Nell'ambito del codice civile, per quanto riguarda il diritto di famiglia, uno dei concetti fondamentali è la cosiddetta potestà genitoriale. Un tempo la potestà genitoriale, che ora appartiene a entrambi i genitori, era esclusività del padre di famiglia, e per questo si parlava di patria potestà.

Attualmente invece, la potestà genitoriale consiste nel diritto e nel dovere di proteggere i figli minorenni e di educarli ed istruirli, nonché curare i loro interessi. La potestà genitoriale prevede che sotto di essa siano posti tutti i figli minori, non emancipati, senza distinzione fra figli naturali, illegittimi, adottati, affidati.

Questo si basa sul principio per cui il giovane minore non è ancora in termini di legge dotato della capacità di agire. Per questo motivo si esercita la potestà genitoriale, ovvero i genitori agiscono per conto del figlio poiché sono i suoi rappresentanti in ambito legale.

Limiti della Patria potestà

Va detto tuttavia che nonostante la patria potestà non sia più in vigore, la potestà genitoriale in determinati ambiti dell'ordinamento italiano ancora non è entrata in vigore completamente.

Potestà genitoriale e diritto italiano

patria potestà

In merito al codice civile italiano, il diritto di potestà genitoriale è previsto dall'articolo 316 del Codice Civile, e non è più esclusività del padre di famiglia, ma è affidata a tutti e due i genitori del minore.

Può presentarsi il caso che i genitori siano assenti per motivi di decesso oppure perchè la loro potestà genitoriale è decaduta. In questo caso, come previsto dall'articolo 330 del codice civile, la potestà genitoriale passa ad un tutore, nominato dagli organi di legge competenti, il quale avrà in carico la cura del minore e l'amministrazione dei suoi beni.

Un po’ di articoli

  • Il figlio ha diritto di crescere in famiglia e di mantenere rapporti significativi con i parenti.
  • Il figlio minore che abbia compiuto gli anni dodici, e anche di età inferiore ove capace di discernimento, ha diritto di essere ascoltato in tutte le questioni e le procedure che lo riguardano.
  • Il figlio deve rispettare i genitori

La potestà è esercitata di comune accordo da entrambi i genitori. Se sussiste un incombente pericolo di un grave pregiudizio per il figlio, il padre può adottare i provvedimenti urgenti ed indifferibili. Se il contrasto permane il giudice attribuisce il potere di decisione a quello dei genitori che, nel singolo caso, ritiene il più idoneo a curare l'interesse del figlio.”

Art 318:” Il figlio non può abbandonare la casa dei genitori o del genitore che esercita su di lui la potestà né la dimora da essi assegnatagli. ”

Perdere la responsabilità genitoriale

La patria potestà, o meglio la responsabilità genitoriale, può essere persa da un genitore quando questi trascura o viola alcuni doveri inerenti ad essa oppure abusa degli stessi poteri con un grave pregiudizio per il figlio.

Nello specifico, il giudice può proclamare la decadenza dalle responsabilità genitoriali qualora il padre o la madre:

  • Trascurino o abbandonino i figli;
  • Non adempiano agli obblighi dell’istruzione, educazione e mantenimento dei figli;
  • Non tengano conto delle capacità, delle inclinazioni naturali o delle aspirazioni del figlio anche per quanto riguarda le scelte su istruzione, educazione e mantenimento;
  • Abusino dei poteri garantitigli dalla stessa potestà: ad esempio, nel caso di abusi dei mezzi di correzione (sanzione penale) dai quali derivi un pericolo non soltanto per l’integrità fisica ma pure per la psicologia e la personalità dei figli. Basti pensare alle umiliazioni continue, alle violenze verbali o a punizioni troppo severe;
  • Siano violenti o maltrattino i figli. Anche in questo caso, oltre ad essere un reato, questo può comportare proprio la decadenza dalla potestà genitoriale in quanto la condotta grave dei genitori fa venire meno i “poteri” sui figli.

Quando il motivo della decadenza è particolarmente grave, come in caso di abbandono, di trascuratezza, o di maltrattamenti, allora, il giudice può ordinare anche l’allontanamento di uno dei genitore dai figli.

La patria potestà non è un’assoluta libertà personale del padre o della madre, ma è il diritto-dovere di curare i figli e di tutelarne completamente lo sviluppo della personalità. Quindi, essa è funzionale all’interesse dei minori e, per questo motivo, sarà tolta nel momento in cui il genitore li danneggia invece che tutelarli.

La perdita della patria potestà non è di carattere sanzionatorio ma ha una finalità preventiva rivolta ad evitare che i comportamenti sbagliati del genitore ricadano sul figlio, causando danni patrimoniali ma soprattutto morali e psicologici.





Potrebbe interessarti

Tribunale ordinario: conosciamolo meglio!

Il tribunale ordinario rappresenta, nell'ordinamento italiano, l'organo giurisdizionale cui competono cause civili e penali, in primo grado, le quali non siano di competenza di altri giudici. In appello, il tribunale ordinario si occupa di cause su cui si è già pronunciato il giudice di pace.

Leggi tutto...

Cos'è e cosa fa la medicina legale?

La medicina legale è un ramo della medicina che si congiunge al diritto, ed è nata per conoscere e applicare le conoscenze mediche al diritto.

Leggi tutto...

Significato di Oblazione: cos'è esattamente? Quando è usata?

Significato di Oblazione

Il termine oblazione deriva dal latino offrire. Nel diritto penale indica una causa di estinzione del reato consistente nel pagamento volontario di una somma. È importante chiarire che l'oblazione penale è limitata alle contravvenzioni (è prevista dagli articoli 162 e 162bis del codice penale). In principio poteva essere utilizzata solo per le contravvenzioni punite con la pena dell'ammenda mentre con il tempo è stata prevista un’ulteriore ipotesi che riguarda le contravvenzioni punite con la pena alternativa dell'arresto e dell'ammenda. 

Leggi tutto...

Quando è obbligatorio contattare un avvocato

198Avvocati online

Le situazioni in cui la presenza di un avvocato può risultare preziosa sono molteplici. Ci sono però situazioni in cui avere a disposizione un rappresentante legale abilitato è obbligatoria per legge. In altri casi invece si può decidere se contattare questo professionista, o se invece non avvalersi del suo aiuto e consiglio. In linea generale avere a disposizione il consiglio di un avvocato è sempre utile, in qualsiasi situazione in cui si ha uno sconto, o un incontro, con le leggi considerate in senso lato.

Leggi tutto...

Busta confidenziale? Ecco come spedire documentazione in modo sicuro

Immagine presente nell'articolo Busta confidenziale? Ecco come spedire documentazione in modo sicuro

Oggi come oggi abbiamo un metodo che ci pare infallibile per evitare di utilizzare della carta per la nostra documentazione: internet ci corre in soccorso molte volte, questo è senza dubbio innegabile. Ma vi sono alcuni documenti, generalmente i più importanti, che necessitano ancora di essere stampati e consegnati per posta ordinaria, proprio in virtù della loro importanza. Pensiamo a degli atti notarili, a degli attestati, a delle lettere inviate al nostro avvocato e molte altre situazioni che richiedono l'utilizzo di carta, magari intestata, e di buste commerciali. 

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Il cuneo fiscale: ecco perché ti riguarda da vicino?

Molti economisti sono fermamente convinti che sia impossibile determinare una quantità di cuneo fiscale ideale, perché in ogni paese la sua cifra varia in base al bilancio statale, alla sua condizione economico-contabile ecc. 

Leggi tutto...

Redditi esenti dalla dichiarazione: quali sono esattamente?

Immagine presente nell'articolo Redditi esenti dalla dichiarazione: quali sono esattamente?

Secondo il diritto italiano, ogni anno i cittadini della Repubblica Italiana devono presentare alla Agenzia delle entrate del ministero delle Finanze la cosiddetta dichiarazione dei redditi, ovvero un documento compilato dai cittadini in cui vengono dichiarati redditi percepiti durante il precedente anno.

Leggi tutto...

CAF UIL di Roma: vediamo a chi rivolgersi

Immagine per CAF UIL di Roma

I CAF, o centri di Assistenza Fiscale, sono delle organizzazioni importantissimi per chi ha bisogno di una mano dal punto di vista della materia fiscale. Per quanto riguarda gli iscritti al CAF UIL di Roma, è possibili usufruire dei servizi di centri particolari, rivolti esclusivamente a questo tipo di profili.

Leggi tutto...

Credit Spread, una misura per il rischio di credito

Ogni ambito del diritto predispone di determinate leggi, regole da seguire; anche il diritto commerciale, infatti si muove su dinamiche di trasformazione, mutazione e cambiamento che hanno alla base strutture bene precise.

Leggi tutto...

Le imposte indirette nel diritto tributario

Nell'ambito del diritto tributario italiano, esiste una distinzione principale per quanto riguarda le imposte. Infatti, si parla di norma di due tipi di imposte: le imposte dirette e le imposte indirette.

Leggi tutto...

Leggi anche...

CAF UIL di Genova: gli indirizzi e i recapiti di tutti (o quasi) gli uffici

Immagine presente nell'articolo CAF UIL di Genova: gli indirizzi e i recapiti di tutti (o quasi) gli uffici

Secondo la convenzione del 22 gennaio 2015 firmata con l’INPS nella persone del commissario straordinario Tiziano Treu, saranno bloccati per sei mesi i compensi per i CAF che in questo periodo collaboreranno con l’Istituto di Previdenza per la trasmissione delle dichiarazioni ISEE (acronimo di Indicatore della Situazione Economica Equivalente). Questo indicatore serve per permettere ad alcune famiglie particolari agevolazioni per quanto riguarda l’ambito della scuola, del sociale e della sanità. Nel luglio del 2015, tali compensi saranno nuovamente rivisti e forse adeguati.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Multe per divieto di sosta: ecco i dettagli sull'argomento

immagine per Multe per divieto di sosta

Le multe per divieto di sosta possono essere comminate o perchè non viene rispettato il segnale di divieto, oppure perchè non si è messa in mostra la ricevuta per la sosta in un'area dove è previsto il pagamento.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Crimine informatico: di cosa si tratta? Quando si verifica?

Crimine informatico

Dopo avervi parlato dell'ergastolo in Italia, oggi vi presentiamo un approfondimento che riguarda il crimine informatico. Ecco di cosa si tratta e quando si verifica. Tutti questi reati hanno in comune:

Leggi tutto...
Go to Top