Il reddito, detta in soldoni, rappresenta l'entrata netta che un determinato contribuente italiano realizza in uno specifico lasso temporale, ed espressa secondo l'unità di misura della moneta di riferimento in quel paese.

Secondo quanto disciplinato dal Capo IV, Artt. 49 - 52, D.P.R. 22 Dicembre 1986 n. 917, vengono definiti redditi di lavoro dipendente quei redditi che derivano da determinati rapporti che hanno come oggetto la specifica dipendenza o direzione da parte di altri. Rientra in questo ambito anche il lavoro a domicilio regolato dalla legislazione sul lavoro.

Anche le pensioni e gli assegni pensionistici vengono classificati, nel diritto tributario, come redditi di lavoro dipendente. Lo stesso vale le indennità che sostituiscono il reddito da lavoro dipendente, come la cassa integrazione, l’indennità di disoccupazione e di maternità.

Come comprende

Costituiscono reddito di lavoro dipendente tutte quelle somme e valori percepiti dal soggetto durante un periodo di imposta, corrispondente all’anno solare. In questo caso viene determinato secondo il “principio di cassa”, altrimenti viene definito “allargato” quando vengono considerate nel periodo d’imposta anche le somme percepite fino al 12 gennaio dell’anno successivo a quelle cui si riferiscono. In questo modo, i sostituti d’imposta possono calcolare le ritenute sul conguaglio di fine anno.
Fanno parte del reddito, oltre alle somme in denaro percepite, i fringe benefits che si vanno ad aggiungere alla retribuzione base. Tra questi rientrano, i veicoli aziendali, gli immobili concessi in locazione e i prestiti. Questi benefits vengono usufruiti dal dipendente sia per esigenze di lavoro ma, anche per l’uso privato e per tale ragione vengono quantificati secondo il “valore normale”, cioè il prezzo medio del mercato.

Redditi assimilati a lavoro dipendente

La legislazione ha inoltre assimilato ai redditi di lavoro dipendente tutta una serie di altri redditi ad essi affini.
Vediamo quali sono queste altre tipologie di reddito: 

  • innanzitutto, i compensi dei lavoratori di cooperative di vario genere (servizi, produzione e lavoro, agricole, ecc);
  • le somme percepite come borsa di studio o assegno o premio per fini di studio, in caso il beneficiario non è vincolato da rapporti di lavoro dipendente con il soggetto erogante;
  • qualsiasi tipo di indennità o compensi percepiti da terzi per incarichi svolti presso il datore di lavoro;
  • le varie indennità corrisposte da enti pubblici (Stato, regioni, ecc) per esercitare determinate funzioni pubbliche; stesso discorso per le indennità percepita dai parlamentari italiani ed europei;
  • le remunerazioni percepite dai sacerdoti;
  • rendite vitalizie senza funzione previdenziale, assegni periodici e compensi per lavori socialmente utili secondo le normative vigenti.

La tassazione

Il lavoratore dipendente paga le imposte sul reddito attraverso il datore di lavoro che, come sostituto d’imposta, ha l’obbligo di trattenere una parte della retribuzione e versarla come acconto delle imposte da parte del dipendente.
Nel calcolo della tassazione bisogna considerare:

  • la base imponibile: costituita dalla retribuzione, in denaro e in natura (v. benefits), e le indennità percepite dagli enti previdenziali (indennità di malattia);
  • imposta lorda: si applica sull’imponibile una ritenuta, sulla base delle aliquote IRPEF e secondo gli scaglioni di reddito;
  • detrazioni: sono quelle spettanti al lavoratore (ad esempio, figli a carico) e vengono tolte dall’imposta lorda. Con questa operazione si ottiene l’imposta netta che il datore di lavoro versa all’erario per conto del dipendente.

A livello fiscale, il lavoratore deve soltanto presentare ogni anno la dichiarazione dei redditi, il Modello Unico o 730.

Addizionali IRPEF

Sono trattenute calcolate sulla base delle aliquote stabilite dalle Regioni e dai Comuni, versate insieme alla ritenuta IRPEF. Si tratta di:

  • addizionale regionale: si versa alla Regione in cui il lavoratore ha il domicilio fiscale;
  • addizionale comunale: è un’imposta istituita dai Comuni e si versa direttamente a questi.

 


Potrebbe interessarti

Cosa indica il termine Proscioglimento?

Nel corso del tempo, nel nostro Paese, vi sono stati diversi processi celebri e che hanno destato l'attenzione dell'intera opinione pubblica nazionale: da quelli eclatanti relativi a gravi episodi di cronaca nera a quelli che hanno visto coinvolti, in alcuni casi, eminenti politici, come ad esempio negli anni '90 il procedimento giudiziario scaturito dalla celebre inchiesta "Mani Pulite". Di conseguenza, spesso si è raggiunta una certa conoscenza e familiarità con alcune definizioni di natura giuridica.

Legge Bersani telefonia

Con l’avvento della Legge Bersani, sono state introdotte delle misure favorevoli ai consumatori, relativamente alle tariffe telefoniche.

Carta dei diritti dei bambini: storia e informazioni!

Il tema dei diritti dei bambini è oggetto di enorme attenzione da parte di buona parte delle società del nostro tempo: sono soprattutto i più piccoli che lo stato deve proteggere dai rischi della vita e dagli adulti che, in molti casi abusano di loro.

Banda larga in Italia: approfondimento tematico sulla legge a riguardo

Immagine utilizzata nell'articolo La legge sulla banda larga in Italia: ecco come ci si regola nel nostro Paese

Qualcosa si muove nel settore della rete a banda larga in Italia. Infatti, in quella che possiamo considerare l'agenda del digitale in Italia, veniamo a sapere dal Sole 24 ore che è tonata alla ribalta il cosiddetto piano di sviluppo in materia.

Adozione per single: quando sarà possibile in Italia?

 

Secondo quanto previsto dalla Convenzione di Strasburgo sui fanciulli del 1967, l'adozione da parte di un genitore single non sarebbe un tabù. Infatti, tale Convenzione, che in pratica contiene le linee guida relative all'adozione di minori, non conterrebbe nulla in contrario.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Tassazione nel Trading online: vediamo come funziona

Le attività di investimento online nei mercati valutari e finanziari sono in crescita costante, un fenomeno dovuto all’uso diffuso del trading online e ad una sempre più attenta regolamentazione degli strumenti finanziari. La regolamentazione degli strumenti, delle piattaforme di trading e degli attori principali del settore finanziario comporta un maggiore controllo e una regolamentazione anche delle normative inerenti la tassazione dei proventi derivanti dal trading online.

Offerta pubblica di acquisto: di cosa stiamo parlando?

Immagine usata nell'articolo Offerta pubblica di acquisto: di cosa stiamo parlando?

In ambito bancario si parla di OPA, ovvero di offerta pubblica di acquisto, quando si procede ad una negoziazione di valori mobiliari mediante cui un soggetto si rivolge senza alcuna mediazione ai portatori di titoli di una società quotata in borsa, detta società bersaglio, per effettuare un'offerta di acquisto di azioni o obbligazioni, oppure per la sottoscrizione di nuovi titoli.

La legge Bersani sui mutui: ecco cosa dice

La legge Bersani è nota appunto come legge sulle liberalizzazioni, e contiene una serie di misure che hanno l'obiettivo di tutelare innanzitutto i consumatori, e di rendere più flessibile il mercato.

Leggi anche...

Patto di non concorrenza per il dipendente: in cosa consiste?

Codice Civile

Il patto di non concorrenza per il dipendente è disciplinato agli artt. 2125, 2596 e 1795 del codice civile. 

Leggi anche...

Il pignoramento esattoriale, in cosa consiste?

Il pignoramento esattoriale si esegue nel caso non venga pagata una cartella esattoriale entro il sessantesimo giorno dalla sua notifica. Esso viene eseguito dall'agente adibito alla riscossione, il quale è responsabile della messa in atto di tutte le procedure esecutive ritenute opportune per riscuoterlo.

Go to Top