Cosa significa essere separati in casa? Portal Diritto descrive le caratteristiche (legali e non) della separazione in casa. Non sempre l'unione matrimoniale tra due persona va a buon fine. Spesso nascono incomprensioni, divergenze caratteriali, vari cambiamenti negativi all'interno della coppia che possono condurre alla fine del matrimonio. A livello umano e familiare, soprattutto se ci sono di mezzo anche i figli, la fine di un'amore è un momento davvero difficile da affrontare. In questi casi inoltre, i due coniugi decidono solitamente di essere separati in casa o divorziare. Durante la separazione è altresì possibile che per motivi di natura, in primis economico, e logistica, si sia costretti a coabitare nello stesso luogo; tale tipo di annullamento matrimoniale è definito come stato di “separati in casa”.

La separazione in casa si verifica soprattutto nei casi in cui i due ex coniugi sono separati di fatto. È necessario sapere che la separazione di fatto si differenzia sostanzialmente dalla separazione legale, consensuale o giudiziale. Per quest'ultima è infatti obbligatoria la presenza di un'autorità giudiziaria che stabilisce le condizioni della separazione stessa. La separazione di fatto prevede invece l'abbandono spontaneo di uno dei due ex coniugi del tetto coniugale con un eventuale accordo di pagamento di alimenti. Si può altresì decidere di vivere sotto lo stesso tetto da separati in casa, soprattutto se sussistono problemi economici, effettuando così la separazione in casa.

Coabitazione e convivenza

Quando si parla di separazione in casa è necessario sapere che coabitazione e convivenza hanno due significati totalmente diversi in ambito giuridico. La convivenza, che include in sé anche la coabitazione, rappresenta una sorta di fusione e condivisione anche e soprattutto di natura affettiva e sentimentale. A differenza della convivenza, la coabitazione prevista nella separazione in casa rappresenta unicamente un condividere fisicamente la stessa abitazione. La separazione di fatto da separati in casa prevede dunque la cessazione della convivenza, ma il perdurare della coabitazione.

La novità low cost

Con la nuova legge sulle separazioni e separati in casa, questo atto non costerà come in passato migliaia di euro ma appena 16 euro, da versare nelle Casse del Comune. Un’agevolazione che non vale quando ci sono di mezzo i figli, visto che in quest’ultimo caso bisognerà tuttavia passare sempre per gli avvocati. Queste nuove norme hanno portato a un boom delle richieste di separazioni, soprattutto in coppie 50enni o 30enni, che sono quelle che più di tutte soffrono la crisi matrimoniale. Una crisi matrimoniale testimoniata anche dai numeri, visto che nel 2012 le separazioni erano arrivate al 22% e i divorzi al 36%. Un chiaro sintomo che le vecchie famiglie, che festeggiavano le nozze d’argento se non addirittura le nozze d’oro, non esistono più. Oppure, sono diventati solo pochissimi casi.

immagine per separati in casa

Ma perchè allora le persone si sbrigano per sposarsi? Sarebbe questa la domanda da fare a tutte quelle coppie che arrivano all’altare della Chiesa o in Comune per suggellare un’unione che dovrà durare in eterno. Purtroppo, basta fare un giro tra amici, vicini di casa o semplicemente persone della propria città per capire che la realtà si è completamente ribaltata rispetto a tanti anni fa. Oggi le coppie “scoppiano” per un nulla, al primo accenno di crisi ecco che si lasciano, magari dopo aver giurato e urlato amore eterno. I social network hanno poi aggravato la situazione, visto che i canali social sono stati menzionati come tra le cause del divorzio e/o separazione o stato di separati in casa.

Tutto ciò ha prodotto quindi matrimoni che durano pochi anni prima della fine con la crisi economica che ha peggiorato la situazione. Sono aumentati infatti i casi di marito e moglie costretti a vivere sotto lo stesso tetto da “separati in casa” perchè non possono permettersi una separazione di fatto, con uno dei che va ad abitare da un’altra parte. Quando ci sono poi figli di mezzo, lo scenario è più difficile da gestire perchè i bambini capiscono la difficoltà del momento e ne soffrono terribilmente, anche se non lo danno a vedere. Con tutte le conseguenze del caso, del figlio che a weekend alternati vive con il padre e poi ritorna dalla madre, come fosse un pacco postale. E tutto ciò influisce su una crescita sana e soprattutto stabile del figlio/a.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Successione senza testamento: chi sono gli eredi?

Il diritto ereditario è un insieme piuttosto complesso di norme che hanno come obiettivo la regolarizzazione di tutte le vicende riguardanti il patrimonio di una persona in seguito alla sua morte e quindi per il periodo successivo alla stessa, in particolare per la definizione dei nuovi titolari del suddetto patrimonio.
In questo caso il diritto ereditario si occupa di tutti quei rapporti che sono trasmissibili e che quindi permangono alla morte del soggetto, definiti come diritti patrimoniali assoluti.

Quando è obbligatorio contattare un avvocato

198Avvocati online

Le situazioni in cui la presenza di un avvocato può risultare preziosa sono molteplici. Ci sono però situazioni in cui avere a disposizione un rappresentante legale abilitato è obbligatoria per legge. In altri casi invece si può decidere se contattare questo professionista, o se invece non avvalersi del suo aiuto e consiglio. In linea generale avere a disposizione il consiglio di un avvocato è sempre utile, in qualsiasi situazione in cui si ha uno sconto, o un incontro, con le leggi considerate in senso lato.

La Pratica Forense per la Professione di Avvocato è retribuita?

Con il termine avvocato si intende un professionista, laureato in materie giuridiche, che si occupa di rappresentare assistendo o difendendo una parte processuale.
Per esercitare la professione di avvocato, è necessario essere iscritti all'albo

Iter Legislativo: come si approvano le leggi in Italia?

Iter Legislativo

Con il termine Iter Legislativo, intendiamo il procedimento legislativo, ovvero il processo formale che porta una legge dalla sua creazione alla successiva approvazione da parte delle camere del Parlamento.

Separati in casa: ecco come funziona per la legge italiana

separati in casa

Non sempre l'unione matrimoniale tra due persona va a buon fine. Spesso nascono incomprensioni, divergenze caratteriali, vari cambiamenti negativi all'interno della coppia che possono condurre alla fine del matrimonio. 

I più condivisi

Capacità contributiva: scopri gli indici e altre informazioni

Immagine per capacità contributiva

Nell'ambito del diritto tributario italiano, uno dei principi fondamentali vigenti in Italia, relativamente alla cosiddetta capacità contributiva, è sancito dall'art. 53 della Costituzione. Uno dei problemi di cui gli Italiani tendono a lamentarsi spesso, soprattutto negli ultimi anni, è l'eccessivo livello di tasse che sono chiamati a pagare annualmente e che tende a ridurre il reddito che hanno a disposizione mensilmente per sé e la propria famiglia.

Adempimento dell’obbligazione: come annullare i debiti

Adempimento

L’adempimento dell’obbligazione consiste nell’esecuzione a favore del creditore della prestazione dovuta dal debitore. Quest’ultimo annulla l’obbligazione. L’adempimento deve essere: esatto (fedele a quanto stabilito nel titolo dell’obbligazione), per intero (in linea con le norme dispositive di legge su qualità), nel luogo e nel tempo previsti per l’adempimento dell’obbligazione. La materia è disciplinata dal diritto privato.

Tasse per le slot machine: ecco cosa cambia con gli ultimi provvedimenti

Tasse per le slot machine

Per alcune persone rappresentano dei semplici passatempi con cui divertirsi sporadicamente, da altre invece sono considerate come l'origine di problemi di varia natura, mentre per lo Stato sono una fonte di entrate annue costanti, le slot machines hanno visto nel corso degli ultimi anni una considerevole diffusione sul territorio, anche grazie all'apertura di locali appositi in diverse città e paesi. Tuttavia, attorno a queste macchinette, spesso, sono sorte anche molte polemiche.

Leggi anche...

Conciliatore professionista: di cosa si occupa questa figura?

conciliatore

Con l'attuazione del decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28, e la conseguente riforma del processo civile in materia di mediazione, la figura del mediatore conciliatore ha assunto un ruolo chiave nell'ambito della risoluzione di determinate questioni legali.

Leggi anche...

Il condono fiscale: quando e come si applica questa procedura?

condono fiscale

Il condono fiscale rientra, nell'ambito del diritto, nella più ampia categoria dei condoni legislativi emanati tramite decreti legge

Go to Top