Le funzioni svolte dal Parlamento Italiano sono principalmente tre, ovvero la funzione legislativa, la funzione di controllo sul governo e le funzioni di indirizzo politico.

Funzione legislativa

Fra le funzioni del Parlamento Italiano, quella legislativa è considerata la principale, ed è quella di preparare, esaminare ed approvare le varie leggi che andranno a far parte della legislazione repubblicana.

La procedura per cui viene approvata una legge, è costituita da cinque fasi consecutive, che consistono nell'iniziativa, nell'istruttoria, nella discussione e approvazione del progetto di legge, nella promulgazione ed infine nella pubblicazione della legge.

Denominazioni degli atti

Tutti i vari atti presentati al Parlamento italiano e che rientrano nelle stesse funzioni del Parlamento, hanno denominazioni diverse. Se è il Governo o un membro del Senato a presentare i suddetti atti, sono detti disegni di legge (DDL), mentre in tutti gli altri casi si parla di proposte o progetti di legge.

Prima di procedere nell'iter legislativo, i presidenti delle due camere inviano la legge alla commissione parlamentare permanente per compiere una istruttoria.

Funzione di controllo

Come abbiamo detto, un'altra funzione del Parlamento è quella di controllo dell'operato del Governo, attraverso interrogazioni, mozioni e interpellanze.
In questo modo, il Parlamento può accertare se un fatto sussiste o meno.

Funzione di indirizzo

Per concludere la panoramica delle funzioni del Parlamento, vediamo quella di indirizzo. Con questa funzione si determinano i grandi obiettivi politici della nazione, e si individuano gli strumenti adatti a conseguirli.
Per questo tipo di attività, sono necessari i seguenti soggetti:

-il corpo elettorale;
-i partiti politici che formano la maggioranza;
-Il parlamento

Camera dei deputati

La Camera dei deputati, per comodità indicata semplicemente come Camera, è la prima delle due assemblee dei parlamentari costituenti il Parlamento Italiano.

La Camera è costituita da 630 membri, chiamati deputati, di cui dodici sono eletti nelle circoscrizioni estero.

Elezione deputati

Attualmente, il deputato della Camera viene eletto, con suffragio universale e diretto da tutti i cittadini maggiorenni, ed il suo mandato ha fine con la legislatura prevista di cinque anni, a meno di scoglimento anticipato della Camera stessa.

Può essere eletto deputato ogni cittadino italiano che ha compiuto 25 anni.

Il sistema di elezioni dei deputati del Parlamento previsto attualmente è un sistema proporzionale con doppia soglia di sbarramento.

Questo significa che vengono ammesse alla suddivisione dei seggi della Camera solo le coalizioni di liste le quali abbiano ricevuto il 10% minimo di voti, e tutte le liste a loro interne che abbiano raggiunto il 2%.

Se una lista non fa parte di alcuna coalizione, ha diritto ad entrare nella Camera se raggiunge il 4% di voti a livello nazionale.

Secondo quanto previsto dalla Costituzione, le elezioni alla Camera devono avvenire entro 70 giorni dal termine del precedente mandato, e si deve costituire il nuovo collegio dopo 20 giorni.

Maggioranza

Il Governo può esercitare le sue funzioni se possiede la maggioranza alla Camera. L'art. 64 della Costituzione regola i vari criteri di verifica di una maggioranza alla Camera.

Il numero legale di una seduta della Camera è 316: tale numero è definito Quorum strutturale, ed indica la metà più uno dei deputati della Camera. Se non si raggiunge tale numero legale alla Camera, la seduta viene tolta o rinviata.





Potrebbe interessarti

Separazioni in casa: ecco come funziona

Non sempre l'unione matrimoniale tra due persona va a buon fine. Spesso nascono incomprensioni, divergenze caratteriali, vari cambiamenti negativi all'interno della coppia che possono condurre alla fine del matrimonio. 

Leggi tutto...

Fedina Penale: consultazione e rilascio

Una delle cose più importanti in materia di diritto penale è sicuramente il certificato penale, meglio conosciuta come fedina penale. Per essere un buono ed onesto cittadino ai sensi della Legge e nei confronti dello Stato, è infatti fondamentale avere una fedina penale pulita.

Leggi tutto...

Tribunale ordinario: conosciamolo meglio!

Il tribunale ordinario rappresenta, nell'ordinamento italiano, l'organo giurisdizionale cui competono cause civili e penali, in primo grado, le quali non siano di competenza di altri giudici. In appello, il tribunale ordinario si occupa di cause su cui si è già pronunciato il giudice di pace.

Leggi tutto...

La Pratica Forense per la Professione di Avvocato è retribuita?

Con il termine avvocato si intende un professionista, laureato in materie giuridiche, che si occupa di rappresentare assistendo o difendendo una parte processuale.
Per esercitare la professione di avvocato, è necessario essere iscritti all'albo

Leggi tutto...

Congedi di paternità: astensione obbligatoria e facoltativa

Dopo il sì del Parlamento Europeo al congedo di paternità dell’ottobre 2010 il Decreto Legislativo n119 del 18 Luglio 2011 riordina e ridefinisce i presupposti e le modalità con cui fare richiesta in merito a congedi, aspettative e permessi. Differenza sostanziale rispetto al passato è la possibilità del padre di ottenere il congedo anche nel caso in cui la madre non ne abbia diritto (essendo ad esempio disoccupata) mentre in passato era richiesto che la genitrice avesse un lavoro.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Credit Spread, una misura per il rischio di credito

Ogni ambito del diritto predispone di determinate leggi, regole da seguire; anche il diritto commerciale, infatti si muove su dinamiche di trasformazione, mutazione e cambiamento che hanno alla base strutture bene precise.

Leggi tutto...

Il codice tributo 4726 e gli studi di settore in materia di adeguamento

L’art. 10 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201 (commi da 9 a 13), convertito con modificazioni, nella legge 22 dicembre 2011, n. 214 (Decreto Monti), ha apportato importanti modifiche alla disciplina relativa agli studi di settore, anche in materia di adeguamento.

Leggi tutto...

Fideiussione bancaria: conoscevi queste informazioni?

Con la fideiussione bancaria un soggetto assicura un'obbligazione altrui, impegnandosi nei confronti del creditore del rapporto obbligatorio. Questo tema è accolto dal codice civile italiano all'art. 1936, ai sensi del quale, in tema di diritto finanziario.

Leggi tutto...

Come compilare una cambiale in maniera corretta? Scopriamolo

Quando si ha a che fare con un documento così importante come la Cambiale, è bene conoscerne i dettagli su come compilarla, così da evitare noie legali in un momento successivo. E' importante sapere che si hanno 3 anni a disposizione per provvedere ad eventuali parti omesse.

Leggi tutto...

Quando la difesa costa: la figura dell’avvocato e i relativi compensi

Almeno una volta nella vita abbiamo avuto a che fare in modo diretto o in modo indiretto con la figura di un avvocato: che sia stato per un qualcosa che ci riguardava in prima persona o per un qualcosa che riguardava una persona a noi cara siamo stati messi difronte alla ‘spiacevole’ situazione di dover pagare (giustamente) una prestazione lavorativa che è stata offerta.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Cos'è il reddito? Informazioni e definizione

Cos'è il reddito? Rispondere a questa domanda sembra una cosa semplice, in quanto viene considerato spesso come una semplice misura delle entrate di un soggetto o di una società.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Il condono fiscale: quando e come si applica?

Il condono fiscale rientra, nell'ambito del diritto, nella più ampia categoria dei condoni legislativi emanati tramite decreti legge. Di per sé, prevede l'annullamento parziale o totale ai cittadini che vi aderiscono, di una sanzione o di una pena. Oltre a questo, esistono anche quello valutario, edilizio, quello assicurativo e molti altri ancora.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Il condono fiscale: quando e come si applica?

Il condono fiscale rientra, nell'ambito del diritto, nella più ampia categoria dei condoni legislativi emanati tramite decreti legge. Di per sé, prevede l'annullamento parziale o totale ai cittadini che vi aderiscono, di una sanzione o di una pena. Oltre a questo, esistono anche quello valutario, edilizio, quello assicurativo e molti altri ancora.

Leggi tutto...
Go to Top