Il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) rappresenta il frutto delle trattative intercorse tra le associazioni dei datori di lavoro e i sindacati, con l’obiettivo di stabilire i contenuti fondamentali dei contratti di lavoro, toccando l’aspetto economico, come la retribuzione e l’aspetto normativo, come le mansioni, gli orari di lavoro e le qualifiche. Si tratta quindi di un documento fondamentale non solo perché regola il rapporto lavorativo, ma soprattutto in quanto rappresenta l’unione degli interessi di ambo le parti firmanti.

Il CCNL fu introdotto il 21 aprile 1927, ma acquisì valore giuridico dopo il 1941, rendendo vincolante l’efficacia dei contratti e fornendo delle prassi a cui le parti sociali erano tenute ad attenersi. Da allora i CCNL hanno subito modifiche, vediamo quindi come si presenta oggi e cosa prevede.

CCNL: cos’è nella pratica e come funziona

Le implementazioni contrattuali sono il sogno di tutti, soprattutto se si parla di contratti a tempo indeterminato, ma prima di apporre la propria firma è molto importante conoscere alcuni aspetti fondamentali del proprio contratto nazionale, così da essere maggiormente consapevoli dei propri diritti nel momento in cui si svolge un’attività lavorativa.

È necessario, anzitutto, dividere il settore privato da quello pubblico, in quanto presentano alcune differenze. Nel settore privato il CCNL è stipulato tra i sindacati e le associazioni dei datori di lavoro, o dal singolo datore, stabilendo la parte normativa che regola i rapporti di lavoro e la parte obbligatoria, che disciplina i rapporti reciproci. Nella pubblica amministrazione, invece, le parti interessate sono le rappresentanze sindacali e l’Agenzia per la rappresentazione negoziale delle pubbliche amministrazioni.

L’obiettivo principale di qualsiasi CCNL è quello di definire il contenuto dei contratti di lavoro in base al settore di riferimento, determinando aspetti fondamentali quali la retribuzione, i livelli e gli scatti di anzianità, l’orario, le ferie, il TFR, i congedi, e i tempi per presentare le dimissioni. In sintesi, servono per regolamentare i rapporti tra dipendenti e industriali, ecco perché è molto importante conoscere il proprio CCNL.

Le categorie regolamentate dai CCNL sono moltissime e rientrano nelle seguenti macro aree:

  •     Alimentari
  •     Chimica
  •     credito e assicurazioni
  •     Edilizia e legno
  •     Enti e Istituzioni Private
  •     Enti Pubblici
  •     Marittimi
  •     Meccanici
  •     Poligrafici e Spettacolo
  •     terziario e Servizi
  •     Tessili
  •     Trasporti

Quali sono i CCNL migliori in Italia

ccnl

La domanda sorge spontanea, quali sono i contratti nazionali migliori per chi svolge l’attività lavorativa? Naturalmente è possibile fare una comparazione basandosi su diversi aspetti regolati dal CCNL approfondendo report e statistiche, ma in questo caso ci occuperemo del tema che solitamente interessa di più il dipendente, ovvero lo stipendio. Inutile premettere che vi sono settori in cui lo stipendio minimo è più alto rispetto ad altri, tra questi troviamo il CCNL dei bancari e delle assicurazioni, seguiti da quello dei medici, dei farmacisti, del settore terziario e del commercio e infine quello delle telecomunicazioni. Altri CNNL con ottime condizioni contrattuali sono quello dei giornalisti, dei docenti, degli Ata, del settore turismo e infine quello dei metalmeccanici. Di contro, i contratti nazionali che prevedono degli stipendi minimi più bassi sono quelli per colf e badanti, lavoro domestico e consorzi agricoli.

Un occhio di riguardo va dato agli impiegati, dove troviamo in pole position il settore siderurgico, farmaceutico e petrolifero, mentre ad avere gli stipendi più bassi sono i pubblici esercizi e il commercio al dettaglio.

Concentrandosi invece sui quadri, i migliori CCNL sono quello dell’industria dell’abbigliamento e della moda e quello farmaceutico. A occupare le posizioni più basse in questo caso troviamo il settore alberghiero e dell’edilizia.

Benefit nel lavoro: chi può usufruirne 

ccnl

L’ingresso del welfare aziendale all’interno dei contratti nazionali è avvenuto oramai da qualche anno e ha dimostrato una sempre maggiore coscienza dell’importanza di piani di sostegno all’interno del rapporto tra azienda e dipendente. Tra i primi settori ad aver introdotto benefit aziendali troviamo quello dei metalmeccanici, dove vengono spesso offerti buoni pasto, in quanto facili da erogare e molto flessibili. A questo si aggiungono i buoni benzina, i buoni shopping, le borse di studio, corsi di formazione, attività sportive e culturali, visite specialistiche e servizi assistenziali.

Si sono in seguito aggiunti anche gli orafi-argentieri-gioiellieri, la cui intesa introduce flexible benefit dal valore di 200 euro annui da giugno 2020. I dipendenti potranno usufruire di buoni acquisto, servizi di assistenza, rimborso rette e spese scolastiche.

Infine, negli ultimi anni, ci sono stati ulteriori ingressi, come il settore delle telecomunicazioni, dei pubblici esercizi, di imprese ICT e di professionisti digitali e della cinematografia e produzione.


Potrebbe interessarti

Supporto psicologico da casa? Basta una connessione internet

psicologo.jpg

L'equilibrio mentale è una parte fondamentale del benessere di una persona, sia nell’individualità che nella sfera sociale. Le patologie più frequenti nella società moderna sono la depressione, la schizofrenia, le sindromi nevrotiche e somatoformi. In piena emergenza Coronavirus, sono aumentate le problematiche legate ad un mancato benessere mentale, a causa della quarantena, dell’isolamento e dei cambiamenti improvvisi che hanno radicalmente stravolto la vita di ognuno di noi. 

Significato di Oblazione: cos'è esattamente? Quando è usata?

Significato di Oblazione

Il termine oblazione deriva dal latino offrire. Nel diritto penale indica una causa di estinzione del reato consistente nel pagamento volontario di una somma. È importante chiarire che l'oblazione penale è limitata alle contravvenzioni (è prevista dagli articoli 162 e 162bis del codice penale). In principio poteva essere utilizzata solo per le contravvenzioni punite con la pena dell'ammenda mentre con il tempo è stata prevista un’ulteriore ipotesi che riguarda le contravvenzioni punite con la pena alternativa dell'arresto e dell'ammenda. 

Pubblico ministero: come diventare PM

Il rispetto della legge è uno dei principali doveri di una società e di una Nazione, che intende vivere tranquillamente e vuole distinguersi dalle altre, favorendo dei meccanismi di civiltà e di serenità per i cittadini che la abitano.

Le normative in merito alle piattaforme elevatrici per disabili

piattaforme-elevatrici-per-disabili.jpg

Uno dei temi sociali più importanti al giorno d’oggi è abbattere tutte quelle barriere e i pregiudizi nei confronti di chi è nato con una disabilità

Punti di invalidità: un approfondimento completo su come farne richiesta

punti invalidità

Ogni singolo cittadino italiano possiede determinati diritti imprescindibili e altrettanti doveri da rispettare. Una società civile intesa come tale deve infatti garantire a tutti gli individui di una data nazione diritti importantissimi come il diritto al lavoro e il diritto alla salute.

I più condivisi

Tasse per le slot machine: ecco cosa cambia con gli ultimi provvedimenti

Tasse per le slot machine

Per alcune persone rappresentano dei semplici passatempi con cui divertirsi sporadicamente, da altre invece sono considerate come l'origine di problemi di varia natura, mentre per lo Stato sono una fonte di entrate annue costanti, le slot machines hanno visto nel corso degli ultimi anni una considerevole diffusione sul territorio, anche grazie all'apertura di locali appositi in diverse città e paesi. Tuttavia, attorno a queste macchinette, spesso, sono sorte anche molte polemiche.

Capacità contributiva: scopri gli indici e altre informazioni

Immagine per capacità contributiva

Nell'ambito del diritto tributario italiano, uno dei principi fondamentali vigenti in Italia, relativamente alla cosiddetta capacità contributiva, è sancito dall'art. 53 della Costituzione. Uno dei problemi di cui gli Italiani tendono a lamentarsi spesso, soprattutto negli ultimi anni, è l'eccessivo livello di tasse che sono chiamati a pagare annualmente e che tende a ridurre il reddito che hanno a disposizione mensilmente per sé e la propria famiglia.

Scadenza della cambiale: come comportarsi?

Una cambiale è un titolo di credito all'ordine: questo significa che chi ne è in possesso, ha il diritto senza condizioni di farsi pagare la somma indicata entro la data di scadenza riportata sul titolo. Prima di vedere cosa succede quando non si rispettano i tempi di scadenza della cambiale, diamo qualche altra informazione generale.

Leggi anche...

Consulenti del Lavoro a Bologna: scopriamo a chi rivolgersi?

immagine per Consulenti del Lavoro a Bologna

Di seguito riportiamo una serie di consigli utili alla gestione dei contatti con alcuni degli studi di consulenti del lavoro di Bologna. Possono iscriversi al registro dei praticanti solo coloro in possesso di laurea triennale o specialistica conseguita in Giurisprudenza, Economia e Scienze Politiche. Altre lauree triennali non consentono l'iscrizione al registro dei praticanti.

Leggi anche...

Notifica della multa: come avviene e come regolarsi?

Immagine riferita all'articolo La notifica della multa: come avviene e come regolarsi?

Con oltre 10 milioni di multe l’anno, ben 26.000 contravvenzioni quotidiane, gli italiani versano nelle casse dello Stato un miliardo di euro; non stupisce quindi che gli automobilisti nostrani abbiano a cuore la legge n.125/2010 che in particolare ha ridotto il termine di notifica della multa da 150 a 90 giorni, il cui superamento da parte delle autorità rende il verbale viziato e quindi non più valido.

Go to Top