Poche volte consideriamo gli importi delle multe una somma ragionevole rispetto all'infrazione effettuata. Sarebbe bene conoscere quali sono gli importi delle multe per evitare di riceve spiacevoli avvisi da parte delle forze di Polizia.

Per questo è utile avere familiarità, oltre che con il codice della strada, con l'importo e le tariffe delle multe da pagare in caso di infrazione. Le tariffe multe variano da una quarantina di euro, fino addirittura a toccare la soglia dei centomila euro. Oltre a prevenire eventuali infrazioni ed incidenti, conoscere le tariffe delle multe è necessario per poter scoraggiare eventuali comportamenti al limite da parte dei guidatori più sprovveduti e soprattutto più incauti.

Conduceva veicolo con targa non integralmente leggibile

L’ammontare della cifra da versare quando si contrae una multa per questa infrazione è di 38,00 Euro, come stabilisce l’Articolo 102.

Guida senza patente

Se si guida senza patente si va incontro ad una multa che arriva anche fino a 2.257,00 Euro e 389,00 Euro al proprietario del veicolo per incauto affidamento. Questo in base all’articolo 116.

Patente non rinnovata

Se venite fermati e trovati con una patente non rinnovata la multa a cui andate incontro è di 155,00 Euro ma non soltanto, infatti, secondo l’articolo 126 è previsto anche il ritiro della patente.

Mancanza temporanea di requisiti fisici e/o psichici

Se per un certo periodo vengono a mancare i requisiti fisici o psichici che sono richiesti per la guida, si può incorrere in una multa della cifra di 78,00 Euro. Questa parte è regolamentata nell’articolo 115.

Divieto di sosta

Se si viola l’articolo 157, cioè quello che regolamenta il divieto di sosta, la multa ammonta alla somma di 38,00 Euro.

Motore acceso durante la sosta o la fermata

Invece, è di 200,00 Euro la multa a cui si va incontro se, ignorando l’articolo 157, si tiene acceso il motore dell’automobile durante la sosta o la fermata.

Mancata esposizione del disco orario

Se invece, si parcheggia in una zona in cui, secondo l’articolo 157, è prevista l’esposizione del disco orario, ignorando questo obbligo, sarete costretti a pagare una multa di 38,00 Euro.

Eccesso di velocità entro 40 Km/h rispetto al limite

Nel caso in cui, la multa venga emessa per un eccesso di velocità che, però, si mantenga entro i 40Km/h rispetto alla velocità permessa, la multa, in base all’articolo 142, sarà di 155,00 Euro.

Eccesso di velocità oltre i 40 e non superiore ai 60Km/h rispetto al limite

Se invece, l’eccesso di velocità rilevato è superiore a 40 Km/h ma inferiore a 60 Km/h, la multa da pagare sarà di 370,00 Euro e verrà sospesa patente da 1 a 3 mesi; se si è neopatentati la sospensione può variare da 3 a 6 mesi. In caso di recidive, si avrà una sospensione della patente da 8 a 18 mesi per recidive; il tutto in base alla violazione dell’articolo 142.

Eccesso di velocità oltre i 60 km/h rispetto al limite

Se, ancora, si supera la velocità consentita di oltre 60 km/h rispetto al limite si dovranno pagare ben 500,00 Euro di multa e la patente verrà sospesa da 2 a 6 mesi. Secondo l’articolo 142 è prevista la revoca della in caso recidiva.

Guida pericolosa

Nel caso, gravissimo, di guida pericolosa, vi vedrete addebitare una salatissima multa di 5000,00 e, in base all’articolo 9 sarete passibili di arresto.

Guida senza casco

Nel caso di guida di una moto, senza l’utilizzo del casco, la multa, stabilita dall’articolo 171, è di 74,00 Euro e sarete soggetti al fermo del veicolo.

Guida senza cintura di sicurezza

Come per il casco, la guida di un’automobile senza cintura è un’infrazione all’articolo 172 e viene multata con 74,00 Euro ed in caso di recidiva si ha la sospensione della patente.

Guida e uso del telefono

Un’infrazione commessa molto spesso è quella all’articolo 173, cioè l’uso del telefono alla guida che prevede una sanzione di 148,00 Euro e la sospensione della patente in caso di recidiva.

Guida senza lenti (con obbligo sulla patente)

Se, sulla patente è previsto l’obbligo di lenti durante la guida, e ciò non viene rispettato, si va incontro ad una multa di 70,00 Euro in base a quanto stabilito dall’articolo 173.

Guida in stato di ebbrezza

Per l’effrazione dell’articolo 186, cioè la guida in stato di ebbrezza, le sanzioni previste variano da 500,00 a 6000,00 Euro ed anche la sospensione della patente.

Seconda possibilità: contestazione!

Hai ricevuto una multa e sei certo di non aver commesso tante violazione? Ritieni che la multa sia ingiusta o che il verbale contenga errori? Puoi fare ricorso!

Per prima cosa è bene ricordare che le multe sono delle vere e proprie sanzioni amministrative, applicate in caso di violazione del codice stradale.

Ecco i passi da fare a seconda della strada che intendi percorrere.

Contestare una multa presso il Prefetto

È necessario inoltre allegare copia del verbale e il materiale utile a supportare la richiesta (ad esempio le fotografie).

Nel caso in cui nell’ordinanza venga rigettato il ricorso e venga emessa un’ingiunzione al pagamento della sanzione, quest’ultima deve essere notificata entro 150 giorni. Il soggetto avrà tempo 30 giorni di tempo per pagare la multa.





Potrebbe interessarti

Iter Legislativo: come si approvano le leggi in Italia?

Con il termine Iter Legislativo, intendiamo il procedimento legislativo, ovvero il processo formale che porta una legge dalla sua creazione alla successiva approvazione da parte delle camere del Parlamento.

Leggi tutto...

Domanda di rinnovo del passaporto: come e dove

In un momento storico in cui viaggiare all’estero è diventato pratica comune per motivi lavorativi e di piacere, avere un passaporto valido è lo strumento essenziale per raggiungere quelle nazioni al di fuori dell’Unione Europea che lo riconoscano, senza bisogno di richiedere un visto per arrivare a destinazione.

Leggi tutto...

Il fenomeno della Surrogazione: vi spieghiamo cos’è

La surrogazione è il fenomeno del subingresso di una terza persona/società nei diritti del creditore verso un debitore. Questo avviene per effetto del pagamento del debito da parte del terzo. Il pagamento di questo tipo è regolato dal codice civile agli artt. 1201-1205 che prevedono tre tipi di surrogazione.

Leggi tutto...

Perquisizione personale: sai quando è davvero necessaria?

La perquisizione rappresenta un mezzo di ricerca della prova, disciplinato agli art. 247 e seguenti del codice di procedura penale. È un’attività che cerca di individuare il corpo del reato o prove pertinenti al reato.

Leggi tutto...

Come è regolata la legge sul Daspo? Vediamolo insiem

Negli ultimi anni il Daspo è una misura restrittiva che balza sovente agli onori della cronaca, sia per quanto riguarda le manifestazioni sportive che, negli ultimi giorni, per quanto concerte il diritto di manifestazione tout court. Con il termine si intende il Divieto di accedere alle manifestazioni sportive.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Il comitato creditori: di cosa si occupa?

Per quanto riguarda la procedura di fallimento, esistono diverse figure ad esso preposte denominate Organi del fallimento, secondo le norme del diritto commerciale, artt. 23-41 della Legge Fallimentare.

Leggi tutto...

Buoni ordinari del tesoro: come funzionano?

I BOT, ovvero i buoni ordinari del tesoro, sono dei titoli a breve scadenza emessi dallo stato, da molti considerati come titoli con un rischio pari allo zero. Sono un titolo senza cedola, della durata massima di 12 mesi, che vengono emessi dallo Stato Italiano per finanziare il debito pubblico.

Leggi tutto...

Come amministrare un condominio: spese condominiali e altro

Se vivete in un condominio è d'obbligo conoscere temi quali quelli connessi alle spese condominiali. La ripartizione di questi costi avviene in base agli artt. 1123, 1124, 1125 e 1126 c.c. Oltre a tutto ciò è importante trattare argomenti come quelli che riguardano i costi per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle parti comuni.

Leggi tutto...

Come richiedere un prestito personale: la documentazione

Oggi richiedere un prestito personale non è difficile, presentando la corretta documentazione. È necessario avere a disposizione i documenti che attestano la disponibilità economica sufficiente al saldo delle rate.

Leggi tutto...

Adempimento dell’obbligazione: come annullare i debiti

L’adempimento dell’obbligazione consiste nell’esecuzione a favore del creditore della prestazione dovuta dal debitore. Quest’ultimo annulla l’obbligazione. L’adempimento deve essere: esatto (fedele a quanto stabilito nel titolo dell’obbligazione), per intero (in linea con le norme dispositive di legge su qualità), nel luogo e nel tempo previsti per l’adempimento dell’obbligazione. La materia è disciplinata dal diritto privato.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Avvocati di Bari: un elenco fondamentale!

Riportiamo una serie di informazioni utili per chi fosse alla ricerca di un avvocato a Bari. Presenti i link dei siti di alcuni avvocati della città pugliese. La lista verrà costantemente aggiornata e monitorata.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Protesto cambiale: come comportarsi?

Succede (è sempre successo e continuerà a succedere sempre, specie di questi tempi) di sentire storie in cui si parla di cambiali e di mancati pagamenti. Ma cosa succede veramente quando non si è in grado di pagare una cambiale?

Leggi tutto...

Leggi anche...

Protesto cambiali: come risolverlo?

Le cambiali sono un titolo di credito all’ordine, astratto e autonomo, che incorporano la “promessa” o “l’ordine” incondizionato di pagare una certa somma a favore del legittimo possessore, alla scadenza e nel luogo in essa indicati. 

Leggi tutto...
Go to Top