Il passaporto ordinario è un documento che consente l’opportunità di viaggiare soggiornando in tutti gli Stati riconosciuti dalla Repubblica Italiana: il rilascio del passaporto a Milano è consentito a tutti i cittadini italiani ed è, in Italia, una procedura di competenza delle questure.

Chi effettua il rilascio del passaporto

I cittadini che, per i più diversi motivi, vivono all’estero, possono invece richiedere il rilascio del passaporto alle strutture della diplomazia del proprio Paese (quindi ad ambasciate e a consolati).

Il passaporto ordinariamente in stato di rilascio è dal 20 maggio 2010 diverso dal vecchio, semplice libretto cartaceo: il nuovo passaporto (detto “passaporto elettronico”) consiste in un libretto di 48 pagine a modello unificato nel quale è stato inserito un microchip elettronico.

Tale microchip, posto in copertina, contiene tutte le varie informazioni che riguardano i dati anagrafici, la fotografia modello tessera e le impronte digitali del titolare.

Visa Waiser Program nella questura Milanese

Anche la Questura di Milano emette, attraverso i sui uffici, il rilascio del passaporto elettronico. Il microprocessore di cui il nuovo passaporto è dotato permette l’immediata certificazione dei dati già registrati elettronicamente, quali sono per esempio le informazioni anagrafiche (e la fotografia) del titolare, oltre a specificare l’Autorità competente che ha rilasciato il passaporto.

Tali notifiche si rivelano necessarie a tutti quei cittadini che volessero entrare negli Stati Uniti senza visto. Bisogna inoltre considerare, a proposito, che il rilascio del nuovo passaporto elettronico continuerà a consentire il beneficio dell’esenzione visto a uso dei cittadini italiani, grazie al Visa Waiver Program.

Tasse da pagare per il passaporto

Il passaporto elettronico ha un costo specifico, fissato da un decreto ministeriale, pari a 42,50 euro da versare tramite conto corrente postale da intestare al Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro, ponendo come causale la dicitura “importo per il rilascio del passaporto elettronico”.

Specifichiamo, tuttavia, che la cifra cui si è fatto riferimento non comprende l’annuale tassa di concessione del Governo, che è rimasta la medesima. Il conto corrente postale del Ministero ha il seguente numero: 67422808.

Commissariati a Milano

Ottenere il rilascio del passaporto elettronico a Milano è facile. Basta collegarsi al sito della Questura di Milano per trovare le pagine web di collegamento ai vari Commissariati. Da qui è possibile ricavare gli orari d’apertura e gli indirizzi utili che ci consentiranno di facilitare la presentazione della domanda di rilascio del passaporto.

A Milano gli uffici dediti a questo compito solitamente sono tutti aperti dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 a 12:30. Il sabato tale orario presenta una leggera flessione (9:00 – 12:00).

Rinnovo del passaporto

Per effettuare il rinnovo del passaporto occorre compilare l’apposito modulo. La documentazione deve avere:

  • il contrassegno telematico per passaporto;
  • la firma di entrambi i coniugi nel caso in cui il richiedente sia minore;
  • il passaporto in scadenza;
  • l’autorizzazione del giudice tutelare se il richiedente è:
    • genitore separato con figlio/i minore/i; (vedi la scheda sulla separazione dei coniugi)
    • genitore naturale con figlio/i minore/i riconosciuto/i solo dal genitore naturale; (vedi scheda sui figli naturali)
    • genitore divorziato con figlio/i minore/i senza che vi sia stato l’assenso dell’altro genitore (vedi scheda sul divorzio).

Il rinnovo può essere richiesto presso i medesimi uffici competenti per il rilascio e cioè:

  • la Questura;
  • l’ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza;
  • la stazione dei Carabinieri;
  • l’ufficio postale;
  • l’ufficio comunale.

Se il passaporto da rinnovare è stato smarrito o è stato oggetto di furto occorre allegare alla documentazione la copia della denuncia di smarrimento o di furto che sia stata rilasciata alla competente autorità di Pubblica Sicurezza (es. carabinieri).

Il rinnovo deve essere richiesto al massimo entro sei mesi seguenti alla scadenza, ma è opportuno, per i motivi già segnalati, richiederlo con un anticipo di sei mesi antecedenti alla scadenza. Se il rinnovo è richiesto oltre i sei mesi dalla scadenza, esso è respinto ed occorre richiedere il rilascio di un nuovo passaporto.

E’ in ogni caso necessario richiedere il rilascio di un nuovo passaporto dopo dieci anni dalla data del primo rilascio.

Quanto costa

Per richiedere e ottenere il passaporto bisogna sostenere i seguenti costi:

  • contributo amministrativo di euro 73,50 (introdotto dal DL 66/2014, convertito con Legge n. 89/2014);
  • il costo del libretto che verrà stabilito in apposito decreto del Ministro dell'economia e delle finanze (attualmente di 44,66 euro per il libretto a 32 pagine e di 45,62 euro per quello a 48 pagine).




Potrebbe interessarti

Legge Bersani telefonia

Con l’avvento della Legge Bersani, sono state introdotte delle misure favorevoli ai consumatori, relativamente alle tariffe telefoniche.

Leggi tutto...

Denuncia per malasanità all'URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico)

Denuncia per malasanità

Con malasanità si intende in generale un episodio in cui si verifica una carenza della prestazione dei servizi professionali rispetto alle loro capacità che causa un danno al soggetto beneficiario della prestazione.

Leggi tutto...

Bambini immigrati in mensa: cosa prevede la legge

L’Italia è un paese che vanta da sempre grandi capacità di accoglienza sia in termini di solidarietà che di efficienza ricettiva, così come è noto che l’Italia è un paese crocevia del Mediterraneo, paese di transito, di emigrazione e di immigrazione

Leggi tutto...

Punti invalidità: un approfondimento completo su come farne richiesta

punti invalidità

Ogni singolo cittadino italiano possiede determinati diritti imprescindibili e altrettanti doveri da rispettare. Una società civile intesa come tale deve infatti garantire a tutti gli individui di una data nazione diritti importantissimi come il diritto al lavoro e il diritto alla salute.

Leggi tutto...

Separati in casa: ecco come funziona per la legge italiana

separati in casa

Non sempre l'unione matrimoniale tra due persona va a buon fine. Spesso nascono incomprensioni, divergenze caratteriali, vari cambiamenti negativi all'interno della coppia che possono condurre alla fine del matrimonio. 

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Il Calcolo ISEE on line: come effettuarlo?

ISEE è una sigla che sta per Indicatore Situazione Economica Equivalente. Tale indicatore è uno strumento necessario ad individuare la condizione economica di una famigliaCalcolare l'ISEE online è importante nel momento in cui una famiglia vuole richiedere delle prestazioni agevolate, ed è un indicatore necessario in tutta una serie di interventi che hanno a che fare con la Famiglia e codice civile

Leggi tutto...

Cos’è un’assicurazione RC Professionale?

La polizza di Responsabilità Civile Professionale è obbligatoria per legge dal 13 agosto 2013 per tutti i professionisti che hanno l’obbligo di iscrizione ad un Ordine o un Albo professionale.

Leggi tutto...

Le agenzie fiscali: quali sono i riferimenti nel diritto pubblico

immagine per agenzie fiscali

Per quanto concerne il diritto pubblico, si parla di agenzia per designare un qualsiasi ente o organizzazione inerente la pubblica amministrazione dotato di specifiche funzioni. Solitamente svolgono rispetto agli altri dicasteri funzioni strettamente legate all'operatività. Tuttavia, le agenzie fiscali sono direttamente soggette al controllo del dicastero di riferimento.

Leggi tutto...

Come tutelarsi dalle truffe del trading online

Il trading online è un’attività finanziaria che può diventare remunerativa se condotta con le premesse giuste e le necessarie precauzioni sulla sicurezza per tutelare il proprio denaro; come qualsiasi attività online – da un acquisto e-commerce all’iscrizione a un forum, agli investimenti – occorre porre la massima attenzione per evitare le truffe online.

Leggi tutto...

Eurirs? Cos'è? Come si monitora il suo andamento?

Eurirs

Al giorno d'oggi sono tante le persone che richiedono ad un istituto finanziario oppure ad una banca un prestito o un mutuo, magari al fine di acquistare un immobile oppure per altre necessità familiari. Tali somme di denaro possono essere concesse poi con un tasso d'interesse fisso o variabile. Tuttavia, prima di andare a sottoscrivere un contratto di mutuo, è importante conoscere diversi elementi che vanno a contribuire alla somma che un soggetto dovrà pagare come singola rata mensile.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Come aprire una Ditta Individuale

Quando si decide di aprire una attività o un lavoro in proprio, è necessario innanzitutto stabilire la forma giuridica da assumere, secondo quanto stabilisce il diritto commerciale; le alternative sono fra la scelta di lavorare in proprio o costituire una società. Praticamente si tratta di scegliere se diventare un Imprenditore in privato oppure entrare in società.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Arresti domiciliari: le regole dettate dal provvedimento dello Stato

Immagine usata nell'articolo Arresti domiciliari: le regole dettate dal provvedimento dello Stato

Il diritto penale fa parte del diritto pubblico interno e si occupa di definire le dinamiche della pena per coloro che commettono reati più o meno gravi. Il diritto penale va ad analizzare dunque la gravità del reato commesso definendo la giusta pena da infliggere a colui che ha commesso un illecito penale.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Patteggiamento della pena: quando e come?

Il patteggiamento sulla pena rappresenta un istituto del diritto processuale penale disciplinato dal punto 4 dell'art.2 della legge delega dl 1987 e dall'art. 444 c.p.p. come modificato dalla legge 12 giugno 2003 n.134. Il patteggiamento è dunqueil procedimento caratterizzato dalla richiesta rivolta al Giudice dall'imputato di una sanzione sostitutiva diminuita fino a un terzo.

Leggi tutto...
Go to Top