Con l’acronimo DVR si fa riferimento al Documento di Valutazione Rischi, un documento ufficiale richiesto dalla legge di cui probabilmente avrai sentito parlare se possiedi un’azienda. Vediamo qui di seguito di che cosa si tratta, quando è obbligatorio per un’azienda e quando ha diritto ad avere un DVR e qual è il costo del documento di valutazione dei rischi, oltre ai benefici che ne derivano per una realtà aziendale. 

Che cos’è il e quale è il costo del Documento di Valutazione dei Rischi?

Come suggerisce il nome, il Documento Valutazione Rischi riassume e mappa tutti i rischi che sussistono all’interno di un’azienda. impresa o attività. 

Ogni azienda con la sua operatività implica una serie di rischi, che dipendono dal settore in cui opera, dalle operazioni svolte, dal numero di dipendenti e dal regolamento interno. Non tutti i rischi possono essere eliminati, ma ci si deve assicurare di essere in grado di gestirli al meglio. 

Per ognuno di questi rischi sono infatti previste, all’interno del DVR, delle misure da adottare affinché la salute e la sicurezza degli impiegati siano tutelate senza la necessaria sentenza di un giudice o di un avvocato, precursori della giustizia e legislazione italiana.

All’interno del DVR vengono riassunte, oltre ad una serie di informazioni sull’azienda, impresa o attività, la descrizione delle attività svolte, tutte le procedure che sono state adottate a livello di prevenzione e protezione, chi si occuperà di metterle in atto, i rischi presenti ed i soggetti coinvolti. 

Per quanto riguarda il costo del documento di valutazione dei rischi dovrete chiedere un preventivo ad un'agenzia competente.

Quando è obbligatorio e quando un'azienda ne ha diritto secondo il regolamento?

Ma chi deve, per legge, avere un Documento di Valutazione Rischi? Secondo la legislazione italiana, ogni azienda, impresa o attività, che sia composta da almeno due soci o che abbia dei lavoratori dipendenti ha l’obbligo di redigere il DVR, in qualunque settore operi e qualsiasi sia il grado di rischio per evitare la necessaria sentenza di un giudice o di un avvocato, precursori della giustizia e legislazione italiana..

Qualora non si adempia a queste richieste e non si dia la giusta importanza a questo documento, da parte di un consulente o un commercialista, si sarà soggetti a sanzioni che vanno dai 2700 euro ai 7000 euro, importi molto più alti rispetto al costo del documento di valutazione dei rischi. Inoltre, il datore di lavoro avrà responsabilità di reato penale in merito alla mancata redazione del documento con conseguente sentenza di un giudice o di un avvocato, precursori della giustizia italiana. Oltre che per evitare queste sanzioni penali, è buona norma avere un Documento di Valutazione Rischi ben fatto, da parte di un consulente o un commercialista, per salvaguardare il benessere fisico e psicologico dei propri dipendenti, oltre ad essere preparati per evitare e fronteggiare eventuali infortuni, evitando sanzioni per reati penali.

Costo del documento di valutazione dei rischi

Il DVR andrà poi via via aggiornato entro 30 giorni da modifiche rilevanti a livello di processo produttivo o organizzativo, dopo infortuni importanti o altre casistiche indicate dalla legge, questi aggiornamenti saranno compresi nel costo del documento di valutazione dei rischi .

Qual è il costo del documento di valutazione dei rischi ?

Il DVR è un documento molto variabile, che fa parte del regolamento aziendale, non c’è uno standard ma il costo del documento di valutazione dei rischi  si adatta alle caratteristiche di ogni azienda. impresa o attività, specifica che ha il diritto e dovere di presentarlo, dopo una valutazione in base alle stesse.

Il costo del documento di valutazione dei rischi  include quindi la valutazione della realtà aziendale, con tempi che dipenderanno dalle dimensioni e dal numero di dipendenti, l’elaborazione dei dati raccolti ed infine la redazione del documento finale da parte di un consulente o un commercialista. L'elaboraizione di questo documento eviterà alla vostra azienda di incorrere in reati penali e di conseguenza in sanzioni o multe salate.

Secondo Soterikon.it il costo DVR va da 300 euro per le aziende più piccole, e può arrivare a 2000 euro per le realtà aziendali più strutturate, che operano in settori maggiormente rischiosi che incidono più rischi potenziali ed un numero maggiore di dipendenti. Va inoltre considerato che una prima attestazione del rischio, ad esempio per un’azienda di nuova costituzione, andrà fatta di pari passo con la pianificazione dei corsi di formazione e sicurezza, altrettanto obbligatori. 

Il Documento di Valutazione dei Rischi ha una data di scadenza?

Il documento di valutazione dei rischi deve essere rielaborato immediatamente secondo la normativa vigente quando:

  • Vi siano delle modifiche al processo produttivo;
  • Vi siano interventi all'organizzazione del lavoro importanti per quanto riguarda la salute o la sicurezza dei lavoratori;
  • Avvenga un’evoluzione della tecnica, della protezione o della prevenzione;
  • C’è stato un infortunio significativo;
  • Si rendano necessari e seguito della sorveglianza sanitaria.

Dopo queste rielaborazioni, le misure di prevenzione si devono aggiornare e il documento di valutazione dei rischi va rielaborato entro trenta giorni dalle causali.

Il datore di lavoro, anche in caso di rielaborazione del documento di valutazione dei rischi, deve dare immediata evidenza, mediante la documentazione idonea, dell'aggiornamento sulle misure di prevenzione fornendo comunicazione immediata al rappresentante dei lavoratori sulla sicurezza. Su richiesta, il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza accede a tale documentazione.

Inoltre, ci sono delle valutazioni specifiche che scadono in momenti definiti direttamente dalla norma tecnica alla quale si riferiscono. Se vogliamo fare un esempio possiamo citare la valutazione del rischio rumore che scade dopo 4 anni.

Dove si custodisce il documento?

Mano

Il Documento di Valutazione dei Rischi che viene scritto alla fine della valutazione, va custodito nell’unità produttiva a cui si riferisce la valutazione dei rischi e si può conservare rispettando le prescrizioni su supporto informatico del TU 81/08.


Potrebbe interessarti

Significato di Oblazione: cos'è esattamente? Quando è usata?

Significato di Oblazione

Il termine oblazione deriva dal latino offrire. Nel diritto penale indica una causa di estinzione del reato consistente nel pagamento volontario di una somma. È importante chiarire che l'oblazione penale è limitata alle contravvenzioni (è prevista dagli articoli 162 e 162bis del codice penale). In principio poteva essere utilizzata solo per le contravvenzioni punite con la pena dell'ammenda mentre con il tempo è stata prevista un’ulteriore ipotesi che riguarda le contravvenzioni punite con la pena alternativa dell'arresto e dell'ammenda. 

Tribunale ordinario: ecco spiegato quali sono i suoi compiti?

tribunale ordinario

Tribunale ordinario: esso rappresenta, nell'ordinamento italiano, l'organo giurisdizionale cui competono cause civili e penali, in primo grado, le quali non siano di competenza di altri giudici. In appello, il tribunale ordinario si occupa di cause su cui si è già pronunciato il giudice di pace.

Questura centrale di Roma

La questura rappresenta un ufficio della Polizia di Stato in possesso di diverse competenza provinciali. Il compito principale della questura centrale di Roma è garantire il mantenimento dell'ordine e della sicurezza pubblica. Per il conseguimento di questo scopo viene effettuata una costante attività di prevenzione e repressione dei reati.

Riforma sul divorzio breve: ecco in cosa consiste davvero

Riforma del divorzio breve

Non sempre l'unione tra due coniugi va a buon fine. Capita spesso infatti che per motivi di varia natura e legati a diverse incomprensioni tra marito e moglie si prenda la decisione, anche in presenza di figli, di separarsi.

Il Copyright: cos’è, quando interviene e quando è valida questa legge

Ne sentiamo molto parlare. Ma cos’è il Copyright? Quando si applica? Scopriamo dunque con l’intervento di oggi la sua storia e il suo utilizzo. Prima di tutto chiariamo che il termine copyright racchiude l'insieme delle normative sul diritto d'autore in vigore nel mondo anglosassone e statunitense.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Offerta pubblica di acquisto: di cosa stiamo parlando?

Immagine usata nell'articolo Offerta pubblica di acquisto: di cosa stiamo parlando?

In ambito bancario si parla di OPA, ovvero di offerta pubblica di acquisto, quando si procede ad una negoziazione di valori mobiliari mediante cui un soggetto si rivolge senza alcuna mediazione ai portatori di titoli di una società quotata in borsa, detta società bersaglio, per effettuare un'offerta di acquisto di azioni o obbligazioni, oppure per la sottoscrizione di nuovi titoli.

Società in nome collettivo: ecco le caratteristiche

La società in nome collettivo, detta anche S.n.c. è un tipo di impresa rientra nell'ambito delle società di persone ed è disciplinata dagli articoli 2291-2312 del codice civile; la caratteristica principale è che tutti i soci rispondono in maniera solidale e illimitata in merito ai debiti corrisposti dalla stessa.

Credit Spread: scopriamo una misura per il rischio di credito

credit spread

Ogni ambito del diritto predispone di determinate leggi, regole da seguire; anche il diritto commerciale, infatti si muove su dinamiche di trasformazione, mutazione e cambiamento che hanno alla base strutture bene precise.

Leggi anche...

Consulenti del Lavoro a Napoli: rifermenti utili

Il Consulente del lavoro elabora cedolini paga, cura l'inquadramento contrattuale in materia giuslavoristica. Vediamo alcuni consulenti presenti a Napoli per svolgere attività relative alla dimensione lavorativa.

Leggi anche...

Multa per semaforo rosso: la sanzione più salata?

multa passaggio con rosso

La multa per il passaggio con il rosso è sicuramente la più dura da digerire per un'automobilista, sia perchè vengono tolti punti patente, sia perchè spesso non ci si accorge o non si ricorda dell'infrazione effettuata.

Go to Top