Che cos'è il franchising? Con questo termine si vuole indicare una sorta di collaborazione che prevede l'interazione fra imprenditori, al fine di distribuire una serie di beni o servizi. Tale collaborazione detta anche affiliazione commerciale è spesso indicata per coloro che vogliono avviare una impresa ma non partendo da zero: il franchising appunto fa in modo che si venga affiliati ad un marchio già presente sul mercato.

Peculiarità del franchising

Si tratta dunque di un tipo di accordo di collaborazione fra una società o persona fisica, denominata affiliata o franchisee, che aderendo a questa formula commerciale, diventa partner di una azienda consolidata affiliante, detta franchisor.

Sono dunque coinvolti una azienda madre ed un rivenditore. Tale collaborazione detta anche affiliazione commerciale è spesso indicata per coloro che vogliono avviare una impresa ma non partendo da zero: il franchising appunto fa in modo che si venga affiliati ad un marchio già presente sul mercato.

Contratto e norme

Nel diritto commerciale, per capire cos'è il contratto di franchising, bisogna cercare la definizione nell'art. 1 della legge n. 129/04.

Forma e contenuto del contratto

Ogni contratto va stipulato, secondo la legge apposita, per iscritto, o è da considerarsi nullo. L'azienda madre può essere incarnata da un produttore oppure da un distributore di determinati servizi o prodotti, appartenenti ad un marchio particolare. Tale azienda affida, o meglio concede all'affiliato il diritto di mettere in commercio i proprio prodotti, utilizzando il marchio e l'insegna del franchisor.

Rapporti di produzione

E' chiaro che a livello di profitti fra franchisor e affiliato viene a determinarsi un rapporto tale che il secondo debba effettuare il pagamento di una percentuale su tutto il fatturato, detta royalty, oltre naturalmente al conseguente rispetto di tutte le norme contrattuali che regolamentano il rapporto che sta alla base del franchising stesso.

Obblighi d'informazione a carico dell'affiliante

Sono stati posti obblighi informativi precontrattuali. Occorrefornire al potenziale affiliato:

  • i principali dati relativi all'affiliante
  • una sintetica descrizione dell'attività
  • la lista degli affiliati attuali

Valutazioni da fare prima di avviare l’attività in affiliazione

Con il decreto Bersani e la conseguente liberalizzazione delle attività di vendita, oggi è possibile aprire un negozio in franchising in modo piuttosto semplice, seguendo un iter burocratico veloce e senza essere costretti a richiedere una specifica licenza. La cosa fondamentale prima di intraprendere questa strada imprenditoriale, è quella di informarsi molto bene su quali siano i settori più in auge al momento, sullo stato di salute del brand a cui ci si vuole associare ed infine capire se si è in possesso dei requisiti personali richiesti.

Innanzitutto è necessario, una volta individuato il settore merceologico che fa per noi, informarsi circa l’azienda franchisor. Ma come è possibile valutarne l’affidabilità? Si devono considerare alcuni fattori indicativi: l’anzianità del marchio o comunque gli anni di attività sul mercato, la sua notorietà, quanti negozi affiliati sono attivi e quanti invece hanno chiuso, i bilanci dell’ultimo triennio e se l’azienda è “controllata” periodicamente dalle associazioni di categoria che ne monitorano l’operato.

Allo stesso modo, il franchisor valuterà le richieste di affiliazione ricevute, in funzione di alcuni requisiti personali che deve avere il franchisee. Tra questi sicuramente c’è la predisposizione imprenditoriale, una conoscenza almeno di base di elementi contabili e commerciali e capacità di relazionarsi con la clientela. Il requisito più importante però è quello di sapersi adattare alle decisioni e alle linee guida imposte dall’azienda madre.

Anche il futuro negozio che verrà aperto dovrà rispettare alcuni requisiti. Innanzitutto l’ubicazione, che per molte aziende è fondamentale per il successo del franchising stesso, tant’è che richiedono l’apertura presso centri o vie commerciali.

Iter burocratico da seguire per l’apertura

Una volta individuato il brand a cui ci si vuole affiliare e dopo aver considerato tutti i fattori, è giunto il momento di passare alla parte burocratica da seguire. La prima cosa da fare è quella di apire la partita IVA e scegliere il regime fiscale, presentando tutta la documentazione richiesta presso l’Agenzia delle Entrate di riferimento, iscrivere la ditta al Registro delle Imprese, mettersi in regola con il pagamento dell’Inps e dell’Inail (dove previsti), comunicare al Sindaco della propria città l’apertura del negozio nel pieno rispetto delle leggi che regolano l’attività in franchising.





Potrebbe interessarti


Cos’è il Copyright? Quando interviene?

Ne sentiamo molto parlare. Ma cos’è il Copyright? Quando si applica? Scopriamo dunque con l’intervento di oggi la sua storia e il suo utilizzo. Prima di tutto chiariamo che il termine copyright racchiude l'insieme delle normative sul diritto d'autore in vigore nel mondo anglosassone e statunitense.

Leggi tutto...

I Presidenti della Repubblica Italiana

La Repubblica Italiana ha avuto, al 2011, 11 presidenti della Repubblica.

Leggi tutto...

Tribunale ordinario: conosciamolo meglio!

Il tribunale ordinario rappresenta, nell'ordinamento italiano, l'organo giurisdizionale cui competono cause civili e penali, in primo grado, le quali non siano di competenza di altri giudici. In appello, il tribunale ordinario si occupa di cause su cui si è già pronunciato il giudice di pace.

Leggi tutto...

Cos'è e cosa fa la medicina legale?

La medicina legale è un ramo della medicina che si congiunge al diritto, ed è nata per conoscere e applicare le conoscenze mediche al diritto.

Leggi tutto...

Cosa indica il termine Proscioglimento?

Nel corso del tempo, nel nostro Paese, vi sono stati diversi processi celebri e che hanno destato l'attenzione dell'intera opinione pubblica nazionale: da quelli eclatanti relativi a gravi episodi di cronaca nera a quelli che hanno visto coinvolti, in alcuni casi, eminenti politici, come ad esempio negli anni '90 il procedimento giudiziario scaturito dalla celebre inchiesta "Mani Pulite". Di conseguenza, spesso si è raggiunta una certa conoscenza e familiarità con alcune definizioni di natura giuridica.

Leggi tutto...

I più condivisi


Quando il preventivo dell’avvocato è troppo alto

 

Il preventivo legale ti sembra troppo alto? E’ possibile contestare la parcella dell’avvocato anche se era stato accettato il preventivo per la consulenza prima?

Leggi tutto...

La mediazione commerciale: di cosa si tratta?

Il diritto commerciale è un ramo del diritto privato che regola le attività imprenditoriali; è anche definito come diritto privato delle imprese. Il diritto commerciale è una materia molto vasta e articolata; questa guida vi aiuterà a saperne di più.

Leggi tutto...

Cos’è l’Anatocismo? Come si calcola?

La parola anatocismo sta a significare la capitalizzazione degli interessi su un capitale, in modo che siano produttivi di altri interessi (questi interessi vengono poi dichiarati composti). La legge italiana autorizza il pagamento degli interessi legali sulle quote di debito, che non sono state saldate a scadenza. 

Leggi tutto...

Rendita catastale IMU: cosa bisogna sapere?

Cosa si intende per rendita catastale come base imponibile per l'IMU? Si tratta in pratica di un valore a cui andiamo ad applicare una aliquota, in modo da calcolare il valore effettivo delle imposte da pagare. Nel caso di imposte dirette, la base imponibile va ad essere calcolata per una sua applicazione al reddito delle deduzioni e riduzioni fiscale.

Leggi tutto...

Redditi dominicali: sai di cosa si parla?

Il reddito si può definire sinteticamente come l'entrata netta che un determinato soggetto realizza in un determinato periodo di tempo, ed espressa secondo l'unità di misura monetaria.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Tipologie di impresa: conosciamole insieme

Ciò che caratterizzata un'impresa rispetto ad un'altra serie di entità riconosciute a livello di diritto commerciale, sono una serie di peculiarità. La principale caratteristica dell'impresa resta sempre e comunque quella di procurarsi un capitale necessario a superare il costo delle spese. L'impresa, naturalmente, deve guadagnare, altrimenti rischia di fallire.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Cos'è Equitalia e di cosa si occupa?

In Italia esistono delle Istituzioni pubbliche e delle società che si occupano di diritto soprattutto di natura commerciale e che regolano gli scambi con altri Paesi e le entrate di denaro e i movimenti dello stesso all'interno della Nazione. C'è, ad esempio, una società che a tal proposito è molto importante per l'Italia: cerchiamo di capire cos'è Equitalia e come funziona.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Quand’è che si parla di Crimine informatico?

Un crimine informatico si caratterizza nell’abuso della tecnologia informatica. Tutti questi reati hanno in comune:

Leggi tutto...
Go to Top