Il passaporto ordinario è un documento che consente l’opportunità di viaggiare soggiornando in tutti gli Stati riconosciuti dalla Repubblica Italiana: il rilascio del passaporto a Milano è consentito a tutti i cittadini italiani ed è, in Italia, una procedura di competenza delle questure.

Chi effettua il rilascio del passaporto

I cittadini che, per i più diversi motivi, vivono all’estero, possono invece richiedere il rilascio del passaporto alle strutture della diplomazia del proprio Paese (quindi ad ambasciate e a consolati).

Il passaporto ordinariamente in stato di rilascio è dal 20 maggio 2010 diverso dal vecchio, semplice libretto cartaceo: il nuovo passaporto (detto “passaporto elettronico”) consiste in un libretto di 48 pagine a modello unificato nel quale è stato inserito un microchip elettronico.

Tale microchip, posto in copertina, contiene tutte le varie informazioni che riguardano i dati anagrafici, la fotografia modello tessera e le impronte digitali del titolare.

Visa Waiser Program nella questura Milanese

Anche la Questura di Milano emette, attraverso i sui uffici, il rilascio del passaporto elettronico. Il microprocessore di cui il nuovo passaporto è dotato permette l’immediata certificazione dei dati già registrati elettronicamente, quali sono per esempio le informazioni anagrafiche (e la fotografia) del titolare, oltre a specificare l’Autorità competente che ha rilasciato il passaporto.

Tali notifiche si rivelano necessarie a tutti quei cittadini che volessero entrare negli Stati Uniti senza visto. Bisogna inoltre considerare, a proposito, che il rilascio del nuovo passaporto elettronico continuerà a consentire il beneficio dell’esenzione visto a uso dei cittadini italiani, grazie al Visa Waiver Program.

Tasse da pagare per il passaporto

Il passaporto elettronico ha un costo specifico, fissato da un decreto ministeriale, pari a 42,50 euro da versare tramite conto corrente postale da intestare al Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro, ponendo come causale la dicitura “importo per il rilascio del passaporto elettronico”.

Specifichiamo, tuttavia, che la cifra cui si è fatto riferimento non comprende l’annuale tassa di concessione del Governo, che è rimasta la medesima. Il conto corrente postale del Ministero ha il seguente numero: 67422808.

Commissariati a Milano

Ottenere il rilascio del passaporto elettronico a Milano è facile. Basta collegarsi al sito della Questura di Milano per trovare le pagine web di collegamento ai vari Commissariati. Da qui è possibile ricavare gli orari d’apertura e gli indirizzi utili che ci consentiranno di facilitare la presentazione della domanda di rilascio del passaporto.

A Milano gli uffici dediti a questo compito solitamente sono tutti aperti dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 a 12:30. Il sabato tale orario presenta una leggera flessione (9:00 – 12:00).

Rinnovo del passaporto

Per effettuare il rinnovo del passaporto occorre compilare l’apposito modulo. La documentazione deve avere:

  • il contrassegno telematico per passaporto;
  • la firma di entrambi i coniugi nel caso in cui il richiedente sia minore;
  • il passaporto in scadenza;
  • l’autorizzazione del giudice tutelare se il richiedente è:
    • genitore separato con figlio/i minore/i; (vedi la scheda sulla separazione dei coniugi)
    • genitore naturale con figlio/i minore/i riconosciuto/i solo dal genitore naturale; (vedi scheda sui figli naturali)
    • genitore divorziato con figlio/i minore/i senza che vi sia stato l’assenso dell’altro genitore (vedi scheda sul divorzio).

Il rinnovo può essere richiesto presso i medesimi uffici competenti per il rilascio e cioè:

  • la Questura;
  • l’ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza;
  • la stazione dei Carabinieri;
  • l’ufficio postale;
  • l’ufficio comunale.

Se il passaporto da rinnovare è stato smarrito o è stato oggetto di furto occorre allegare alla documentazione la copia della denuncia di smarrimento o di furto che sia stata rilasciata alla competente autorità di Pubblica Sicurezza (es. carabinieri).

Il rinnovo deve essere richiesto al massimo entro sei mesi seguenti alla scadenza, ma è opportuno, per i motivi già segnalati, richiederlo con un anticipo di sei mesi antecedenti alla scadenza. Se il rinnovo è richiesto oltre i sei mesi dalla scadenza, esso è respinto ed occorre richiedere il rilascio di un nuovo passaporto.

E’ in ogni caso necessario richiedere il rilascio di un nuovo passaporto dopo dieci anni dalla data del primo rilascio.

Quanto costa

Per richiedere e ottenere il passaporto bisogna sostenere i seguenti costi:

  • contributo amministrativo di euro 73,50 (introdotto dal DL 66/2014, convertito con Legge n. 89/2014);
  • il costo del libretto che verrà stabilito in apposito decreto del Ministro dell'economia e delle finanze (attualmente di 44,66 euro per il libretto a 32 pagine e di 45,62 euro per quello a 48 pagine).




Potrebbe interessarti

Come è regolata la legge sul Daspo? Vediamolo insiem

Negli ultimi anni il Daspo è una misura restrittiva che balza sovente agli onori della cronaca, sia per quanto riguarda le manifestazioni sportive che, negli ultimi giorni, per quanto concerte il diritto di manifestazione tout court. Con il termine si intende il Divieto di accedere alle manifestazioni sportive.

Leggi tutto...

Cos'è e cosa fa la medicina legale?

La medicina legale è un ramo della medicina che si congiunge al diritto, ed è nata per conoscere e applicare le conoscenze mediche al diritto.

Leggi tutto...

Separazione dei beni: ecco i passi che devi compiere per essere in regola

Immagine usata nell'articolo Separazione dei beni: ecco i passi che devi compiere per essere in regola

Sposarsi è una decisione importantissima per molti e un desiderio di tanti, soprattutto delle donne che sognano il proprio matrimonio sin da bambine. Il matrimonio non prevede però soltanto la cerimonia e il ricevimento di nozze; non è inoltre unicamente un'unione spirituale di due persone.

Leggi tutto...

Come scrivere un testamento? Ecco qualche indicazione

Il testamento è l'atto con cui una persona detta le disposizioni di carattere non patrimoniale per il tempo in cui non sarà più in vita; appartiene alla categoria del negozio giuridico, nella quale si caratterizza per essere un atto unilaterale a causa di morte.

Leggi tutto...

Diritto allo sciopero: quando si esercita?

Un cittadino italiano dovrebbe avere sempre garantito un posto di lavoro; il diritto al lavoro è infatti importantissimo per una Nazione e una società civile intesa come tale e che si rispetti. 

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Tassazione nel Trading online: vediamo come funziona

Le attività di investimento online nei mercati valutari e finanziari sono in crescita costante, un fenomeno dovuto all’uso diffuso del trading online e ad una sempre più attenta regolamentazione degli strumenti finanziari. La regolamentazione degli strumenti, delle piattaforme di trading e degli attori principali del settore finanziario comporta un maggiore controllo e una regolamentazione anche delle normative inerenti la tassazione dei proventi derivanti dal trading online.

Leggi tutto...

Imposta IRES: cos'è e come si calcola

Nell'ambito delle imposte cui è soggetto il cittadino italiano, è bene essere a conoscenza di tutte quelle che gravano ogni anno sul reddito del contribuente. Fra le imposte dirette, ovvero quelle che gravano in maniera diretta sulla ricchezza del contribuente, troviamo le seguenti: IRPEFIRESIRAPICI, imposta sostitutiva su interessi e proventi da obbligazioni.

Leggi tutto...

AltroConsumo Finanza: scopri che cos'è con un approfondimento sul caso

immagine per AltroConsumo Finanza

Il servizio di consulenza che viene messo a disposizione da AltroConsumo Finanza consente a chiunque ne usufruisca di investire in condizioni di massima sicurezza e senza rischi.

Leggi tutto...

Tariffa igiene ambientale: ecco in cosa consiste!

Nei prossimi anni, a seguito del decreto Rochi, la TARSU lascerà il posto alla TIA, o tariffa di Igiene ambientale, il cui scopo è quello di riuscire a far spendere al contribuente la somma reale, relativa all'effettivo utilizzo del servizio in questione.

Leggi tutto...

Cosa cambia per le imposte sulle slot machine per il 2019?

Per alcune persone rappresentano dei semplici passatempi con cui divertirsi sporadicamente, da altre invece sono considerate come l'origine di problemi di varia natura, mentre per lo Stato sono una fonte di entrate annue costanti, le slot machines hanno visto nel corso degli ultimi anni una considerevole diffusione sul territorio, anche grazie all'apertura di locali appositi in diverse città e paesi. Tuttavia, attorno a queste macchinette, spesso, sono sorte anche molte polemiche.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Commercialisti a Napoli e dintorni: i contatti

Di seguito riportiamo una serie di link utili per tutti coloro i quali abbiano bisogno di una consulenza da parte di un commercialista a Napoli e Salerno. Vediamo dunque gli studi dei migliori professionisti nella zona.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Condono delle multe: come funziona

In questi anni, diverse volte abbiamo sentito parlare direttamente o magari in TV di sanzioni comminate e quindi elargite a determinati soggetti o società attraverso una multa. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Pignoramento mobiliare: sai come funziona nel dettaglio?

Immagine presente nell'articolo Pignoramento mobiliare: sai come funziona nel dettaglio?

Per pignoramento mobiliare si intende in diritto l'atto attraverso il quale ha inizio l'espropriazione forzata, ai sensi dell'art. 491 del codice di procedura civile.

Leggi tutto...
Go to Top