella sua sfera personale. È un reato proprio, in quanto può essere commesso solo da chi rivesta la qualifica di pubblico ufficiale.

Pensiamo ad esempio al caso di un rappresentante delle forze dell'ordine che, senza alcuna giustificazione ed in maniera del tutto arbitraria ed illegale, perquisisce un soggetto del sesso opposto. Quest'ultimo sentirà la propria persona violata dall'atto del primo e quindi potrà ricorrere anche, se lo riterrà opportuno, alle vie legali per difendere il proprio diritto alla libertà personale e quindi vedere almeno punita la violazione che tale libertà costituzionale ha subito.

Come abbiamo visto, la perquisizione personale può essere effettuata nei confronti di una o più persone, tuttavia essa può avere come oggetto anche un luogo fisico, quindi un domicilio personale (la propria casa ad esempio) o anche altri generi di locali (si pensi ad un garage oppure un luogo di lavoro come un bar o un ufficio). Anche in questo caso, la perquisizione deve avvenire a seguito di provvedimento giudiziario specifico e deve essere svolta rispettando alcune regole o diritti prestabiliti, per l'imputato o coloro che comunque si trovino all'interno del locale perquisito. 

Controllo dei locali

arresto

Nell’articolo 250 del codice di procedura penale, specifica come deve essere effettuata la perquisizione dei locali. Esso presuppone che nel momento in cui si debba iniziare la perquisizione personale, una copia del decreto di perquisizione locale, venga consegnata all’imputato, qualora egli sia presente, oppure a chi ha la disponibilità del luogo.

In tal caso, chi è presente deve essere munito di un avviso che dia la facoltà di farsi rappresentare o assistere da una persona di fiducia. Questa persona, inoltre deve essere reperibile e idonea in base a ciò che è scritto nell’articolo 120. In caso mancassero le persone sopracitate, la copia del decreto risulta consegnata e l’avviso è rivolto ad un congiunto, un coabitante oppure ad un collaboratore come per esempio il portiere o chi ne fa le veci.

Inoltre, nel procedere al controllo del locale, può essere stabilito dall’autorità giudiziaria, con un decreto motivato, che vengano perquisite anche le persone che si trovano in quel momento nel locale, ed anche quelle che eventualmente siano sopraggiunte successivamente. Questo può essere deciso se si ritiene che queste persone possano essere coloro che occultano il corpo del reato o cose che comunque siano pertinenti al reato stesso.

Sempre specificando le motivazioni nel verbale, l’autorità giudiziaria, può ordinare che nessuno si debba allontanare dal locale fin quando le operazioni di perquisizione personale non si siano concluse; in caso questo accadesse, il trasgressore sarà trattenuto oppure ricondotto coattivamente sul posto.

ispezione nel domicilio e limiti temporali

immagine per La perquisizione personale rappresenta un mezzo di ricerca della prova, disciplinato agli art. 247 e seguenti del codice di procedura penale. È un’attività che cerca di individuare il corpo del reato o prove pertinenti al reato.

Secondo l’articolo 251 la perquisizione personale non può e non deve essere effettuata in diverse ore della giornata, infatti esse non può essere eseguita prima delle ore sette di mattina, e nemmeno dopo le ore venti. Anche in questo caso ci possono essere delle eccezioni, infatti l’autorità giudiziaria ha il potere, in casi urgenti, di disporre per iscritto che la perquisizione sia eseguita fuori dai limiti temporali suddetti.

Si pensi ad esempio, in quest'ultimo caso, all'urgenza di catturare un soggetto ritenuto pericoloso o comunque facente parte magari di un'organizzazione criminale e a rischio fuga. In tali situazioni particolari le autorità giudiziarie possono consentire quindi lo svolgimento di perquisizioni, senza rispettare perciò alcun limite temporale. La legittimità del rispetto degli orari pertanto viene meno di fronte alla necessità e all'urgenza di catturare un soggetto o raccogliere prove di reato all'interno di un locale.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Principio di legalità: ti sveliamo le indicazioni fondamentali!

principio di legalità

Il principio di legalità è uno dei punti di forza del Diritto Penale: vediamo di cosa stiamo parlando e in che termini questo argomento è collegato ai principi base della Costituzione.

Polizza vita: i motivi più validi per cui stipularla subito

Polizza vita

La vita è come una scatola di cioccolatini: non si sa mai cosa ci può riservare. Per questo una polizza vita può essere davvero conveniente, specialmente se consideriamo che, in caso di bisogno, essa può diventare un validissimo aiuto finanziario, sia come fondo per i familiari, sia come rendita aggiuntiva una volta in pensione.

Referendum Nucleare: ecco un approfondimento completo

A seguito del tragico incidente di Cernobyl avvenuto nel 1986, in Italia fu promosso un referendum sul nucleare, anzi per la precisione si trattò di tre referendum nazionali relativi al settore nucleare.

Il referendum costituzionale del 1946: sai cosa ha significato?

Con il termine referendum, si intende quel particolare strumento democratico grazie al quale gli elettori sono consultati in maniera diretta su determinati temi di rilevo. Essendo una grande conquista nell'epoca della democrazia diretta, il referendum permette agli elettori di fornire il proprio voto su un tema particolare, senza l'intermediazione del Parlamento.

Rinnovo del passaporto scaduto: come e dove si presenta la domanda

Rinnovo del passaporto

In un momento storico in cui viaggiare all’estero è diventato pratica comune per motivi lavorativi e di piacere, avere un passaporto valido è lo strumento essenziale per raggiungere quelle nazioni al di fuori dell’Unione Europea che lo riconoscano, senza bisogno di richiedere un visto per arrivare a destinazione.

I più condivisi

Quattordicesima mensilità: scopri come funziona e come calcolarla

immagine per quattordicesima mensilità

La quattordicesima mensilità è un istituto di origine non legale (ha natura contrattuale). La disciplina della quattordicesima fa riferimento alla determinazione delle parti sociali. Abbiamo dunque pensato possa essere utile determinare quali siano gli aspetti più importanti della quattordicesima, rimandandovi eventualmente ai concetti generali sul diritto finanziario. 

La mediazione commerciale: di cosa si tratta?

Il diritto commerciale è un ramo del diritto privato che regola le attività imprenditoriali; è anche definito come diritto privato delle imprese. Il diritto commerciale è una materia molto vasta e articolata; questa guida vi aiuterà a saperne di più.

Domanda aggregata: ti spieghiamo noi come funziona

immagine di Domanda aggregata

La Domanda aggregata rappresenta la spesa compiuta dai soggetti di un determinato sistema economico. I Consumi da parte delle famiglie, la spesa per Investimenti da parte delle imprese e la spesa in beni e servizi del settore pubblico: tutte componenti fondamentali di questo documento.

Leggi anche...

Società cooperativa europea: quali sono le sue caratteristiche?

Secondo quanto riportato dal codice civile italiano, si viene a determinare una società cooperativa quando tre o più soci vogliano gestire in comune un'impresa, che abbia come scopo principale quello di fornire ai soci stessi una serie di beni o servizi che hanno determinato la nascita della stessa.

Leggi anche...

Cancellazione dell'ipoteca Equitalia: scopri come fare

Cancellazione dell'ipoteca Equitalia

Aprendo la cassetta della posta, possiamo rischiare l'infarto trovandoci di fronte una cartella esattoriale Equitalia. Riprendiamo il fiato, perchè a quanto pare, una cartella inviata per posta può considerarsi tranquillamente nulla: infatti la Sent. CTP di Milano, 75/26/11 della Commissione Tributaria Provinciale di Milano ha stabilito la nullità di una cartella Equitalia inviata per posta raccomandata, in quanto tali atti devono essere notificati da figure giuridicamente preposte a tale incarico.

Go to Top