Quando si ha a che fare con un documento così importante come la Cambiale, è bene conoscerne i dettagli su come compilarla, così da evitare noie legali in un momento successivo. E' importante sapere che si hanno 3 anni a disposizione per provvedere ad eventuali parti omesse.

Dati necessari per compilare la cambiale

Come dati personali, vanno indicati: nome, luogo di nascita, data di nascita, codice fiscale del soggetto "trattatario", ovvero di chi è indicato come colui che pagherà la cifra. Questi deve aggiungere anche la scadenza del pagamento, e successivamente va indicato il nome del beneficiario, ovvero di colui a cui intende farsi il pagamento. Seguono le indicazioni spazio-temporali dell'emissione della cambiale.

Va inserita ora la sottoscrizione del soggetto "traente". Se mancasse uno dei dati finora indicati, il documento non assume il valore di cambiale e in caso di mancato pagamento della stessa, possono sorgere azioni esecutive; ma questo non avviene nei seguenti casi:

  • omissione del luogo di pagamento. Viene considerato tale il luogo che appare vicino al nome del trattatario.
  • omissione del luogo di emissione. Viene considerato tale il luogo indicato vicino al nome del traente.
  • omissione della data di scadenza. La cambiale viene considerata "a vista".

E’importante sapere che l’indicazione della scadenza quando si compila la cambiale può essere di vari tipi, che sono illustrati nell’elenco che segue.

  • Una data precisa, ad esempio il 20 settembre.
  • Tra un determinato periodo di tempo che inizia dal giorno in cui è stata emessa la cambiale, ad esempio tra due mesi.
  • A vista, in questo caso il creditore riceverà il pagamento della somma dovuta, nel momento in cui presenterà la cambiale al suo debitore o a chi risponde per lui. E’importante sapere che la cambiale deve essere presentata entro massimo un anno dalla data di emissione.
  • A certo tempo vista.

Nel caso in cui sul documento non sia presente una data di scadenza, la cambiale è considerata a vista e quindi sarà saldata al momento della sua presentazione. E’importante sapere che la data di scadenza non può essere riferita a un periodo precedente alla data di emissione del documento, alla data di integrazione dei bolli e alla data in cui è stato trascritto il contratto in Tribunale. Inoltre non può essere riferita ad una data posteriore di oltre 5 anni rispetto alla sua data di emissione. Nel giorno di scadenza il documento dovrà essere portato nel luogo indicato sul titolo, la maggior parte delle volte una banca, quest’ultima provvederà al pagamento della somma indicata.

Il retro del documento

Le informazioni sopra descritte si riferivano alla parte anteriore, di seguito sono illustrate invece le parti che si devono compilare sul retro della cambiale

  • Il bollo, la cui somma è proporzionale a quella debitoria.
  • La girata, che comprende il nome del giratario, la data e la firma del girante. Nel caso in cui si tratti di una cambiale in bianco è necessario apporre solo la firma del girante ed il documento diventa così un titolo al portatore.

Ci sono alcuni elementi che possono essere opzionali all’interno di un documento di pagamento e sono riportati nell’elenco che segue.

  • La scadenza, che com’è stato già detto può essere a vista, a certo tempo a vista, a giorno fisso e a certo tempo data.
  • Il luogo di emissione del documento.
  • Il luogo dove avverrà il pagamento della somma riportata, nel caso in cui non sia espressamente scritto si considera il luogo di emissione.
  • L’avallo, vale a dire una garanzia che può essere richiesta dal beneficiario.

Come correggere una cambiale

Diciamo subito che apportare una modifica a una cambiale è del tutto possibile. Dobbiamo però sottolineare che la cambiale rimarrà comunque un titolo esecutivo e per questo protestabile. Ovviamente occorre rispettare determinati canoni e prestare particolare attenzione nella compilazione. Volete cambiare la data di riscossione della cambiale, dando così più tempo alla persona debitrice per restituirvi il denaro ma non sapete come fare?

La correzione è semplicissima, basterà apportare le firme di entrambe le persone affianco alla data modificata. La nuova data dovrà essere scritta fra le righe, ovvero subito sotto data già esistente e subito sopra il resto del testo.

Abbiamo chiarito che qualsiasi tipo di cambiamento in una cambiale può essere attuato purché sia sottoscritto da entrambe le parti, ovvero siano partecipi tutti i protagonisti, senza alcun tipo di dolo.

Valore marche da bollo su cambiali

Per la corretta compilazione della cambiale occorre affrancare alla suddetta un bollo, più conosciuto come marca da bollo. Quando una cambiale è senza bollo, perde il suo valore esecutivo e si perde la possibilità di protestarla ma al tempo stesso mantiene la sua validità.

La domanda che ci viene fatta più spesso è quella su come calcolare il valore del bollo da affrancare al titolo. Questo valore viene calcolato in percentuale al valore stesso della cambiale. Bisogna fare particolare attenzione a utilizzare la marca da bollo del giusto valore. Infatti se questa sarà inferiore alla somma dovuta, la cambiale perderà la sua esecutività, se invece il valore della marca da bollo sarà superiore questa resterà esecutiva.

Occorre, in base alla legge 191/2004, fare una distinzione a seconda se il titolo sia una cambiale tratta o un pagherò:

  • Per la cambiale tratta il valore è del 12 per mille della somma della cambiale
  • Per i pagherò l’imposta è pari all’11 per mille.




Potrebbe interessarti

Legge di bilancio: come avviene l'iter burocratico di approvazione

La Legge di Bilancio definisce ogni anno gli obiettivi finanziari da perseguire nel triennio successivo e dalla quale dipendono i conti pubblici. L’approvazione della legge di Bilancio suscita interesse anche nell’Unione Europea e nelle agenzie di rating perché è il momento in cui si capisce quale sarà la direzione economica di un Paese e le prospettive future di crescita e stabilità.

Leggi tutto...

Come è regolata la legge sul Daspo? Vediamolo insiem

Negli ultimi anni il Daspo è una misura restrittiva che balza sovente agli onori della cronaca, sia per quanto riguarda le manifestazioni sportive che, negli ultimi giorni, per quanto concerte il diritto di manifestazione tout court. Con il termine si intende il Divieto di accedere alle manifestazioni sportive.

Leggi tutto...

Il Giudice delegato: sai di cosa si occupa?

Per quanto riguarda la procedura di fallimento, esistono diverse figure ad esso preposte denominate Organi del fallimento, secondo le norme del diritto commerciale, artt. 23-41 della Legge Fallimentare.

Leggi tutto...

L’Annullamento del matrimonio religioso

Occorre stabilire un’importante differenza tra il matrimonio civile e quello religioso. È ovvio che tali differenza prendono maggior forma nel momento in cui si parla di Divorzio e di annullamento del matrimonio. Vanno considerati i fattori che determinano la persistenza e dunque l’annullabilità dei vari tipi di matrimonio. Vediamo dunque quali sono queste differenze, analizzando in particolare la situazione per quel che riguarda il rito religioso.

Leggi tutto...

Fedina Penale: consultazione e rilascio

Una delle cose più importanti in materia di diritto penale è sicuramente il certificato penale, meglio conosciuta come fedina penale. Per essere un buono ed onesto cittadino ai sensi della Legge e nei confronti dello Stato, è infatti fondamentale avere una fedina penale pulita.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Codice accisa: la carta d’identità dei prodotti

Il cosiddetto “codice di accisa” è composto da una sequenza alfanumerica composta sempre da tredici caratteri ed è attribuito dalla Agenzia delle Dogane a ciascuni dei suoi operatori abilitati, siano essi un Deposito Fiscale come un Destinatario o uno Speditore Autorizzato.

Leggi tutto...

Effettuare il pagamento della Cambiale

L'operazione del pagamento della cambiale può sembrare la cosa più semplice a questo mondo, ma in realtà nasconde molte insidie, specie se non si è stati molto chiari al momento della sua emissione.

Leggi tutto...

Le agenzie fiscali: i riferimenti nel diritto pubblico

Per quanto concerne il diritto pubblico, si parla di agenzia per designare un qualsiasi ente o organizzazione inerente la pubblica amministrazione dotato di specifiche funzioni. Solitamente svolgono rispetto agli altri dicasteri funzioni strettamente legate all'operatività. Tuttavia, ogni agenzia è direttamente soggetta al controllo del dicastero di riferimento.

Leggi tutto...

Associazioni che difendono i diritti dei consumatori

In Italia esistono varie associazioni che tutelano i diritti dei consumatori, ovvero dei soggetti sorti con lo scopo di difendere i consumatori e gli utenti di determinati servizi.

Leggi tutto...

Tariffa igiene ambientale: ecco in cosa consiste!

Nei prossimi anni, a seguito del decreto Rochi, la TARSU lascerà il posto alla TIA, o tariffa di Igiene ambientale, il cui scopo è quello di riuscire a far spendere al contribuente la somma reale, relativa all'effettivo utilizzo del servizio in questione.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Come aprire una Ditta Individuale

Quando si decide di aprire una attività o un lavoro in proprio, è necessario innanzitutto stabilire la forma giuridica da assumere, secondo quanto stabilisce il diritto commerciale; le alternative sono fra la scelta di lavorare in proprio o costituire una società. Praticamente si tratta di scegliere se diventare un Imprenditore in privato oppure entrare in società.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Cos’è e quando si applica il sequestro probatorio?

Facciamo chiarezza su uno degli argomenti di cui più si discute in Italia in questo ultimo periodo. Il codice di procedura penale comprende tra i mezzi di ricerca della prova il sequestro probatorio (uno strumento utilizzato per lo più da Pubblici Ministeri e Polizia Giudiziaria). Il sequestro probatorio è collegato alla perquisizione (rappresentando in pratica una sua conseguenza).

Leggi tutto...

Leggi anche...

Decurtazione da 1 a 5 punti patente: tutti i casi

A partire dal 2003, in Italia è stata introdotta la norma che prevede l'assegnazione di punti al momento del conseguimento della patente. Ogni volta che si commette un illecito particolare, è prevista la decurtazione di punti, fino ad arrivare a 0 punti e conseguenti provvedimenti disciplinari nei confronti del guidatore.

Leggi tutto...
Go to Top