Il reddito, detta in soldoni, rappresenta l'entrata netta che un determinato contribuente italiano realizza in uno specifico lasso temporale, ed espressa secondo l'unità di misura della moneta di riferimento in quel paese.

Secondo quanto disciplinato dal Capo IV, Artt. 49 - 52, D.P.R. 22 Dicembre 1986 n. 917, vengono definiti redditi di lavoro dipendente quei redditi che derivano da determinati rapporti che hanno come oggetto la specifica dipendenza o direzione da parte di altri. Rientra in questo ambito anche il lavoro a domicilio regolato dalla legislazione sul lavoro.

Anche le pensioni e gli assegni pensionistici vengono classificati, nel diritto tributario, come redditi di lavoro dipendente. Lo stesso vale le indennità che sostituiscono il reddito da lavoro dipendente, come la cassa integrazione, l’indennità di disoccupazione e di maternità.

Come comprende

Costituiscono reddito di lavoro dipendente tutte quelle somme e valori percepiti dal soggetto durante un periodo di imposta, corrispondente all’anno solare. In questo caso viene determinato secondo il “principio di cassa”, altrimenti viene definito “allargato” quando vengono considerate nel periodo d’imposta anche le somme percepite fino al 12 gennaio dell’anno successivo a quelle cui si riferiscono. In questo modo, i sostituti d’imposta possono calcolare le ritenute sul conguaglio di fine anno.
Fanno parte del reddito, oltre alle somme in denaro percepite, i fringe benefits che si vanno ad aggiungere alla retribuzione base. Tra questi rientrano, i veicoli aziendali, gli immobili concessi in locazione e i prestiti. Questi benefits vengono usufruiti dal dipendente sia per esigenze di lavoro ma, anche per l’uso privato e per tale ragione vengono quantificati secondo il “valore normale”, cioè il prezzo medio del mercato.

Redditi assimilati a lavoro dipendente

La legislazione ha inoltre assimilato ai redditi di lavoro dipendente tutta una serie di altri redditi ad essi affini.
Vediamo quali sono queste altre tipologie di reddito: 

  • innanzitutto, i compensi dei lavoratori di cooperative di vario genere (servizi, produzione e lavoro, agricole, ecc);
  • le somme percepite come borsa di studio o assegno o premio per fini di studio, in caso il beneficiario non è vincolato da rapporti di lavoro dipendente con il soggetto erogante;
  • qualsiasi tipo di indennità o compensi percepiti da terzi per incarichi svolti presso il datore di lavoro;
  • le varie indennità corrisposte da enti pubblici (Stato, regioni, ecc) per esercitare determinate funzioni pubbliche; stesso discorso per le indennità percepita dai parlamentari italiani ed europei;
  • le remunerazioni percepite dai sacerdoti;
  • rendite vitalizie senza funzione previdenziale, assegni periodici e compensi per lavori socialmente utili secondo le normative vigenti.

La tassazione

Il lavoratore dipendente paga le imposte sul reddito attraverso il datore di lavoro che, come sostituto d’imposta, ha l’obbligo di trattenere una parte della retribuzione e versarla come acconto delle imposte da parte del dipendente.
Nel calcolo della tassazione bisogna considerare:

  • la base imponibile: costituita dalla retribuzione, in denaro e in natura (v. benefits), e le indennità percepite dagli enti previdenziali (indennità di malattia);
  • imposta lorda: si applica sull’imponibile una ritenuta, sulla base delle aliquote IRPEF e secondo gli scaglioni di reddito;
  • detrazioni: sono quelle spettanti al lavoratore (ad esempio, figli a carico) e vengono tolte dall’imposta lorda. Con questa operazione si ottiene l’imposta netta che il datore di lavoro versa all’erario per conto del dipendente.

A livello fiscale, il lavoratore deve soltanto presentare ogni anno la dichiarazione dei redditi, il Modello Unico o 730.

Addizionali IRPEF

Sono trattenute calcolate sulla base delle aliquote stabilite dalle Regioni e dai Comuni, versate insieme alla ritenuta IRPEF. Si tratta di:

  • addizionale regionale: si versa alla Regione in cui il lavoratore ha il domicilio fiscale;
  • addizionale comunale: è un’imposta istituita dai Comuni e si versa direttamente a questi.

 





Potrebbe interessarti

Cos’è l’Attività istruttoria

Entriamo nel dettaglio di una delle attività più importanti del processo amministrativo. L'attività istruttoria è infatti un’attività volta ad individuare la realtà dei fatti. Ovviamente precede l'attività di trattazione (che viene inserita per l'individuazione della disciplina giuridica applicabile). 

Leggi tutto...

Come è regolata la legge sul Daspo? Vediamolo insiem

Negli ultimi anni il Daspo è una misura restrittiva che balza sovente agli onori della cronaca, sia per quanto riguarda le manifestazioni sportive che, negli ultimi giorni, per quanto concerte il diritto di manifestazione tout court. Con il termine si intende il Divieto di accedere alle manifestazioni sportive.

Leggi tutto...

Registro delle opposizioni: iscrizione per il tuo numero

Per tutelare la privacy e gli interessi commerciali dei cittadini, è nato un nuovo servizio, il Registro Pubblico delle Opposizioni. Si tratta di un servizio rivolto ai cittadini il cui numero telefonico è presente nei vari elenchi telefonici pubblici, i quali non desiderano più ricevere telefonate indesiderate collegate a ricerche di mercato o per scopi commerciali.

Leggi tutto...

Denunciare la Malasanità all'URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico)

Con malasanità si intende in generale un episodio in cui si verifica una carenza della prestazione dei servizi professionali rispetto alle loro capacità che causa un danno al soggetto beneficiario della prestazione.

Leggi tutto...

Cos’è il Copyzero? Come si interpreta?

Ne sentiamo parlare in continuazione ma cosa vorrà mai dire? E soprattutto come si interpretano le sue limitazioni? Chiariamo attraverso questa mini guida il valore del Copyzero, un meccanismo di tutela delle opere dell'ingegno che sfrutta la firma elettronica qualificata e la marca temporale.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Rendita catastale IMU: cosa bisogna sapere?

Cosa si intende per rendita catastale come base imponibile per l'IMU? Si tratta in pratica di un valore a cui andiamo ad applicare una aliquota, in modo da calcolare il valore effettivo delle imposte da pagare. Nel caso di imposte dirette, la base imponibile va ad essere calcolata per una sua applicazione al reddito delle deduzioni e riduzioni fiscale.

Leggi tutto...

OPA: Offerta Pubblica Acquisto

In ambito bancario si parla di OPA, ovvero di offerta pubblica di acquisto, quando si procede ad una negoziazione di valori mobiliari mediante cui un soggetto si rivolge senza alcuna mediazione ai portatori di titoli di una società quotata in borsa, detta società bersaglio, per effettuare un'offerta di acquisto di azioni o obbligazioni, oppure per la sottoscrizione di nuovi titoli.

Leggi tutto...

Modello F23 editabile, cos’è e quando si deve utilizzare

Rispetto ad altri Paesi europei, in Italia purtroppo si è costretti a pagare annualmente diverse tipologie di tasse. Per rendere meno complicato e pesante il loro pagamento, almeno dal punto di vista pratico, negli ultimi anni l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione dei contribuenti, sul proprio sito internet, alcuni utili strumenti che permettono di poter compilare e stampare dei moduli, utilizzabili appunto per il versamento di alcune imposte.

Leggi tutto...

Accisa: cos'è e come si calcola

 

Da quando è stata costituita l’UE, l’Unione Europea, ogni stato che fa parte dei membri ha scelto di applicare delle imposte riguardanti la fabbricazione di alcuni prodotti che hanno un vasto consumo.

Leggi tutto...

Cos’è l’Eurirs? Come si monitorizza il suo andamento?

Al giorno d'oggi sono tante le persone che richiedono ad un istituto finanziario oppure ad una banca un prestito o un mutuo, magari al fine di acquistare un immobile oppure per altre necessità familiari. Tali somme di denaro possono essere concesse poi con un tasso d'interesse fisso o variabile. Tuttavia, prima di andare a sottoscrivere un contratto di mutuo, è importante conoscere diversi elementi che vanno a contribuire alla somma che un soggetto dovrà pagare come singola rata mensile.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Il contratto individuale di lavoro: in cosa consiste?

Il contratto individuale di lavoro è redatto tra un datore di lavoro e un lavoratore (è prevista la possibilità di più datori o più lavoratori che stipulano lo stesso contratto). Si tratta di un contratto nominato, bilaterale e oneroso. Si forma con il consenso delle parti e la capacità di stipulare una formula contrattuale, da parte del prestatore (si acquista al raggiungimento dell'età minima per l’ammissione al lavoro).

Leggi tutto...

Leggi anche...

Tariffe multe (non solo divieto di sosta): confronta gli importi

Poche volte consideriamo gli importi delle multe una somma ragionevole rispetto all'infrazione effettuata. Sarebbe bene conoscere quali sono gli importi delle multe per evitare di riceve spiacevoli avvisi da parte delle forze di Polizia.

Leggi tutto...
Go to Top