Tutti noi ci siamo sicuramente messi nei panni disperati del povero Paperino, costretto dal suo miliardario zio a firmare al termine di ogni storia una tonnellata di cambiali.

Ma cosa sono effettivamente le cambiali? E quali sono i modi migliori per effettuare la Compilazione di una cambiale in modo da non effettuare errori?Dal punto di vista giuridico, la cambiale è un titolo di credito all’ordine; esso attribuisce al legittimo possessore della cambiale stessa, il diritto incondizionato a farsi pagare una somma determinata entro una scadenza indicata.

Tipologie di cambiale

Esistono due tipologie di cambiale: quella emessa sottoforma di cambiale tratta, e quella emessa come cambiale propria (il cosiddetto "pagherò!")

La prima tipologia di cambiale è costituita da un ordine di pagamento che il soggetto traente dà al soggetto trattario (ovvero colui che si trova in debito), in modo che il creditore (che può essere sia il traente stesso che un terzo soggetto) ne sia beneficiato. Qualora il trattario accetti, assume la condizione di debitore principale verso chiunque entri in possesso di tale documento.

Il "Pagherò" invece inverte i soggetti del documento relativo alla cambiale: è infatti emesso dal debitore, il quale pone in forma scritta la sua promessa di pagare un dato beneficiario.

Bollo sulla cambiale

Esiste una imposta di bollo che grava sull'emissione della cambiale, ed è pari al 12 per mille in caso di cambiali tratte e dell’11 per mille per i "pagherò".

Qualora non sia presente il bollo sulla cambiale, essa può comunque circolare ma senza alcun valore di titolo esecutivo: praticamente, se il debitore non paga, il beneficiario non ha diritto alle azioni legali conseguenti il mancato pagamento. Tale condizione però va comunque espressa da un giudice.

La girata

E’possibile effettuare la girata della cambiale, vale a dire un atto con il quale si traferiscono tutti i diritti ad un altro soggetto, che diventa così il beneficiario dell’importo. Colui che esegue la girata si definisce girante, mentre colui che si fa carico dei diritti di chiama giratario. E’importante sapere che non esiste la girata parziale dell’importo dovuto, ma solo quella totale, che dovrà essere saldata alla scadenza. Il giratario del documento deve essere scritto nella parte posteriore ed esistono due differenti tipologie di girate, che sono illustrate nell’elenco che segue.

  • Girata propria, che a sua volta di divide in pieno e in bianco. La girata in pieno è caratterizzata dalla scritta dicitura “per me pagate al sig...” e inserisce anche i dati relativi alla località, la data e la firma. In quella in bianco invece non si inserisce il beneficiario dell’importo, in questo caso la si può considerare come un titolo al portatore. Il beneficiario può trascrivere il proprio nome, trasferirla direttamente ad un altra persona o girarla di nuovo in bianco.
  • Girata impropria, in questo caso si trasferisce solamente il possesso del documento. Sarà una terza persona, generalmente una banca, che incasserà la somma indicata a nome del girante. Questo genere di girata è caratterizzata dalla dicitura “ all’incasso”.

E’importante sapere che il girante ha la responsabilità sia dell’accettazione della cambiale, sia del pagamento, a meno che sul documento non sia presente la dicitura non trasferibile. Inoltre esistono delle cambiali che non sono trasferibili e si riconoscono dalla presenza della dicitura “ non all’ordine “.

Mancato pagamento

Nel caso in cui allo scadere della cambiale non avvenga il pagamento, il beneficiario della somma riportata sul documento può prendere alcuni provvedimenti, che sono riportati nell’elenco che segue.

  • Azione diretta, che può essere fatta nei confronti del debitore o degli eventuali avallanti. Questo procedimento si prescrive dopo tre anni lo scadere della cambiale e provoca un recupero della somma indicata tramite un precetto di pagamento.
  • Azione di regresso, che deve essere effettuata entro un anno la data di levata del protesto, superato questo periodo di tempo l’azione cade in prescrizione. In questo caso il beneficiario più richiedere il pagamento della somma non riscossa, le spese e gli interessi.
  • Decreto ingiuntivo, è un procedimento grazie al quale è possibile eseguire la riscossione forzata della somma indicata sulla cambiale. Può avvenire anche tramite il pignoramento dei beni del debitore.

 





Potrebbe interessarti

Il Reato di Ergastolo e l'art 22 del codice penale

Chi commette un delitto efferato è severamente punito dalla legge italiana. Nei casi più blandi si deve scontare una pena che varia a seconda della gravità del reato commesso. Quando

Leggi tutto...

Come disdire l'abbonamento Sky grazie al decreto Bersani

In materia di liberalizzazioni, uno dei capisaldi degli ultimi anni è senza dubbio il decreto bersani, convertito in Legge Bersani n. 248 del 4 agosto 2006. La legge Bersani è nota appunto come legge sulle liberalizzazioni, e contiene una serie di misure che hanno l'obiettivo di tutelare innanzitutto i consumatori, e di rendere più flessibile il mercato.

Leggi tutto...

Governo Tecnico: quando entra in funzione?

La forma di governo del nostro Paese è di tipo parlamentare, cioè nella quale, in pratica, il Parlamento (eletto direttamente dai cittadini) rappresenta l'organo principale attraverso cui si elegge a sua volta un Governo ed un Presidente della Repubblica. Poi, per guidare il Paese, solitamente a seguito di elezioni politiche, i principali partiti vincitori si alleano per formare un governo. 

Leggi tutto...

Il diritto finanziario: di cosa si tratta?

Per diritto finanziario si intende la disciplina giuridica che studia e regola tutta quella serie di attività necessarie a trovare le risorse utilizzabili nella soddisfazione del bisogno pubblico.

Leggi tutto...

Congedi di paternità: astensione obbligatoria e facoltativa

Dopo il sì del Parlamento Europeo al congedo di paternità dell’ottobre 2010 il Decreto Legislativo n119 del 18 Luglio 2011 riordina e ridefinisce i presupposti e le modalità con cui fare richiesta in merito a congedi, aspettative e permessi. Differenza sostanziale rispetto al passato è la possibilità del padre di ottenere il congedo anche nel caso in cui la madre non ne abbia diritto (essendo ad esempio disoccupata) mentre in passato era richiesto che la genitrice avesse un lavoro.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Coefficiente rivalutazione TFR 2017: a cosa serve?

Il trattamento di fine rapporto consiste in una parziale retribuzione del lavoratore subordinato, effettuata dal datore di lavoro e differita alla cessazione del rapporto di lavoro. Al 31 dicembre di ogni anno entra in gioco il calcolo del coefficiente rivalutazione TFR. Bisogna infatti in quella data rivalutare la somma complessivamente accantonata al 31 dicembre dell'anno precedente.

Leggi tutto...

Cessione del quinto dello stipendio: come funziona?

Nel corso della vita può capitare di aver bisogno di una somma di denaro per effettuare un acquisto, come ad esempio quello di un immobile, oppure per un urgente ed importante lavoro di ristrutturazione dello stesso. 

Leggi tutto...

Le imposte dirette nel diritto tributario

Un'imposta è un tributo, ovvero una delle voci di entrata del bilancio dello Stato. Consiste in un prelievo coattivo di ricchezza da un dato cittadino contribuente, non è connesso ad una prestazione da parte dello Stato o degli altri enti pubblici per servizi resi al cittadino ed è destinata alla copertura della spesa pubblica.

Leggi tutto...

Tasse sugli Immobili: alcune cose che devi conoscere

Uno degli aspetti chiave della manovra finanziaria dell’attuale governo è la revisione delle tasse sugli immobili, che riguarda la regolamentazione delle imposte relative agli affitti degli appartamenti dati in locazione e il pagamento delle imposte relative alla proprietà di una casa.

Leggi tutto...

Istruzioni CUD: cos'è, a cosa serve e come si compila

A partire dal 1998, nell'ambito della burocrazia e della documentazione fiscale relativa alla dichiarazione dei redditi, è entrato in vigore il certificato unico dipendente, meglio noto come CUD: cos'è di preciso?

Leggi tutto...

Leggi anche...

Come si diventa magistrato

La figura del magistrato, in sede di diritto e nell'ambito della Giurisprudenza, è colui che detiene il “magistero”, ovvero è il titolare di un ufficio pubblico. In particolare, per magistrato si intende un funzionario che viene ad assumere la funzione di giudice ed eventualmente di pubblico ministero. Nel caso specifico italiano, alcuni magistrati possono anche detenere uffici della pubblica amministrazione.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Ecomafia globale: il traffico illecito di rifiuti

Affari milioniari che hanno riguardato sempre più soggetti quelli delle navi portacontainer da un capo all’altro del globo. Spedizioni verso i Paesi del sud del mondo, di navi stracariche di scorie prodotte dalle aziende, un modo per smaltire i rifiuti senza incidere sui bilanci aziendali e senza disturbare gli affari.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Condono delle multe: come funziona

In questi anni, diverse volte abbiamo sentito parlare direttamente o magari in TV di sanzioni comminate e quindi elargite a determinati soggetti o società attraverso una multa. 

Leggi tutto...
Go to Top