Home Page | Network Nigiara
Email

La partita IVA: tutte le informazioni connesse

L'Imposta sul Valore Aggiunto è quasi interamente disciplinata nel relativo Testo Unico, ossia il Dpr 633/1972.
E’ un'imposta che colpisce solo il valore aggiunto di ogni fase della produzione. Colpisce esclusivamente l'incremento di valore che un bene o un servizio acquista ad ogni passaggio economico, dalla produzione fino al consumo. Con un sistema di detrazione e rivalsa l'imposta grava sul consumatore finale mentre per il soggetto passivo d'imposta rimane neutrale. L'IVA dunque rappresenta un costo solamente per i soggetti che non possono esercitare il diritto alla detrazione.

La Partita IVA

La Partita IVA consta di una sequenza di undici numeri che identifica un soggetto esercente un’attività rilevante ai fini impositivi. Ogni soggetto fiscale dell’UE è riconoscibile dal suo numero di Partita Iva, composto dalla sigla della Nazione di appartenenza e da un numero di cifre.

La serie è rilasciata dall’Ufficio dell'Agenzia delle Entrate a cui viene richiesta al momento dell’apertura della posizione IVA. E’ bene sottolineare che la Partita IVA può essere aperta in modo telematico anche da un intermediario abilitato al servizio Entrate o dalla camera di commercio. I primi sette numeri della partita iva individuano il contribuente attraverso un numero progressivo, i successivi tre caratterizzano la provincia dove ha sede l’Ufficio dell'Agenzia delle Entrate che lo attribuisce mentre l’ultimo numero è un carattere di controllo.

Controllo Partita IVA

L'algoritmo di controllo è il seguente:

  • si sommano tra loro le cifre di posto dispari
  • le cifre di posto pari si moltiplicano per 2
  • se il risultato del punto precedente è maggiore di 9 si sottrae 9 al risultato
  • si sommano tra loro i risultati dei 2 punti precedenti
  • si sommano tra loro le due somme ottenute
  • se la divisione con 10 della somma totale dà resto nullo la partita iva è corretta.

Il numero di partita IVA assegnato al contribuente ha validità su tutto il territorio nazionale e rimane invariato per tutto il periodo in cui si svolge l'attività. Tutti i soggetti devono presentare la dichiarazione di inizio attività, mostrando un apposito modello, disponibile in formato elettronico e prelevabile nel sito Internet dell’Agenzia delle Entrate.

Ai soggetti (esclusivamente persone fisiche) che si avvalgono del regime speciale per i contribuenti minimi viene attribuito un numero di partita IVA con regime agevolato speciale contrassegnato dalle cifre 888 nella posizione che normalmente identifica l'ufficio competente.

Cosa è soggetto a Partita IVA

Esistono tre condizioni perché un'operazione sia assoggettata ad IVA:

  • presupposto oggettivo: deve trattarsi di una cessione di beni o di una prestazione di servizi
  • presupposto soggettivo: le operazioni devono essere effettuate nell'esercizio di imprese, arti e professioni.
  • presupposto territoriale: le operazioni devono essere effettuate all'interno dello stato.


Le operazioni (per quanto riguarda la Partita IVA) si considerano eseguite al fine dell'applicazione dell'imposta:

  • per le cessioni di immobili
  • per le cessioni degli altri beni mobili quando avviene la consegna o la spedizione del bene
  • per i servizi all'atto del pagamento
  • il pagamento anticipato determina l'esigibilità dell'imposta sull'importo pagato


Ultimi aggiornamenti


Altre news

  • XI San Giacomo sotto le stelle, risultati
    ( www.sportinmolise.com - 28/07/2014 )
  • XI San Giacomo sotto le stelle, 10° tappa Corrimolise
    ( www.sportinmolise.com - 28/07/2014 )




Contatti

Per contattare la redazione del sito Portaldiritto scrivere all'indirizzo email enr.mainero@gmail.com

 

Iscrizione newsletter





 
www.portaldiritto.com di Enrico Mainero - email enr.mainero@gmail.com - Roma -