La legge Bersani è nota appunto come legge sulle liberalizzazioni, e contiene una serie di misure che hanno l'obiettivo di tutelare innanzitutto i consumatori, e di rendere più flessibile il mercato.

Legge Bersani e Mutui

Anche per quanto riguarda i mutui, la Legge Bersani ha apportato diverse modifiche e disposizioni legati ad alcuni aspetti quali la surroga, la portabilità e l'estinzione anticipata.

Infatti, secondo la legge Bersani sui mutui, chi ha effettuato un contratto di mutuo potrà scegliere di cambiare l'ente che ha fornito il prestito, qualora risulti sul mercato un'offerta più vantaggiosa.

E nel caso voglia decidere di rescindere il contratto, non sono previste spese esorbitanti per il recesso.

Abbattimento spese

Altre spese che vengono a sparire grazie alla Legge Bersani e alla sua applicazione sui mutui delle case, sono quelle di cancellazione e di iscrizione dell'ipoteca. Infatti con l'entrata in vigore della Legge Bersani, è sufficiente registrare il cosiddetto atto di surroga che va a sostituire le suddette pratiche legate all'ipoteca della casa.

La legge prevede che la cancellazione dell’ipoteca può essere gestita direttamente tra la banca e gli Uffici dei Registri Immobiliari, quindi senza la presenza di un notaio.
Questo aspetto si riferisce a quelle ipoteche iscritte a favore delle banche che devono garantire un debito già estinto. Per approfondire questo caso, bisogna fare riferimento all’art. 40bis del Testo Unico Bancario. Questo procedimento di cancellazione semplificata si applica ai mutui e ai finanziamenti, anche non fondiari, concessi da banche ed intermediari finanziari, ovvero da enti di previdenza obbligatoria.

Niente penali per estinzione anticipata

Inoltre, ancora per merito della legge Bersani, i mutui che sono stati accessi dopo la sua entrata in vigore, ovvero dal 2 febbraio 2007, non sono più gravati da clausole penali che andavano pagati in caso di estinzione anticipata del mutuo stesso.

Collegato a questo provvedimento, viene dichiarata la nullità di qualsiasi decisione presa dalla banca o dall'ente di finanziamento che ha acceso il mutuo, che si muova in senso contrario a quanto stabilito dalla legge Bersani.

L’estinzione anticipata permette, a chi voglia chiudere il contratto di mutuo prima della sua naturale scadenza, di saldare in un’unica soluzione tutto il finanziamento. In questo caso si parla di estinzione totale, altrimenti può essere di tipo parziale se il debitore voglia ridurre il valore della rata o la durata del contratto.
Per usufruire di questa agevolazione, grazie anche alla legge Bersani, è necessario compilare e consegnare alla banca, dove si è acceso il mutuo, l’atto notorio o la dichiarazione sostituiva. Prima di presentare richiesta sarebbe opportuno conoscere le caratteristiche del contratto di mutuo per essere sicuri di fare la scelta giusta. Ad esempio, in base all’obiettivo, per l’estinzione parziale bisogna informarsi sul modo in cui la banca distribuirà il mutuo, vale a dire se inciderà sull’importo della rata o sulla durata del finanziamento.

Legge Bersani negli altri ambiti

La legge Bersani si estende, oltre ai mutui, in molti altri ambiti.

  • Ricariche telefoniche, tv-internet-tlc: Sparito il pagamento per la ricarica di carte prepagate, sia per i servizi di telefonia mobile che per quelli di Internet e tv digitale. Non c'è alcun vincolo temporale per recedere dai contratti di telefoni, tv, Internet. La richiesta di abolire la tassa di concessione governativa sugli abbonamenti per i cellulari finisce in un ordine del giorno che impegna il governo.
  • Benzina: Via libera su strade e autostrade a informazioni comparate sui prezzi dei carburanti. Non ci sarà la sanzione della revoca per chi non rispetterà la norma.
  • Rc auto: Arriva il plurimandato per le Rc Auto; dalla conversione per i nuovi contratti, dal primo gennaio 2008 per i vecchi.
  • Pubblicità voli aerei: Non potranno più essere fatte offerte o pubblicità di voli aerei senza indicare il prezzo totale comprendente anche le sovratasse.
  • Gas: Previste alcune misure per potenziare gli scambi sul mercato nazionale del gas naturale, partirà la borsa telematica e per le pmi ci saranno maggiori risparmi.
  • Pratiche più veloci per estetiste e parrucchieri; potranno aprire la propria attività con la «sola dichiarazione di inizio attività» e senza rispettare il vincolo della distanza minima.
  • Facchini e pulizie: Per le attività di pulizia, disinfezione e facchinaggio, basterà la sola dichiarazione di inizio attività.
  • Rottamazione: Viene esteso il contributo per la rottamazione alle auto Euro 0 o Euro 1, che era stato introdotto dalla finanziaria 2007. Il rimborso per chi non sostituisce il vecchio veicolo coprirà l'abbonamento ai mezzi pubblici nel comune di residenza e del posto di lavoro.

 





Potrebbe interessarti

Come è regolata la legge sul Daspo? Vediamolo insiem

Negli ultimi anni il Daspo è una misura restrittiva che balza sovente agli onori della cronaca, sia per quanto riguarda le manifestazioni sportive che, negli ultimi giorni, per quanto concerte il diritto di manifestazione tout court. Con il termine si intende il Divieto di accedere alle manifestazioni sportive.

Leggi tutto...

Il comodato oneroso: come funziona in diritto?

Nel diritto ci troviamo di fronte al comodato quando abbiamo un contratto attraverso cui un soggetto definito comodante, consegna ad un secondo soggetto detto comodatario, un bene mobile o immobile, con lo scopo di servirsene per un periodo determinato, avendo l'obbligo di restituire il bene al termine del suo utilizzo: è dunque ciò che normalmente chiamiamo come prestito, ma a volte può essere considerato anche il comodato oneroso

Leggi tutto...

Funzioni del Parlamento

Le funzioni svolte dal Parlamento Italiano sono principalmente tre, ovvero la funzione legislativa, la funzione di controllo sul governo e le funzioni di indirizzo politico.

Leggi tutto...

Il diritto finanziario: di cosa si tratta?

Per diritto finanziario si intende la disciplina giuridica che studia e regola tutta quella serie di attività necessarie a trovare le risorse utilizzabili nella soddisfazione del bisogno pubblico.

Leggi tutto...

Che cos’è l’Oblazione penale? Quando è usata?

Il termine oblazione deriva dal latino offrire. Nel diritto penale indica una causa di estinzione del reato consistente nel pagamento volontario di una somma. È importante chiarire che l'oblazione penale è limitata alle contravvenzioni (è prevista dagli articoli 162 e 162bis del codice penale). In principio poteva essere utilizzata solo per le contravvenzioni punite con la pena dell'ammenda mentre con il tempo è stata prevista un’ulteriore ipotesi che riguarda le contravvenzioni punite con la pena alternativa dell'arresto e dell'ammenda. 

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Le imposte dirette nel diritto tributario

Un'imposta è un tributo, ovvero una delle voci di entrata del bilancio dello Stato. Consiste in un prelievo coattivo di ricchezza da un dato cittadino contribuente, non è connesso ad una prestazione da parte dello Stato o degli altri enti pubblici per servizi resi al cittadino ed è destinata alla copertura della spesa pubblica.

Leggi tutto...

Credit Spread, una misura per il rischio di credito

Ogni ambito del diritto predispone di determinate leggi, regole da seguire; anche il diritto commerciale, infatti si muove su dinamiche di trasformazione, mutazione e cambiamento che hanno alla base strutture bene precise.

Leggi tutto...

Fideiussione bancaria: conoscevi queste informazioni?

Con la fideiussione bancaria un soggetto assicura un'obbligazione altrui, impegnandosi nei confronti del creditore del rapporto obbligatorio. Questo tema è accolto dal codice civile italiano all'art. 1936, ai sensi del quale, in tema di diritto finanziario.

Leggi tutto...

Tabelle redditometro: non devi perderti queste informazioni

Il redditometro è da mesi fonte di numerose polemiche che lo considererebbero violazione della privacy dei cittadini italiani, questo secondo quanto dichiarato da alcuni giudici tributari.

Leggi tutto...

Ormai è possibile richiedere il preventivo di un mutuo anche online

Ormai attraverso internet è possibile fare qualsiasi cosa, anche richiedere il preventivo per un mutuo. I siti che si mettono a disposizione per il calcolo effettivo di un tale prestito sono ormai moltissimi, tutti altamente affidabili e in grado di far ottenere dei reali risparmi al cliente.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Come trovare la giusta nicchia per il proprio business

Trovare la giusta nicchia per il proprio business legato all’e-commerce è il passo più importante in grado di avvicinarvi all’obiettivo del successo imprenditoriale. Ma come fare?

Leggi tutto...

Leggi anche...

Cos'è Equitalia e di cosa si occupa?

In Italia esistono delle Istituzioni pubbliche e delle società che si occupano di diritto soprattutto di natura commerciale e che regolano gli scambi con altri Paesi e le entrate di denaro e i movimenti dello stesso all'interno della Nazione. C'è, ad esempio, una società che a tal proposito è molto importante per l'Italia: cerchiamo di capire cos'è Equitalia e come funziona.

Leggi tutto...

Leggi anche...

La notifica della multa: come regolarsi?

Con oltre 10 milioni di multe l’anno, ben 26.000 contravvenzioni quotidiane, gli italiani versano nelle casse dello Stato un miliardo di euro; non stupisce quindi che gli automobilisti nostrani abbiano a cuore la legge n.125/2010 che in particolare ha ridotto il termine di notifica della multa da 150 a 90 giorni, il cui superamento da parte delle autorità rende il verbale viziato e quindi non più valido.

Leggi tutto...
Go to Top